L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) ha indetto un concorso pubblico per 67 unità di personale da impiegare come funzionari nell’ambito dell’attuazione di interventi di digitalizzazione, innovazione e sicurezza nella pubblica amministrazione previsti dal PNRR.

Profili professionali
I profili professionali sono i seguenti:
n. 14 unità con profilo giuridico-economico;
n. 15 unità con profilo informatico;
n. 38 unità con profilo ingegneristico.
Le risorse selezionate saranno assunte a tempo determinato

Titolo di studio richiesto
Laurea

PROCEDURA SELETTIVA
I partecipanti al concorso saranno esaminati sulla base dei titoli posseduti e di una prova d’esame scritta che consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla

DOMANDA
Le domande di ammissione al concorso devono essere prodotte attraverso il Portale InPa entro le ore 18.00 del 3 novembre 2022.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2022/10/05/al-selezione-67-funzionari-agid-tempo-determinato)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Finalità
Sostenere la creazione e l’ampliamento di capacità avanzate per lo sviluppo di prodotti e servizi anche digitali per i mercati nazionali e internazionali con l’obiettivo di implementare strumenti di commercio elettronico e digitale; sostenere l’integrazione tra le tecnologie presenti nelle imprese e le nuove modalità di vendita on line; favorire l’utilizzo di strumenti di marketing digitale e di commercializzazione digitale sui mercati esteri; promuovere l’interscambio stabile con l’estero, anche utilizzando strumenti di web marketing attraverso i social media internazionali o specifici del paese target; aumentare la visibilità delle imprese attraverso canali marketplace internazionali.

Beneficiari
Piccole e Medie Imprese

Interventi finanziabili
Sono finanziabili progetti per la competitività sui mercati esteri e digitali, con un costo totale ammissibile non inferiore a euro 10.000, che siano inerenti una o più delle seguenti azioni:
A. Azioni di promozione sui mercati target con l’utilizzo di strumenti di digital e social media marketing
B. E-commerce (Realizzazione e/o implementazione di siti di e-commerce; accesso a piattaforme internazionali on-line)
C. Consulenza di un TEM (temporary export manager) o D-TEM (digital-temporary export manager).

Agevolazione concedibile
L’intensità dell’aiuto concedibile:
– in relazione alle spese ammissibili per attrezzature hardware, licenze, know-how, ecc., in conformità agli art. 13 e 14 del Reg. 651/2014, è pari: al 60% della spesa ritenuta ammissibile nel caso di Piccola Impresa e al 50% nel caso di Media Impresa, nel limite massimo di euro 35.000
– in relazione alle spese ammissibili per consulenze, in conformità all’art.18 del Reg. 651/2014, è pari al 50% della spesa ritenuta ammissibile, nel limite massimo di euro 15.000

Dotazione finanziaria
€ 1.200.000

Presentazione della domanda
Le domande devono essere inviate utilizzando tassativamente la piattaforma informatica. La data di apertura dello sportello sarà indicata con successivo decreto

Valutazione
E’ prevista una procedura valutativa a sportello, in base all’ordine cronologico di ricevimento delle domande

Allegati:
Accedi a questo URL (https://calabriaeuropa.regione.calabria.it/bando/avviso-pubblico-competitivita-mercati-esteri-e-digitali)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Finalità
Nell’Anno europeo dei giovani, il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, in collaborazione con la Struttura di missione per la valorizzazione degli anniversari nazionali e della dimensione partecipativa delle nuove generazioni, intende promuovere azioni tese ad ampliare significativamente l’offerta di spazi di aggregazione destinati alla ripresa della socialità di ragazze e ragazzi rientranti nel target di popolazione con età 14-35 anni.
Per raggiungere tale obiettivo strategico, si vuole favorire l’utilizzo, da parte delle giovani generazioni, degli spazi disponibili all’interno delle biblioteche pubbliche, attraverso il finanziamento di proposte progettuali volte alla realizzazione di luoghi polivalenti e innovativi, aperti con orari estesi che ne consentano un’ampia fruibilità, nei quali i giovani possano condividere idee, percorsi e occasioni formative, culturali, ricreative, di incontro e confronto.

SOGGETTI AMMISSIBILI
Il bando è rivolto a enti locali, università pubbliche e altri enti pubblici titolari di biblioteche, con cui stipulare apposite convenzioni volte alla realizzazione di progetti finalizzati alla creazione di spazi di aggregazione giovanile.
Gli enti devono prevedere il coinvolgimento, attraverso la costituzione di partenariati, di altri soggetti pubblici o, nel rispetto della normativa vigente, di soggetti del privato sociale, quali associazioni, fondazioni o altre organizzazioni giovanili, senza fini di lucro.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI
I progetti dovranno prevedere la creazione, all’interno di biblioteche pubbliche, funzionanti e operative, dislocate su tutto il territorio nazionale e, in particolare, nelle località periferiche e in quelle caratterizzate da situazioni di evidente disagio economico-sociale, di idonei spazi di aggregazione giovanile − ad accesso libero e gratuito − che, oltre a favorire la partecipazione delle giovani generazioni ad attività culturali e ricreative, anche attraverso l’accesso al patrimonio librario, offrano loro percorsi di crescita, promuovendone una migliore qualità della vita e valori come l’inclusione sociale e la partecipazione, quali strumenti per superare l’emergere e il cristallizzarsi di difficoltà relazionali, acuiti dalla situazione pandemica.
Tali spazi potranno essere anche un luogo in cui sensibilizzare i giovani sul contrasto a fenomeni quali bullismo in rete, razzismo, discorsi d’odio anche al fine di prevenire i fenomeni di violenza e microcriminalità organizzata in bande tra giovani e giovanissimi e promuovere presso le nuove generazioni i valori e il significato profondo dell’avere memoria di personaggi esemplari ed eventi storici.
A titolo esemplificativo, potranno essere proposti laboratori artistici, teatrali, musicali, audiovisivi e multimediali, corsi di formazione alla cittadinanza attiva, alla partecipazione democratica e alla legalità o anche professionali, spazi di coworking, strumenti di gamification per veicolare messaggi positivi e supportare i giovani nel processo di crescita personale. Tali attività potranno prevedere il coinvolgimento di animatori socioeducativi giovanili (Youth Worker), con il compito di affiancare i giovani.

RISORSE ED ENTITÀ DEI CONTRIBUTI
La dotazione finanziaria complessiva è pari a 12 milioni di euro.
Il contributo deve essere compreso tra 100.000 e 150.000 euro e non può superare l’80% dell’importo complessivo della proposta progettuale.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Le proposte devono essere presentate mediante la piattaforma informatica entro le ore 12.00 del giorno 31 ottobre 2022.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://avvisi-pcm.dunp.it/)Portale presentazione istanze[Portale presentazione istanze]0.1 kB
Accedi a questo URL (https://www.politichegiovanili.gov.it/politiche-giovanili/avvisi-pubblici-e-progetti-di-politiche-giovanili/avviso-giovani-in-biblioteca/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Finalità
I contributi per il rilancio del turismo montano sono aiuti economici a fondo perduto a copertura del 100% delle spese ritenute ammissibili, messi a disposizione dal Ministero e rivolti ad imprese e attività che operano nel comparto turistico della montagna. Si tratta di agevolazioni che puntano a sostenere e finanziare progetti per la valorizzazione turistica del patrimonio delle montagne e per il potenziamento delle infrastrutture esistenti.

Destinatari
Possono presentare le candidature per il finanziamento dei progetti per la montagna i soggetti privati profit o non profit, in forma singola o aggregata, con preferenza e premialità per la forma aggregata. A titolo esemplificativo, è favorita la partecipazione di:
• raggruppamenti di imprese;
• consorzi locali di promozione turistica;
• organizzazioni di management delle destinazione turistica comunque denominate purché di diritto privato (DMO o DMC);
• reti di impresa turistiche e connesse, esistenti o da creare appositamente.

Progetti finanziabili
I progetti presentati dovranno essere finalizzati a:
• qualificare e potenziare la dotazione e la proposta di servizi esistente ed eventualmente le infrastrutture funzionali agli stessi servizi; implementare, anche mediante la promozione di esperienze associative o federative, forme di turismo funzionali alla conservazione ed alla cura dell’ambiente;
• favorire la promozione dei prodotti tipici;
• promuovere il turismo esperienziale (es. turismo enogastronomico, naturalistico, religioso, sportivo, culturale, ecc.);
• implementare il ricorso all’innovazione ed alle nuove tecnologie facendo leva sul Tourism Digital Hub (TDH), sull’interoperabilità e sulla trasformazione digitale;
• sfruttare il TDH per amplificare la notiziabilità e la diffusione delle iniziative attraverso il digitale, incluse quelle di marketing e di partenariato sul territorio.
Sarà data priorità a quei progetti in grado di:
• creare prodotti nuovi rispetto a quelli tradizionali, con particolare riferimento alle proposte turistiche a forte contenuto di esperienza vera, unica ed irripetibile (ad esempio: partecipazione ad eventi e produzioni tradizionali, apprendimento di tecniche ed usanze locali, vita di comunità, raccolta e trasformazione di prodotti agricoli, pratica di sport o attività rare, ecc.);
• attivare stagioni diverse da quelle canoniche della montagna, con specifico riferimento alle diverse realtà locali (ad esempio: neve: dicembre-Pasqua; estate: giugno-agosto);
stimolare ed attrarre mercati diversi da quello di prossimità con specifico riferimento alle diverse realtà locali (ad esempio: raggio di 200 km), con particolare attenzione ai mercati esteri;
• replicare le best practices a livello internazionale;
• favorire la costituzione di reti anche di livello interregionale;
• garantire un’integrazione sinergica tra diverse tipologie di interventi ammissibili;
• migliorare le condizioni di accessibilità per le persone portatrici di bisogni speciali anche mediante gli opportuni servizi e la creazione di prodotti o pacchetti turistici ad hoc;
• favorire la transizione ad un turismo green e digitale, in linea con le previsioni del piano “Transition Pathway for Tourism” presentato dalla Commissione europea.

Entità del contributo
I contributi per il rilancio del turismo montano ammontano a un massimo di 2 milioni di euro per ogni progetto finanziabile, a copertura massima del 100% delle spese ammissibili per la realizzazione degli interventi.

Dotazione finanziaria
26.700.000 euro. La quota dell’80% delle risorse disponibili, e cioè euro 21.360.000,00 è destinata alle otto regioni del Mezzogiorno.

Presentazione domanda di finanziamento
La domanda di finanziamento deve essere compilata tramite la Piattaforma informatica messa a disposizione dal Ministero

Termine presentazione istanze
30 settembre 2022

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.ministeroturismo.gov.it/avviso-pubblico-per-la-manifestazione-di-interesse-alla-presentazione-di-proposte-di-intervento-per-il-rilancio-del-turismo-montano-italiano-attraverso-adeguamenti-infrastrutturali-pianificazione-e/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.1 kB
Accedi a questo URL (https://servizi.ministeroturismo.gov.it/static/disco.html?entityID=https%3A%2F%2Fservizi.ministeroturismo.gov.it%2FspidSaml2%2Fmetadata&return=https%3A%2F%2Fservizi.ministeroturismo.gov.it%2FspidSaml2%2Fdisco)Portale presentazione istanze[Portale presentazione istanze]0 kB

Finalità
Valorizzare e migliorare la fruizione del patrimonio culturale regionale, sostenendo la promozione, la qualificazione e la realizzazione di eventi culturali in grado di mobilitare significativi flussi turistici e che pongono in risalto il legame tra cultura, storia, arte, costume, tradizione, natura e sostenibilità ambientale.

Beneficiari
Possono presentare domanda soggetti pubblici e privati in forma singola o associata.
a) Enti pubblici per come definiti all’art. 1, comma 2, del D. Lgs. 30 marzo 2001 n. 165;
b) Fondazioni e Associazioni;
c) Imprese e loro consorzi;
d) Società cooperative.

Caratteristiche degli eventi
Il progetto deve riguardare un evento che si sia realizzato per almeno otto annualità negli ultimi 15 anni e deve possedere, i seguenti requisiti oggettivi riferibili alle precedenti edizioni prese in esame:
a) si siano realizzati all’interno di beni culturali e ambientali quali: aree archeologiche, aree museali, edifici storici e di pregio, centri storici, aree e parchi naturali, anfiteatri, luoghi e località di maggiore attrattività turistica che hanno i requisiti necessari per la realizzazione di eventi;
b) comprovata presenza di artisti di caratura nazionale e/o internazionale;
c) abbiano sostenuto, per la realizzazione dell’evento, un costo medio documentato non inferiore a Euro 100.000,00 desumibile da tre edizioni, negli ultimi 8 anni, non consecutive.

Contributo concedibile
Il contributo concedibile è pari al 70% delle spese ammissibili e per un importo massimo di euro 100.000,00.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria disponibile è pari a € 1.400.000

Domanda
Le domande, compilate secondo il modulo di domanda disponibile sui siti www.calabriaeuropa.regione.calabria.it e www.regione.calabria.it, devono essere inviate entro e non oltre il 03 Ottobre 2022 esclusivamente a mezzo PEC, al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nell’oggetto della PEC dovrà essere indicata la seguente dicitura: “Avviso pubblico Eventi di promozione culturale”.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://calabriaeuropa.regione.calabria.it/bando/avviso-pubblico-eventi-di-promozione-culturale-2022)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

via Cardinale Portanova

89123 Reggio Calabria

tel. 0965.880992

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

Privacy Policy

   

 

 

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e bandi