Finalità
Contributo agli avvocati per l’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale.

Destinatari
Sono destinatari del bando coloro che risultano iscritti alla Cassa Forense.

Tipologia strumenti informatici
Sono rimborsabili esclusivamente le spese sostenute per l’acquisto dei seguenti strumenti informatici limitatamente a uno per ogni tipologia:
- computer fisso;
- computer portatile;
- monitor;
- stampante, anche multifunzione;
- scanner;
- tablet;
- fotocopiatrice, anche multifunzione;
- licenze software per la gestione degli studi legali;
- strumenti per la conservazione e protezione dei dati dello studio.

Importo
Il contributo una tantum è pari al 50% della spesa complessiva documentata per l’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale effettuato nel 2017 e nel 2018.
Il contributo massimo richiedibile è di € 1.500,00.

Stanziamento
€ 2.400.000,00

Modalità e termini della domanda
La domanda deve essere inviata entro le ore 12,00 del 16 gennaio 2019 esclusivamente tramite l’apposita procedura on-line attivata sul sito internet della Cassa www.cassaforense.it.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.cassaforense.it/gare-pubbliche/bandi-assistenza/bando-n-92018-per-l-assegnazione-di-contributi-per-l-acquisto-di-nuovi-strumenti-informatici-per-lo-studio-legale-art-14-lett-a7-con-termine-di-scadenza-per-l-invio-della-domanda-al-16-gennaio-2019/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]25 kB

Obiettivo
La Regione Calabria, attraverso l’istituzione di un Catalogo Unico dell’Alta Formazione Professionalizzante, promuove e sostiene l’acquisizione di competenze specifiche nei settori produttivi corrispondenti alla vocazione territoriale e punta ad elevare i livelli di apprendimento e conoscenza e la partecipazione dei giovani e degli adulti alle opportunità di formazione e di istruzione.

Beneficiari
Possono presentare domanda per l’inserimento dei corsi del Catalogo regionale:
1. le Università statali e non statali, le fondazioni universitarie, i consorzi universitari e interuniversitari con sede operativa e formativa in Calabria;
2. le Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM) con sede operativa in Calabria;
3. gli Enti della formazione artistica e musicale
- Che operano in Calabria da almeno 10 anni;
- i cui percorsi siano inseriti nella programmazione formativa di uno dei Soggetti elencati nei punti 1 e 2;
- Il cui titolo sia rilasciato da uno dei Soggetti di cui ai punti precedenti.
Per tutti i percorsi di cui si propone la candidatura i beneficiari devono dimostrare di aver attivato un partenariato con imprese, associazioni, enti pubblici.

Caratteristiche dei percorsi ammissibili nel catalogo
I percorsi devono:
- Prevedere minimo 3 mesi e massimo 6 mesi di attività formativa in aula;
- Coinvolgere docenti provenienti per almeno il 40% dal mondo lavorativo;
- Riconoscere crediti formativi universitari (CFU) da un minimo di 10 ad un massimo di 60;
- Riconoscere una certificazione finale da parte dei soggetti beneficiari elencati ai punti 1 e 2;
- Avere un numero iniziale di partecipanti non inferiore a 12 e non superiore a 25;
- Prevedere attività di docenza specialistica;
- Prevedere un tirocinio extracurriculare della durata di sei mesi, con 80 ore mensili, da attivarsi entro un mese dal conseguimento del titolo.

Destinatari
I percorsi si rivolgono ai giovani e agli adulti che intendono specializzarsi o acquisire nuove competenze e che abbiano conseguito almeno uno dei seguenti titoli:
- Diploma di istruzione secondaria superiore;
- Laurea specialistica;
- Laurea magistrale;
- Diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti previgenti;
- Diploma di laurea di durata triennale;
- Diplomati AFAM di I e II livello.
La partecipazione ai percorsi avverrà mediante l’erogazione di voucher a favore dei potenziali destinatari da richiedere a seguito dell’emanazione di apposito bando.

Domanda di inserimento nel catalogo
I soggetti interessati dovranno inviare la domanda e i relativi allegati, a mezzo PEC, al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Le domande per l’A.A. 2018-2019 potranno essere inviate a partire dal decimo giorno dalla pubblicazione della presente manifestazione di interesse sul Bur Calabria e per i successivi 30 giorni.
Per le annualità successive al 2018, l’invio della domanda dovrà avvenire attraverso PEC entro il 30 giugno di ogni anno. Entro il 31 luglio di ogni anno si procederà all’aggiornamento del catalogo.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/365/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Obiettivi
La Regione Calabria mira a incrementare e qualificare la quota di esportazione dei prodotti e dei servizi delle imprese regionali sui mercati esteri, favorendo l’apertura del sistema produttivo calabrese.

Beneficiari
- Le Piccole e medie imprese;
- I lavoratori autonomi, anche in associazione;
- I consorzi, le società consortili di imprese, le reti di PMI calabresi già costituiti e comprensivi di almeno 4 imprese.

Ambito di applicazione
1. Agroalimentare;
2. Edilizia sostenibile;
3. Turismo e Cultura;
4. Logistica;
5. ICT e Terziario Innovativo;
6. Smart Manufacturing;
7. Ambiente e Rischi Naturali;
8. Scienze della vita.

Interventi finanziabili
L’Avviso sostiene la realizzazione progetti per l’export, riferiti a non più di due paesi target individuati nel Programma Attuativo 2017/2018 per l’internazionalizzazione.
Gli interventi dovranno riguardare:
- La partecipazione a fiere e saloni internazionali e la realizzazione di eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali;
- La realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero;
- La promozione di incontri bilaterali e partnership tra operatori italiani ed esteri;
- L’attivazione di azioni di comunicazione sui mercati esteri;
- Il rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione;
- La certificazione per l’export.

Stanziamento
L’ammontare complessivo delle risorse è pari a € 1.840.734,18.

Spese ammissibili
Le spese ammissibili devono riguardare:
- Per la partecipazione a fiere e saloni internazionali e per la realizzazione eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali: la quota di partecipazione, l’affitto e l’allestimento dello stand; l’interpretariato, la traduzione, il servizio hostess e il noleggio di attrezzature e strumenti; gli oneri di trasporto, assicurativi e similari; le spese per la comunicazione; le spese di viaggio e di pernottamento.
- Per la realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero: le spese di affitto e di allestimento; il noleggio di attrezzature e strumentazioni; il trasporto di campionari.
- Per la promozione di incontri bilaterali e partnership: l’affitto sale; le spese di viaggio, di pernottamento e per l’ospitalità di operatori esteri in Italia; le spese per servizi di ricerca e selezione partner e/o distributori all’estero e assistenza forniti da “società di TEM” accreditata dal MISE.
- Per le azioni di comunicazione sui mercati esteri: le spese per azioni dimostrative dei prodotti e dei servizi; spese per la promozione, quali pubblicità, spot radio e tv, web.
- Per il rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione: le spese per la creazione o l’implementazione dei siti web in inglese e/o nella lingua dei paesi target; le spese per l’ideazione e la realizzazione di brand; le spese per la redazione di un piano web e social marketing specifico; spese per servizi di affiancamento del personale; le spese per la definizione o la sottoscrizione di accordi di collaborazione e/o di costituzione di joint venture; le spese per analisi di mercato e studi di settore per l’internazionalizzazione; la consulenza specifica di un Temporary Export Manager.
- Per la certificazione per l’export: le spese per servizi di certificazione di prodotto o aziendali.

Contributo
Le agevolazioni «de minimis» sono concesse nella forma di un contributo a fondo perduto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di:
- € 200.000,00 per progetti proposti da consorzi/società consortili, reti di imprese o associazioni tra lavoratori autonomi;
- € 50.000,00 per progetti proposti da singole PMI o singoli lavoratori autonomi.

Domanda
Le Domande di Agevolazione dovranno essere compilate on line, a partire dal 09 luglio 2018. Con successivo decreto sarà stabilita la data di chiusura in relazione al numero di domande pervenute ed all’entità dei contributi richiesti.

Valutazione
Selezione “a sportello valutativo”.
La verifica di ammissibilità e la valutazione delle domande di agevolazione verranno effettuate secondo l'ordine cronologico di presentazione.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/364/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Finalità
La Regione Calabria ha emesso il presente Avviso Pubblico finalizzato alla redazione del piano regionale triennale 2018-2020 per interventi di edilizia scolastica.

Soggetti proponenti
Possono presentare proposte progettuali Comuni, Province, Città metropolitana ed Unioni di Comuni

Interventi ammissibili
Il piano regionale triennale di edilizia scolastica sarà composto dalle graduatorie “A” e “B”, destinando una quota non inferiore al 90% delle risorse statali, che saranno assegnate alla Calabria per la programmazione di edilizia scolastica 2018-2020, al finanziamento degli interventi inseriti nella graduatoria “A” ed una quota non superiore al 10% delle predette risorse al finanziamento degli interventi inseriti nella graduatoria “B”.
La graduatoria “A” sarà composta dalle seguenti tipologie interventi:
a) interventi di adeguamento sismico o di demolizione e ricostruzione degli edifici scolastici ammessi nella graduatoria di merito (approvata con D.D.G. n. 15716 del 29/12/2017) relativa alla “Manifestazione di interesse per la concessione di contributi finalizzati alla esecuzione degli interventi di adeguamento sismico o, eventualmente, di demolizione e ricostruzione degli edifici scolastici”;
b) interventi di adeguamento sismico e di nuova costruzione (demolizione e ricostruzione) in sostituzione di edifici esistenti (nel solo caso in cui l’adeguamento sismico non sia conveniente);
c) interventi di adeguamento impiantistico per l’eliminazione di rischi, per l'ottenimento della certificazione di agibilità dell’edificio ed ai fini dell’adeguamento alla normativa antincendio;
d) ampliamenti (fino al 20% della superficie dell'edificio esistente, il cui costo totale dell'intervento non sia superiore ad € 200.000,00) e/o nuove costruzioni per soddisfare specifiche esigenze scolastiche;
e) interventi che prevedano esclusivamente opere per l’adeguamento antincendio finalizzati all’ottenimento della relativa certificazione (SCIA) ed interventi diversi dai precedenti punti, purché i dati relativi all’edificio interessato siano stati regolarmente inseriti sul sistema dell'Anagrafe dell’Edilizia Scolastica.
Gli interventi di cui ai punti b), c), d), e) verranno selezionati con il presente Avviso.
La graduatoria “B” sarà, invece, composta da interventi su edifici scolastici già adeguati ai livelli minimi previsti dalle previgenti NTC 2008, che necessitano di limitati finanziamenti (non superiori ad € 200.000,00) per la realizzazione di interventi di messa a norma finalizzati al conseguimento della certificazione di agibilità e, nello specifico, da:
a) interventi di adeguamento impiantistico per l’eliminazione di rischi, per l'ottenimento della certificazione di agibilità dell’edificio ed ai fini dell’adeguamento alla normativa antincendio;
b) interventi che prevedano esclusivamente opere per l’adeguamento antincendio finalizzati all’ottenimento della relativa certificazione (SCIA) ed interventi diversi dal precedente punto, purché i dati relativi all’edificio interessato siano stati regolarmente inseriti sul sistema dell'Anagrafe dell’Edilizia Scolastica.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le seguenti voci di costo:
1. spese per lavori e per opere strettamente correlate;
2. somme a disposizione previste nel Quadro Tecnico Economico (QTE) di Progetto;
3. I.V.A.;
4. oneri istruttori da corrispondere all'Ente Certificatore preposto per il rilascio del Certificato di Sostenibilità Ambientale, dell'Attestato di Progetto ed eventualmente per la Verifica della Pre- Valutazione ed oneri da corrispondere al professionista, iscritto nell’Elenco Esperti Protocollo ITACA Regione Calabria, incaricato dall'Ente per la redazione della Relazione di Valutazione o di Pre-Valutazione e dei relativi allegati

Concessione di contributi straordinari per interventi antincendio
Al fine di sostenere gli Enti Locali nella messa a norma antincendio degli edifici scolastici, è previsto un contributo straordinario destinato al finanziamento di interventi che prevedano esclusivamente opere per l’adeguamento antincendio finalizzati all’ottenimento della relativa certificazione (SCIA). Il contributo massimo assegnabile è pari a:
− euro 50.000 per edifici del Primo ciclo di istruzione;
− euro 70.000 per edifici del Secondo ciclo di istruzione.

Termini e modalità di presentazione
Gli Enti possono presentare una sola domanda di partecipazione per ciascun edificio scolastico.
La domanda di partecipazione dovrà essere generata telematicamente dal sistema dell'Anagrafe Regionale dell'Edilizia Scolastica (ARES) accessibile all’indirizzo http://ediliziascolastica.regione.calabria.it
L'Ente interessato a proporre domanda di partecipazione al presente Avviso potrà accedere alla sezione di caricamento delle istanze a partire dalle ore 09:00 del 15 giugno 2018, fermo restando che il termine ultimo di scadenza dell’Avviso Pubblico rimane fissato per le ore 13:00 del 3 luglio 2018, solo dopo aver completato l'implementazione dell'Anagrafe dell'Edilizia Scolastica (ARES) per tutti gli edifici di proprietà giacenti sul territorio di propria competenza e facendo diventare di colore "verde" il controllo SNAES anche per gli edifici temporaneamente non utilizzati. Sarà possibile accedere all'Avviso per i soli edifici censiti sulla piattaforma ARES.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view_bando.cfm?2012)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

FINALITA’
Il bando Sport Missione Comune 2018 finanzia progetti definitivi o esecutivi di costruzione, ampliamento, riqualificazione ed efficientamento energetico di impianti sportivi.

SOGGETTI AMMESSI
Possono richiedere la concessione dei contributi i Comuni e/o le Unioni di Comuni.

INTERVENTI AMMESSI A CONTRIBUTO
Sono ammessi a contributo gli interventi relativi alla costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, ivi compresa l'acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva. I predetti impianti devono essere nella disponibilità comunale come risultante da titolo idoneo e per un periodo almeno pari alla durata dell’ammortamento del mutuo.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI
I progetti presentati per l’ammissione ai contributi in conto interessi devono essere almeno di livello definitivo, completi delle caratteristiche previste dal bando, ed essere regolarmente approvati dall’Ente che presenta l’istanza. Con riferimento ad interventi complessi che prevedono la realizzazione di diverse strutture sono ammessi a contributo anche interventi parziali (lotto funzionale) a condizione che la struttura realizzata sia funzionalmente autonoma ed efficiente (es. piscina nell’ambito di un centro sportivo).

RISORSE DISPONIBILI
Le risorse destinate al sostegno delle attività del presente Avviso pubblico sono di complessivi € 18.000.000,00 (diciottomilioni/00) di contributi in conto interessi a valere sul “Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sui finanziamenti all’impiantistica sportiva”) e saranno utilizzate per il totale abbattimento del tasso d’interesse di € 100.000.000,00 (centomilioni/00) di mutui.
Ciascun mutuo potrà godere del totale abbattimento degli interessi sino all’importo massimo di € 2.000.000,00 (duemilioni/00). I piccoli Comuni (fino a 5.000 abitanti) potranno ottenere il totale abbattimento degli interessi, su uno o più mutui, sino all’importo massimo complessivo di 2 milioni di euro, i Comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) le Unioni dei Comuni e i Comuni in forma associata sino all’importo massimo complessivo di  4 milioni di euro e i Comuni capoluogo, i Comuni oltre i 100.000,00 abitanti non capoluogo e le Città Metropolitane sino all’importo massimo complessivo di 6 milioni di euro.

I beneficiari potranno distribuire le agevolazioni ottenute anche su mutui di durata fino a 25 anni.

DURATA DEI PROGETTI E SPESE AMMISSIBILI
I lavori relativi agli interventi ammessi a contributo dovranno iniziare entro il termine di mesi dodici dalla data di stipula del contratto di mutuo ed essere ultimati entro ventiquattro mesi dalla stipula del contratto di mutuo.
Le spese ammesse a contributo sono le seguenti:
- Lavori, opere civili ed impiantistiche;
- Spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (spese di progettazione, direzione lavori, collaudi, diagnosi e certificazione energetica, ecc.);
- Spese strettamente correlate alla realizzazione del progetto sportivo (materiali e relativa mano d’opera, ivi compresi i componenti e le strutture già realizzate in fabbrica);
- Spese per l’acquisto di attrezzature sportive, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo;
- Spese per l’acquisto delle aree sulle quali dovranno essere realizzati gli impianti sportivi, a condizione che la realizzazione dell’impianto sportivo faccia parte del progetto o del lotto funzionale ammesso a contributo;
- Spese per l’acquisto di immobili da destinare ad attività sportive;
- Spese per il rilascio dei pareri del CONI relativi al progetto o al lotto funzionale presentato;
- I.V.A.

TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E DEI PROGETTI
Le istanze potranno essere presentate all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a partire dalle ore 10,00 del 05/07/2018 e non oltre le ore 24,00 del 05/12/2018. Ciascuna istanza dovrà essere relativa ad un solo progetto o lotto funzionale e sarà esaminata con procedura a sportello ed ammessa a contributo fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.creditosportivo.it/banditassozero/sportmissionecomune2018.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Consiglio regionale della Calabria
via Cardinale Portanova
89123 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
Tel:  0965.880796 o 0965.880404
Fax: 0965.880637

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi