FINALITÀ DEL BANDO
Finanziare progetti di rigenerazione urbana attraverso attività culturali e creative.
L’Avviso pubblico si inserisce nel quadro delle azioni istituzionali in materia di rigenerazione urbana nei territori che vivono realtà di fragilità ambientale, sociale, culturale ed economica, non necessariamente lontani dal centro fisico urbano, ma caratterizzati dalla difficile accessibilità a servizi e infrastrutture. A fronte dei radicali cambiamenti in corso e dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, si intende avviare una riflessione su un tema ritenuto di grande urgenza, quale la carenza di servizi e spazi di qualità nelle differenti realtà urbane del paese, utili ad accogliere in sicurezza e in condizioni favorevoli individui e comunità e a creare occasioni per costruire relazioni, confronto e integrazione.

SOGGETTI AMMISSIBILI
Possono presentare proposte soggetti pubblici e privati senza scopo di lucro, dedicati alla cultura e alla creatività contemporanea e radicati nei territori periferici, quali ad esempio: enti pubblici, fondazioni, associazioni culturali, enti del Terzo settore senza scopo di lucro, università, centri di ricerca non profit, imprese sociali e di comunità non profit, società civile organizzata.
Importante è l’apporto di esperti di settore e di mediatori culturali come, ad esempio, architetti, paesaggisti, designer, artisti, registi, filmmaker, fotografi, musicisti, performer, scrittori, psicologi, sociologi, antropologi.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI
Creative Living Lab sostiene microprogetti di immediata realizzazione, innovativi e di qualità, in grado di trasformare le aree e gli spazi residuali in luoghi di scambio e apprendimento, accessibili, fruibili e funzionalmente differenziati, al fine di creare un rapporto sinergico tra ambiente e tessuto sociale, culturale ed economico; interventi orientati al riutilizzo e alla riorganizzazione delle aree dedicate ai servizi, alle attrezzature di quartiere e agli spazi condominiali comuni.
Obiettivi di questa edizione di Creative Living Lab sono:
- realizzare spazi attrezzati per nuove destinazioni e per attività che possono contribuire a trasformare la qualità dei servizi e degli spazi di comunità attraverso la creatività contemporanea;
- favorire il coinvolgimento delle comunità locali nei processi di rigenerazione urbana orientati al potenziamento delle dinamiche socio-culturali di crescita partecipata e al miglioramento della qualità della vita a delle economie locali;
- sperimentare e diffondere metodologie inclusive e aggregative per le comunità residenti, capaci di sviluppare il senso di identità e di appartenenza ai luoghi.
Le proposte devono indicare nuove forme di utilizzo dei luoghi prescelti al fine di migliorare i servizi, la fruizione e le funzioni culturali, di incentivare l’attivazione di percorsi di partecipazione e autocostruzione attraverso il coinvolgimento di istituzioni, professionisti, artisti, cittadini e soggetti attivi sul territorio e di promuovere un sistema di autorganizzazione dal basso che sia tale da favorire un processo di empowerment e di riappropriazione nelle comunità coinvolte.
La realizzazione del progetto deve concludersi tassativamente entro e non oltre 180 giorni naturali e consecutivi decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione della graduatoria. Tutte le attività della proposta devono rispettare la normativa vigente in materia di contenimento del contagio da COVID-19 ed eventuali successive integrazioni e modifiche e prevedere, altresì, la possibilità di rimodulazione e riorganizzazione in caso di nuove indicazioni da parte degli organismi governativi preposti.

RISORSE E AMMONTARE DEI FINANZIAMENTI
Le risorse per l’attuazione dell’avviso ammontano complessivamente a € 1.107.800.
Il finanziamento concedibile a ciascun soggetto proponente è fissato nell’importo massimo di € 50.000. Il finanziamento concesso deve essere utilizzato esclusivamente per la realizzazione della proposta culturale, NON sono previsti sovvenzionamenti per interventi di manutenzione e/o messa in sicurezza di immobili.

MODALITA’ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE
Le proposte devono essere trasmesse, pena esclusione, all’indirizzo PEC:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre le ore 12.00 del 10.03.2021

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.aap.beniculturali.it/creativelab.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Finalità
SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani NEET.

Destinatari
L’incentivo è rivolto ai NEET, donne inattive e disoccupati di lunga durata con una forte attitudine al lavoro autonomo e all’imprenditorialità e che hanno voglia di mettersi in gioco.
Per poter accedere al finanziamento bisogna essere residenti nel territorio nazionale e appartenere a una delle seguenti categorie:
- NEET (Not in Education, Employment or Training), vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
o si sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età
o non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale
- donne inattive, vale a dire donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative
- disoccupati di lunga durata, vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
o non risultano essere occupati in altre attività lavorative
o hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID)

Iniziative ammesse
Possono chiedere i finanziamenti:
- imprese individuali; società di persone; società cooperative/cooperative sociali, composte al massimo da 9 soci:
o costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda, purché inattive
o non ancora costituite, a condizione che vengano costituite entro 90 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni
- associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda, purché inattive

Tipologia interventi ammissibili
Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come ad esempio:
- turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
- servizi alla persona
- servizi per l’ambiente
- servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
- risparmio energetico ed energie rinnovabili
- servizi alle imprese
- manifatturiere e artigiane
- commercio al dettaglio e all'ingrosso
- trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;
Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacultura, della produzione primaria in agricoltura e, in generale, i settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento UE n. 1407/2013.

Spese ammissibili
Possono essere finanziate le seguenti spese:
- strumenti, attrezzature e macchinari
- hardware e software
- opere murarie (entro il limite del 10% del totale delle spese in investimento ammesse)
- spese di gestione quali: locazione di beni immobili e canoni di leasing; utenze; servizi informatici, di comunicazione e di promozione; premi assicurativi; materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; salari e stipendi

Le agevolazioni
L’intervento finanzia al 100% progetti di investimento con un importo compreso tra 5.000 e 50.000 euro.
È possibile richiedere tre diverse tipologie di finanziamenti:
- microcredito, da 5.000 a 25.000 euro
- microcredito esteso, da 25.001 a 35.000 euro
- piccoli prestiti, da 35.001 a 50.000 euro
Si tratta di finanziamenti agevolati senza interessi, senza garanzie, rimborsabili in 7 anni con rate mensili che partono dopo dodici mesi dall’erogazione del prestito.

Tempi di realizzazione
Chi ottiene il finanziamento deve impegnarsi a costituire la società e individuare una sede operativa (se non già fatto in sede di domanda) entro 3 mesi dalla concessione del finanziamento e deve completare il programma di investimento entro 18 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.

Presentazione istanze
La domanda e i relativi allegati possono essere inviati esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia.
Le domande possono essere inviate dalle ore 12.00 del 22 febbraio 2021.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/nuovo-selfiemployment)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Dal 18 gennaio per i concessionari scattano le prenotazioni del bonus auto 2021. Tra gli acquisti incentivati non solo i veicoli elettrici e ibridi, ma anche gli euro 6 a motorizzazione termica.

Finalità
Ecobonus è la misura promossa dal Governo che offre contributi per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni

A chi si rivolge
L’incentivo è rivolto a chi acquista anche in locazione finanziaria e immatricola in Italia veicoli a ridotte emissioni di categoria
- L1 (motocicli),
- M1 (auto) e
- N1 (veicoli commerciali).

Fondo
Sono disponibili oltre 700 milioni di euro per i cittadini per l'acquisto di veicoli a basse emissioni relativi sia alle categorie dei motocicli L1 e delle auto M1 sia alla nuova categoria dei veicoli commerciali N1
E’ previsto, inoltre, un maxi incentivo dedicato alle sole auto elettriche per gli acquirenti con ISEE sotto i 30 mila euro, che dovrebbe partire all'inizio del mese di febbraio 2021.

Contributi per l’acquirente
Gli incentivi riconosciuti variano sulla base delle fasce di emissioni dei veicoli.
Questo è lo schema dei nuovi contributi:
- 0-20 g/km: 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione
- 21-60 g/km: 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione
Alle medesime due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2021, ed in tal caso è anche previsto uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro o 1.000 euro a seconda che sia presente o meno la rottamazione.

Come ottenere l’Ecobonus 2021
Non lo richiede direttamente il cliente che acquista la vettura, ma è il concessionario a farlo. I venditori devono registrarsi nell’Area Rivenditori del sito dedicato del Ministero dei Trasporti e prenotare i contributi relativi ad ogni singolo veicolo.
Otterranno una ricevuta di registrazione della prenotazione e, entro 180 giorni da quest’ultima, dovranno confermare l’operazione trasmettendo il numero di targa del veicolo e la documentazione prevista.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://ecobonus.mise.gov.it/)Piattaforma MISE[Piattaforma MISE]0 kB
Accedi a questo URL (https://www.mise.gov.it/index.php/it/per-i-media/notizie/it/198-notizie-stampa/2041910-ecobonus-automotive-oltre-700-milioni-di-euro-per-l-acquisto-di-nuovi-veicoli)Avviso[Avviso]0 kB

Oggetto
Selezione di 55.793 volontari per il Servizio Civile Universale.
I volontari selezionati saranno impiegati in 3.553 progetti, afferenti a 601 programmi di intervento di Servizio civile universale, in Italia, all’estero e nei territori delle regioni interessate dal PON-IOG “Garanzia Giovani”,

Destinatari
Per fare domanda come volontari del Servizio Civile Universale è necessario essere in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
- cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di
un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
- aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il 28° anno di età alla data di presentazione della domanda;
- assenza da condanne penali;
- per i partecipanti ai progetti Garanzia Giovani, residenza in Italia e adesione a Garanzia Giovani;
- essere disoccupati;
- non appartenere alle forze armate o alla polizia;
- non abbiano già preso parte al Servizio Civile Universale.
Possono, inoltre, partecipare al bando 2021 per il Servizio Civile Universale coloro che, durante il 2020, hanno interrotto il servizio civile a causa dell’epidemia da Covid-19 o coloro che hanno già preso parte al Servizio Civile Regionale.

Articolazione progetti
I progetti di volontariato del Servizio Civile Universale hanno una durata compresa tra gli 8 e i 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali.
I progetti attivi per il bando 2021 sono i seguenti:
- 39.538 operatori volontari saranno avviati in servizio in 2.319 progetti, afferenti a 458 programmi di intervento, da realizzarsi in Italia;
- 8.672 operatori volontari saranno avviati in servizio in 701 progetti, afferenti a 152 programmi di intervento, da realizzarsi in Italia;
- 605 operatori volontari saranno avviati in servizio in 111 progetti, afferenti a 31 programmi di intervento, da realizzarsi all’estero;
- 131 operatori volontari saranno avviati in servizio in 26 progetti, afferenti a 7 programmi di intervento da realizzarsi all’estero ;
- 99 operatori volontari saranno avviati in servizio in 12 progetti , afferenti a 4 programmi di intervento, da realizzarsi in Italia presentati e autofinanziati dall’Associazione Croce Rossa Italiana;
- 6.748 operatori volontari saranno avviati in servizio in 384 progetti, afferenti a 112 programmi di intervento, finanziati dal PON-IOG “Garanzia Giovani” e da realizzarsi nelle regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Piemonte, Puglia e Sardegna.
I volontari dei progetti PON-IONG “Garanzia Giovani” in Calabria sono cosi distribuiti:
- 339 volontari in 22 progetti, afferenti a 5 programmi di intervento, in Calabria, Asse 1;
- 568 volontari in 27 progetti, afferenti a 8 programmi di intervento, in Calabria, Asse 1 bis;
Per conoscere nel dettaglio i progetti disponibili è possibile consultare la pagina https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/cerca-il-progetto/ e cliccare sul motore di ricerca ‘Scegli il tuo progetto in Italia’. Da qui è possibile sia accedere all’elenco generico di tutti i progetti attivi, cliccando su ‘Cerca’ senza inserire preferenze nei box per la ricerca, che effettuare una ricerca tematica, selezionando ad esempio la Regione, la Provincia e / o il Comune di interesse, e / o la denominazione del progetto per il quale si intende concorrere, e / o utilizzando gli altri filtri di ricerca disponibili.

Selezione
La procedura selettiva sarà effettuata dall’ente promotore del progetto per cui si fa domanda. I candidati saranno selezionati in base alla valutazione dei titoli e tramite un colloquio orale.

Retribuzione
I volontari riceveranno un assegno mensile dall’importo di € 493,50. Nel caso in cui il volontario risieda in un comune diverso da quello di svolgimento del progetto, è previsto un rimborso spese per del solo viaggio iniziale per il raggiungimento della sede del progetto (aereo, treno, pullman, traghetto, purché risulti il mezzo più economico). Parimenti ha diritto al rimborso delle spese per il raggiungimento del luogo di residenza al termine del servizio, che avverrà con le stesse modalità.

Domanda e termini
La domanda di partecipazione al bando per volontari del Servizio Civile Universale deve essere presentata direttamente all’ente titolare del progetto prescelto, ed inviata entro il giorno 15 Febbraio 2021 esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it
Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma occorre essere in possesso dello SPID.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://domandaonline.serviziocivile.it)Domanda di partecipazione[Domanda di partecipazione]0 kB
Accedi a questo URL (https://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandoord_2020.aspx)Bando[Bando]0.2 kB
Accedi a questo URL (https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/cerca-il-progetto/)Cerca il progetto[Cerca il progetto]0.2 kB
Accedi a questo URL (https://www.youtube.com/watch?v=uFQGpbFt2Ew)Spot Bando Servizio Civile[Spot Bando Servizio Civile]0 kB

Finalità
L'avviso a sportello finanzia iniziative per il contrasto della povertà educativa, delle disuguaglianze e i divari socio-economici sui giovani under 18, acuiti dalla pandemia di coronavirus.
A causa del diffondersi della pandemia da coronavirus, la situazione sociale, economica e culturale dei minorenni è nettamente peggiorata: studi nazionali evidenziano che gli effetti sull’economia e la chiusura di molti servizi hanno inciso sulla povertà economica e acuito le disuguaglianze e i divari che sono alla base della povertà educativa.

Destinatari
Possono partecipare all'iniziativa
- le organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di enti del Terzo settore,
- le imprese sociali, gli enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica,
- le scuole statali, non statali paritarie, non paritarie, di ogni ordine e grado,
- i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia pubblici e privati.
Questi soggetti devono sussistere da almeno due anni dalla data di pubblicazione dell’avviso.

Tipologia progetti
L'avviso pubblico volto a promuovere l’attuazione di progetti che prevedono azioni sperimentali e innovative, educative e ludiche, per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza, in grado di favorire il benessere psico-fisico, l’apprendimento e lo sviluppo dei bambini e degli adolescenti, soprattutto di coloro i quali si trovano in condizione di svantaggio e vulnerabilità.
I progetti, presentati individualmente o in partnership, devono attivare o consolidare la "comunità educante" attraverso interventi e azioni, in linea con gli obiettivi della Child Guarantee, in quattro aree tematiche:
- cittadinanza attiva;
- non-discriminazione;
- dialogo intergenerazionale;
- ambiente e sani stili di vita.
Inoltre, le proposte devono avere come destinatari finali i minori individuati per fasce di età (0-6 anni; 5-14 anni; 11-17 anni), salvo il caso di interventi finalizzati a favorire azioni specifiche di scambio e di dialogo.

Durata progetti
I progetti ammessi a finanziamento dovranno avere una durata di 12 mesi. Non sono ammesse al finanziamento proposte che abbiano usufruito o usufruiscano di altri finanziamenti o benefici economici di qualsiasi tipo di carattere europeo, nazionale, regionale e locale.

Risorse finanziaria
Le risorse finanziarie dedicate all'avviso sono pari a 10 milioni di euro.

Contributo concedibile
Il contributo per singolo progetto approvato sarà compreso fra i 35mila e i 200mila euro.

Termine presentazione
Le domande per partecipare potranno essere presentate entro il 30 aprile 2021.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://famiglia.governo.it/it/politiche-e-attivita/finanziamenti-avvisi-e-bandi/avvisi-e-bandi/avviso-pubblico-educare-insieme/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]40 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

tel. 0965.880992

Privacy Policy

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi