Finalità
La LINEA 2 “Strumento di Sostegno alle Imprese Sociali e Enti del Terzo Settore” è orientata al rafforzamento delle Imprese Sociali e degli ETS
La misura è finalizzata alla concessione di un sostegno sotto forma di:
prestito a tasso agevolato
supporto tecnico fornito da Fincalabra (accompagnamento e tutoraggio)
sovvenzione a fondo perduto
La misura ha ad oggetto la realizzazione di interventi volti ad agevolare il processo di rafforzamento delle Imprese Sociali e degli ETS che intendono realizzare programmi di investimento finalizzati a:
i. attività di certificazione di qualità delle imprese e delle organizzazioni del terzo settore che erogano servizi di welfare;
ii. attività di promozione di network tra imprese sociali;
iii. la promozione degli strumenti di rendicontazione sociale;
iv. la formazione e la qualificazione di specifiche figure professionali sociali;
v. progetti di innovazione delle forme giuridiche e organizzative.
e/o
vi. piani di sviluppo per incrementare il numero degli inserimenti lavorativi di persone svantaggiate, attraverso il potenziamento della produzione e il miglioramento dei processi organizzativi;
vii. piani di riconversione e riposizionamento nel mercato finalizzato a mantenere lo stato occupazionale delle persone svantaggiate, attraverso il rinnovamento e la trasformazione della produzione e la ristrutturazione dei processi organizzativi

Beneficiari
Imprese sociali, Enti del Terzo settore riconducibili alla definizione di piccola e media impresa di cui all’Allegato 1 al Reg. 651/2014 (Imprese sociali, di cui all’art. 1 del D. Lgs. 112/2017, iscritte nella sezione speciale delle imprese sociali del Registro delle imprese, e gli ETS di cui all’art. 4 del D. Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 e ss.mm.ii)

Investimenti agevolabili
i. opere murarie nel limite massimo del 30% delle spese ammissibili
ii. macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
iii. investimenti immateriali;
iv. l'imposta di registro, se afferente all'operazione;
v. spese per consulenze legali, parcelle notarili e spese relative a perizie tecniche o finanziarie, nonché le spese per contabilità o audit, se direttamente connesse all'operazione cofinanziata e necessarie per la sua preparazione o realizzazione;
vi. le spese afferenti all’apertura di uno conto bancario esclusivamente dedicato all’operazione;
vii. le spese per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari.
Le spese ammissibili al sostegno finanziario sotto forma di sovvenzione sono concedibili entro il limite massimo del 20% delle spese ammissibili sopra elencate (Costi di investimento), e sono le seguenti:
i. costi di locazione;
ii. utenze;
iii. spese di promozione e pubblicità, comprese le campagne di web marketing;
iv. costi di consulenza;
v. spese per risorse umane inerenti ad oneri e retribuzioni;
vi. materie prime
vii. corsi di formazione volti ad elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali dei soci e dei dipendenti.

Dotazione finanziaria
Per gli aiuti concessi a valere sulle risorse di cui alla Linea 2 del FROIS, € 9.200.000,00; per gli aiuti concessi a valere sulle risorse della Exit Strategy FUOC, Fondo Garanzia Microcredito e Fondo Garanzia Occupazione POR CALABRIA FSE 2007/2014 DGR 375/2017 €1.781.000,00

Tipologia ed intensità dell’intervento finanziario
La misura di sostegno è concessa ai sensi del Reg. 1407/2013, “de minimis” o ai sensi dell’Art. 22 del Reg. 651/2014 , sotto forma sia di prestito sia di sovvenzione nella misura massima del 100% dell’importo ammissibile dell’investimento.

Importo massimo dell’intervento finanziario
L’importo massimo del prestito è pari ad euro 300.000 (finanziamento pari al 100% delle spese ammissibili)
L’importo del supporto tecnico (accompagnamento e tutoraggio) è pari a euro 10.000
L’importo della sovvenzione a fondo perduto nella misura massima del 20% delle spese ammissibili sotto forma di finanziamento

Caratteristiche finanziamento
Tasso di interesse: 0%
Durata finanziamento: 72 mesi, con decorrenza 12 mesi dalla data di erogazione
Rimborso: in rate costanti posticipate mensili, con decorrenza dodici mesi dalla data della prima erogazione
Garanzia: nessuna

Presentazione delle domande
Lo sportello per l'inserimento delle domande aprirà il giorno 20 Aprile 2022 alle ore 10:00 e chiuderà il giorno 31 Dicembre 2022 alle ore 18:00.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://calabriaeuropa.regione.calabria.it/bando/fondo-regionale-occupazione-inclusione-e-sviluppo-frois-dgr-n-617-del-07-12-2018)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

E’ stato pubblicato un bando concorso finalizzato alla copertura di 1660 posti di lavoro presso le sedi del Ministero della Giustizia in tutta Italia, rivolto a laureati.

Posti a concorso
n. 180 posti per Tecnico IT senior
Titolo di studio richiesto: Laurea triennale (L) in: L-31 Scienze e tecnologie informatiche; L-7 Ingegneria civile e ambientale; L-8 Ingegneria dell’informazione; L9 Ingegneria Industriale; L-30 Scienze e tecnologie fisiche; L-35 Scienze matematiche; e titoli equiparati (lauree vecchio ordinamento / specialistica / magistrale) o equipollenti;

n. 200 posti per Tecnico di contabilità senior
Titolo di studio richiesto: Laurea triennale (L) in: L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; e titoli equiparati (lauree vecchio ordinamento / specialistica / magistrale);

n. 150 posti per Tecnico di edilizia senior
Titolo di studio richiesto: Laurea (L) in: L-7 Ingegneria civile e ambientale; L-8 Ingegneria dell’informazione; L-9 Ingegneria Industriale; L17 Scienze dell’architettura e titoli equiparati (lauree vecchio ordinamento / specialistica / magistrale);

n. 40 posti per Tecnico statistico
Titolo di studio richiesto: Laurea (L) in: L-41 Statistica e titoli equiparati o equipollenti (lauree vecchio ordinamento / specialistica / magistrale);

n. 1060 posti per Tecnico di amministrazione
Titolo di studio richiesto: Laurea (L) in: L-14 Scienze dei servizi giuridici; L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; e titoli equiparati ed equipollenti (lauree vecchio ordinamento / specialistica / magistrale);

n. 30 posti per Analista di organizzazione
Titolo di studio richiesto: Laurea (L) in: L-14 Scienze dei servizi giuridici; L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; L-9 Ingegneria industriale; L-40 Sociologia; L- 41 Statistica; L-24 Scienze e tecniche psicologiche indirizzo psicologia del lavoro e dell’organizzazione del lavoro; e titoli equiparati ed equipollenti (lauree vecchio ordinamento / specialistica / magistrale).

Procedura selettiva
I concorsi si espleteranno attraverso due fasi:
valutazione dei titoli (massimo 15 punti in totale);
una prova d’esame scritta (massimo 30 punti in totale).
Dopo la valutazione dei titoli sarà creata una graduatoria distrettuale per ogni profilo. L’accesso alla prova scritta è riservata a un numero massimo di candidati pari a 20 volte il numero dei posti a concorso per ciascun profilo e per ciascun codice di concorso.
La prova d’esame scritta si svolgerà esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali, anche presso sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando comunque la trasparenza e l’omogeneità delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti.
La prova scritta, unica per tutti i profili e per tutti i codici di concorso, consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla, da risolvere nell’arco di 60 minuti.

Domanda di partecipazione
Gli interessati ai concorsi dovranno inviare la domanda esclusivamente per via telematica compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-one 2019» entro le ore 14,00 del 28 Aprile 2022.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-04-01&atto.codiceRedazionale=22E04101)Bando di concorso[Bando di concorso]0 kB

Finalità
Il MOI (Linea 1) ha come obiettivo l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali da parte di lavoratori svantaggiati o molto svantaggiati.
La finalità è perseguita attraverso il sostegno agli investimenti per la creazione di nuove imprese (mediante la realizzazione di investimenti in attivi materiali ed immateriali e la eventuale acquisizione di servizi).
La misura è finalizzata alla concessione di un sostegno sotto forma di:
• prestito a tasso agevolato
• supporto tecnico fornito da Fincalabra SpA (accompagnamento e tutoraggio)
• sovvenzione a fondo perduto

Beneficiari
Le imprese dovranno essere costituite da uno o più soggetti aventi i requisiti di:
• lavoratori svantaggiati: rientra in tale categoria chiunque soddisfi, alla data di presentazione della domanda, una delle seguenti condizioni: a) non avere un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; o b) avere un'età compresa tra i 15 e i 24 anni (nel rispetto della legislazione italiana); o c) non possedere un diploma di scuola media superiore o professionale (livello ISCED 3) o aver completato la formazione a tempo pieno da non più di due anni e non avere ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito; o d) aver superato i 50 anni di età; o e) essere un adulto che vive solo con una o più persone a carico; o f) essere occupato in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici dello Stato membro interessato se il lavoratore interessato appartiene al genere sottorappresentato; o g) appartenere a una minoranza etnica di uno Stato membro e avere la necessità di migliorare la propria formazione linguistica e professionale o la propria esperienza lavorativa per aumentare le prospettive di accesso ad un'occupazione stabile.
molto svantaggiati: rientra in tale categoria chiunque soddisfi, alla data di presentazione della domanda, una delle seguenti condizioni: a) lavoratore privo da almeno 24 mesi di impiego regolarmente retribuito; o b) lavoratore privo da almeno 12 mesi di impiego regolarmente retribuito che appartiene a una delle categorie di cui alle lettere da b) a g) della definizione di “lavoratore svantaggiato”.
Nel caso di imprese costituite sotto forma di società i requisiti soggettivi devono essere posseduti almeno dalla maggioranza dei soci o da uno o più soci che nel complesso detengono il 51% delle quote sociali.

Investimenti agevolabili
opere murarie (entro il limite del 30% del totale dei costi ammissibili)
macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
• investimenti immateriali
• l’imposta di registro, se afferente all’operazione;
• spese per consulenze legali, parcelle notarili e spese relative a perizie tecniche o finanziarie, nonché le spese per contabilità o audit, se direttamente connesse all’operazione cofinanziata e necessarie per la sua preparazione o realizzazione;
• le spese afferenti all’apertura di uno conto bancario esclusivamente dedicato all’operazione;
• le spese per garanzie.
Le spese ammissibili al sostegno finanziario sotto forma di sovvenzione sono concedibili entro il limite massimo del 25% delle spese ammissibili sopra elencate (Costi di investimento), e sono le seguenti:
1. costi di locazione;
2. utenze;
• costi generali;
1. costi di consulenza;
2. spese per risorse umane inerenti ad oneri e retribuzioni
3. materie prime.

Tipologia ed intensità dell’intervento finanziario
La misura di sostegno è concessa in regime “De Minimis”, ai sensi del Regolamento (CE) n. 1407/2013, sotto forma sia di prestito sia di sovvenzione nella misura massima del 100% dell’importo ammissibile dell’investimento.

Importo massimo dell’intervento finanziario
L’importo massimo del prestito è pari ad euro 40.000 (finanziamento pari al 100% delle spese ammissibili)
L’importo del supporto tecnico (accompagnamento e tutoraggio) è pari a euro 6.000
L’importo della sovvenzione a fondo perduto nella misura massima del 25% delle spese ammissibili sotto forma di finanziamento

Caratteristiche finanziamento
Tasso di interesse: 0%
Durata finanziamento: 72 mesi, con decorrenza 12 mesi dalla data di erogazione
Rimborso: in rate costanti posticipate mensili, con decorrenza dodici mesi dalla data della prima erogazione
Garanzia: nessuna

Dotazione finanziaria
11 milioni di euro

Sportello per la presentazione delle domande
Lo sportello per l’inserimento delle domande aprirà il giorno 20 Aprile 2022 alle ore 10:00 e chiuderà il giorno 31 Dicembre 2022 alle ore 18:00.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://calabriaeuropa.regione.calabria.it/bando/fondo-regionale-occupazione-inclusione-e-sviluppo-frois-dgr-n-617-del-07-12-2018)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso finalizzato alla copertura di 3750 posti di lavoro presso le sedi del Ministero della Giustizia in tutta Italia, rivolti a diplomati.
Il concorso prevede l’assunzione, a tempo determinato, di personale tecnico-amministrativo.

Posti a concorso
n. 280 posti per Tecnico IT junior
Inserimento in area seconda, fascia economica F2.
Titolo di studio richiesto: Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di Istituto Tecnico del Settore Tecnologico – Indirizzo Informatica e telecomunicazioni o diplomi equipollenti o titoli superiori assorbenti;
n. 400 posti per Tecnico di contabilità junior
Inserimento in area seconda, fascia economica F2.
Titolo di studio richiesto: Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di Istituto Tecnico del Settore Economico – indirizzo amministrazione, finanza e marketing o diplomi equipollenti o titoli superiori assorbenti;
n. 70 posti per Tecnico di edilizia junior
Inserimento in area seconda, fascia economica F2.
Titolo di studio richiesto: Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di Istituto Tecnico del Settore Tecnologico – Indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio o diplomi equipollenti o titoli superiori assorbenti;
n. 3000 posti per Operatore di data entry
Inserimento in area seconda, fascia economica F1.
Titolo di studio richiesto: diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.

Procedura selettiva
1.valutazione dei titoli (massimo 15 punti in totale);
2.una prova d’esame scritta (massimo 30 punti in totale) riservata a un numero massimo di candidati pari a 20 volte il numero dei posti a concorso per ciascun profilo e per ciascun codice di concorso. La prova d’esame scritta si svolgerà esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali, anche presso sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, assicurando comunque la trasparenza e l’omogeneità delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti. La prova scritta, unica per tutti i profili e per tutti i codici di concorso, consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla, da risolvere nell’arco di 60 minuti

Modalità di partecipazione
Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, mediante la piattaforma StepOne www.ripam.cloud/

Termine presentazione domande
ore 14:00 del 28 aprile 2022

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-04-01&atto.codiceRedazionale=22E04100)Bando di concorso[Bando di concorso]0 kB

Finalità
L’avviso Cluster 3 è finalizzato a raccogliere le manifestazioni di interesse legate alla realizzazione di nuovi impianti o alla rigenerazione di impianti esistenti su cui sussista l’interesse sportivo/agonistico di almeno una Federazione Sportiva. Il coinvolgimento delle Federazioni consentirà una maggiore efficacia delle iniziative per la promozione della cultura sportiva e della partecipazione allo sport, garantendo uguale visibilità a tutte le discipline

Destinatari
Possono partecipare alla presente selezione pubblica esclusivamente i Comuni italiani sul cui territorio sono presenti impianti di proprietà pubblica da rigenerare o proprietari delle aree su cui realizzare nuovi impianti, per i quali le Federazioni sportive manifestino l’interesse alla realizzazione degli interventi.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le seguenti spese, purché coerenti con le finalità dell’intervento:
a) lavori;
b) incentivi per funzioni tecniche,
c) spese tecniche per incarichi esterni;
d) imprevisti;
e) pubblicità;
f) attrezzature nei limiti del 10% del contributo richiesto;
g) altre voci di costo previste nei quadri economici di lavori pubblici

Durata e termini di realizzazione degli interventi
I lavori relativi alla tipologia d’intervento proposto devono essere aggiudicati entro 31 marzo 2023 e terminati entro e non oltre 31 gennaio 2026.

Entità del contributo
Ciascun intervento potrà ricevere un contributo massimo pari ad € 4.000.000,00

Dotazione finanziaria
162 milioni di euro. Almeno il 40% delle risorse è destinato a candidature proposte da parte di enti locali appartenenti alle Regioni del Mezzogiorno.

Modalità e Termini di partecipazione
I Comuni interessati dovranno far pervenire la manifestazione di interesse entro le ore 12,00 del 22 aprile 2022 all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.sport.governo.it/it/pnrr/documentazione/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

via Cardinale Portanova

89123 Reggio Calabria

tel. 0965.880992

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

Privacy Policy

   

 

 

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e bandi