L’intervento “Reti di impresa per l’artigianato digitale” è finalizzato a sostenere programmi innovativi, localizzati sull’intero territorio nazionale e realizzati da reti di imprese, per la diffusione, la condivisione e lo sviluppo produttivo delle tecnologie di fabbricazione digitale.

Soggetti proponenti

Reti di imprese (Associazioni temporanee di imprese, Raggruppamenti temporanei di imprese, Contratti di rete) ovvero Consorzi che:
- siano costituiti da almeno 15 imprese;
- vedano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.

Programmi ammissibili

I programmi devono essere finalizzati al conseguimento di uno o più dei seguenti obiettivi dello strumento agevolativo:
- creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza, agli artigiani e alle microimprese;
- creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell’artigianato digitale;
- creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
- messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
- creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.

Devono inoltre prevedere:
- spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 1.400.000,00;
- una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione;
- forme di collaborazione con Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome, Imprese ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.

Risorse

La risorse stanziate ammontano a 9,06 milioni di euro.

Termini per la presentazione delle domande

Le domande di agevolazione possono essere trasmesse entro le ore 12:00 del 25 settembre 2015.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/reti-di-impresa-per-artigianato-digitale)Avviso Ministero sviluppo economico[Avviso Ministero sviluppo economico]0 kB

 

Via libera alle nuove disposizioni attuative e procedurali relative agli incentivi per la reindustrializzazione e il rilancio delle aree industriali in crisi, di cui alla legge n. 181/89, gestiti da Invitalia. Il nuovo quadro regolamentare è stato definito dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 9 giugno 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 3 agosto 2015

L’incentivo è rivolto alle piccole, medie e grandi imprese costituite in forma societaria, comprese le società cooperative e la società consortili.

Gli incentivi prevedono importanti novità:
- diventano finanziabili anche i programmi di investimento per la tutela ambientale, il turismo e i progetti di innovazione organizzativa;
- la partecipazione al capitale sociale da parte di Invitalia non sarà più obbligatoria, ma potrà avvenire su richiesta dell’impresa.

I programmi di investimento ammissibili comprendono:
- investimenti produttivi, tra cui:
1.realizzazione di nuove unità produttive;
2.ampliamento e/o riqualificazione di unità produttive esistenti;
3.realizzazione di nuove unità produttive o ampliamento di unità produttive esistenti, che eroghino servizi turistici;
4.acquisizione di attivi di uno stabilimento.

- Investimenti per la tutela ambientale, atti a:
1.elevare il livello di tutela ambientale risultante dalle attività dell’impresa;
2.consentire l’adeguamento anticipato a nuove norme dell’Unione Europea che innalzano il livello di tutela ambientale;
3.ottenere una maggiore efficienza energetica;
4.favorire la cogenerazione ad alto rendimento;
5.promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili;
6.risanamento di siti contaminati;
7.riciclaggio e riutilizzo di rifiuti.
◾investimenti per l’innovazione dell’organizzazione.

Relativamente alle spese ammissibili per gli investimenti produttivi, si considerano:
◾suolo aziendale e sue sistemazioni;
◾opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali;
◾macchinari, impianti ed attrezzature varie;
◾programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione;
◾immobilizzazioni immateriali.

In relazione agli investimenti per l’innovazione dell’organizzazione, le spese ammissibili fanno riferimento a:
◾personale dipendente;
◾strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione;
◾ricerca contrattuale, conoscenze e brevetti, servizi di consulenza;
◾spese generali;
◾materiali utilizzati.

Gli incentivi sono concessi nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, alle condizioni ed entro i limiti previsti dal Regolamento GBER.

Invitalia valuta i progetti ed eroga le agevolazioni.

 

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.invitalia.it/site/new/home/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/rilancio-aree-industriali/la-legge-18189/documento19006216.html)Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 giugno 2015[Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 giugno 2015]0 kB
Accedi a questo URL (http://www.invitalia.it/site/new/home/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/rilancio-aree-industriali/la-legge-18189/documento19006223.html)Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 6 agosto 2015 n.59282[Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 6 agosto 2015 n.59282]0 kB

Finalità
Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, ai sensi della legge n. 241/1990, indice un Avviso pubblico per promuovere un piano di azioni tese a sostenere i talenti e l’innovazione sociale e tecnologica delle giovani generazioni, a valere sulle risorse del Fondo per le politiche giovanili, istituito con l’art. 19 del D.L. n. 223 del 4 luglio 2006, convertito con modificazioni nella legge 4 agosto 2006 n. 248.

Destinatari e beneficiari
Le azioni progettuali, a pena di esclusione, devono avere come destinatari diretti giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni. Il target di riferimento deve essere precisamente definito nella proposta progettuale attraverso l’indicazione del numero di giovani su cui si intende agire direttamente ed il contesto sociale di intervento.

Soggetti proponenti
Possono presentare la Proposta di Progetto, in qualità di proponente singolo o di soggetto capofila dell’ATS, esclusivamente le organizzazioni, che si siano costituite, in forma di atto pubblico o di scrittura privata registrata, da almeno 5 anni, e rientranti in una delle seguenti categorie:
- Associazioni di promozione sociale (di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383);
- Cooperative sociali (di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381);
- Organizzazioni di volontariato (di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266);
- Fondazioni;
- Enti morali, Enti ecclesiastici e Associazioni la cui ordinaria attività e le cui finalità istituzionali non siano incompatibili con le finalità del presente Avviso.

Finanziamento
La cifra massima disponibile, per il seguente Avviso, è pari a 2.500.000,00 Euro. La richiesta di finanziamento pubblico per ciascun progetto presentato non potrà essere inferiore a 50.000 Euro e superiore a 150.000,00 Euro.
Sarà fatto obbligo al soggetto proponente (in caso di ATS Capofila e Associati) di garantire un co-finanziamento pari ad almeno il 25% del costo totale del progetto. Di tale percentuale almeno la metà dovrà essere garantita con risorse finanziarie proprie e la restante quota con risorse umane e strumentali. Il finanziamento massimo concedibile dal Dipartimento non potrà essere quindi superiore al 75% del costo complessivo del progetto.

Termini presentazione
I progetti potranno essere presentati a partire dal 20 luglio 2015 e fino alle ore 18,00 del 21 settembre 2015.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it/sx/avvisi-e-bandi/avvisi-e-bandi-dipartimentali/politiche-giovanili/avvisogiovanitalenti.aspx)Avviso e Allegati[Avviso e Allegati]23 kB

Il Bando “Brains2South” è promosso dalla Fondazione CON IL SUD ed è rivolto a ricercatori italiani e stranieri che svolgono la propria attività all’estero o in Italia (al di fuori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia). Obiettivo dell’iniziativa è “attrarre” giovani eccellenze nei centri di ricerca e nei dipartimenti universitari del Sud, nell’ottica di rafforzare i legami con il resto del mondo e come opportunità per sviluppare e potenziare carriere indipendenti.

A disposizione 3,5 milioni di euro. Il bando scade il 7 ottobre 2015.

La novità di quest’anno è che saranno direttamente i ricercatori, con esperienza nei settori scientifico e tecnologico, a proporre progetti di ricerca applicata (anche di 4 anni), indicando una o più host institution in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia Sardegna, Sicilia presso cui potrebbero essere sviluppati.

La Fondazione sosterrà progetti di ricerca scientifica applicata, dalla forte valenza innovativa, capaci di individuare soluzioni pratiche e specifiche in campo tecnologico, energetico, manifatturiero, nanotecnologico, ICT, agroalimentare, biomedico, farmaceutico, diagnostico, nello studio e conservazione dei beni culturali o ambientali.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.fondazioneconilsud.it/bandi-e-iniziative/leggi/2015-07-14/bando-brains2south/)Bando e allegato[Bando e allegato]0 kB

 

Finalità dell'avviso
Promuovere una corretta educazione alimentare viene emanato il presente avviso destinato a progetti di eccellenza presentati dalle istituzioni scolastiche e volti a promuovere la valorizzazione dell'educazione alimentare e a corretti stili di vita in relazione alle tematiche oggetto della manifestazione nazionale Expo Milano 2015

Soggetti coinvolti
stituzioni scolastiche singole o organizzate in reti di scuole reti.

Termini e modalità di presentazione
I progetti dovranno essere presentati entro e non oltre il 04 agosto 2015.

Costi ammissibili
Ciascun progetto potrà prevedere una richiesta di finanziamento di max 172.114,50 euro.
Sono ritenuti ammissibili i costi riconducibili alla progettazione specifica e relativi a spese per:
- spese generali (gestione amministrativa, coordinamento, spese vive, organizzazione, progettazione e
- pianificazione temporale);
- vitto, alloggio e trasporto;
- acquisto di attrezzature specifiche alla realizzazione progettuale;
- spese vane,
- acquisto di beni di consumo e/ o forniture;
- onorari di esperti

Allegati:
Scarica questo file (MIUR.AOODPIT.REGISTRO_DECRETI_DIPARTIMENTALI.0000769.17-07-20151-1.pdf)Avviso MIUR[Avviso MIUR]3787 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Consiglio regionale della Calabria
via Cardinale Portanova
89123 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
Tel:  0965.880796 o 0965.880404
Fax: 0965.880637

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi