Finalità
Sostenere gli interventi di efficienza energetica su edifici, impianti e processi produttivi realizzati da imprese, da ESCO (Energy service company) e dalla Pubblica Amministrazione, attraverso l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato o la concessione di garanzie su singole operazioni di finanziamento.

Destinatari
I destinatari delle agevolazioni sono:
- imprese (in forma singola o associata/aggregata quali Consorzi, Contratti di rete e ATI),
- ESCO (in forma singola o associata/aggregata quali Consorzi, Contratti di rete e ATI),
- Pubbliche Amministrazioni (in forma singola o associata/aggregata quali Protocolli d’intesa, Convenzioni, Accordi di programma).

Cosa finanzia il fondo
Sono finanziabili le iniziative riguardanti:
- riduzione dei consumi di energia nei processi industriali
- realizzazione e/o l’implementazione di reti ed impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento
- efficientamento di servizi ed infrastrutture pubbliche, inclusa la pubblica illuminazione
- riqualificazione energetica degli edifici.
Gli interventi finanziabili alle imprese devono prevedere azioni di miglioramento dell’efficienza energetica dei processi e dei servizi, compresi gli edifici in cui viene esercitata l’attività economica. Sono finanziabili anche gli interventi di installazione o potenziamento di reti e impianti per il teleriscaldamento e teleraffrescamento efficienti. Per queste tipologie di agevolazioni, le imprese devono apportare un contributo finanziario non inferiore al 15% del costo del progetto mediante mezzi propri.
Mentre per quel che riguarda gli interventi finanziabili alle pubbliche amministrazioni, devono prevedere azioni di miglioramento dell’efficienza energetica dei servizi e delle infrastrutture pubbliche, compresa l’illuminazione pubblica. Inoltre, devono agire nella direzione di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici di proprietà della pubblica amministrazione e degli edifici destinati ad uso residenziale, con particolare riguardo all’edilizia popolare.

Agevolazioni previste dal fondo
Per le Imprese e le ESCO le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento e/o garanzia. Le richieste di accesso alle agevolazioni sotto forma di garanzia e/o garanzia e finanziamento devono essere esclusivamente presentate attraverso banche o intermediari finanziari a vantaggio dei soggetti beneficiari. Per la PA le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento.
Garanzia
E’ prevista per le Imprese e le ESCO una garanzia su singole operazioni di finanziamento (comprensive di capitale ed interessi) e copre fino all’80% dei costi agevolabili per importi da 150.000 a 2.500.000 euro. Durata massima di 15 anni (art. 9 comma 3 del DM).
Finanziamento a tasso agevolato dello 0.25%
Per le Imprese e le ESCO c’è un finanziamento a tasso agevolato dello 0.25% a copertura di un massimo del 70% dei costi agevolabili per importi compresi tra 250.000 e 4.000.000 euro. Durata massima 10 anni (art. 9 comma 4 del DM) per le PA a copertura di un massimo del 60% dei costi agevolabili (80% in caso di interventi su infrastrutture pubbliche, compresa l’illuminazione pubblica) per importi compresi tra 150.000 e 2.000.000 euro. Durata massima 15 anni (artt. 13 e 14 del DM). Il soggetto beneficiario deve garantire la copertura finanziaria del progetto di investimento pari all’importo non coperto dalle agevolazioni concedibili (e comunque non inferiore al 15%).
Cumulabilità delle agevolazioni
Le agevolazioni sono cumulabili con altri aiuti di stato (comunitari, nazionali e regionali) nel limite del regolamento di riferimento: artt. 38 e 46 del GBER e regime de minimis. Nel caso di PA sono cumulabili con contributi fino ad un finanziamento massimo complessivo pari al 100% dei costi ammissibili.

Spese ammissibili
Spese ammissibili sono quelle sostenute per:
- consulenze (nella misura max del 10% delle spese ammissibili) con riferimento in particolare alle spese per progettazioni ingegneristiche relative alle strutture dei fabbricati e degli impianti, direzione lavori, collaudi di legge, progettazione e implementazione di sistemi di gestione energetica, studi di fattibilità nonché la predisposizione dell’attestato di prestazione energetica degli edifici e della diagnosi energetica degli edifici pubblici
- impianti, macchinari e attrezzature le apparecchiature, gli impianti nonché macchinari e attrezzature varie (inclusi i sistemi di telegestione, telecontrollo e monitoraggio per la raccolta dei dati riguardanti i risparmi conseguiti) comprensivi delle forniture di materiali e dei componenti previsti per la realizzazione dell’intervento interventi sull’involucro edilizio comprensivi di opere murarie e assimilate, ivi inclusi i costi per gli interventi di mitigazione del rischio sismico, qualora riguardanti elementi edilizi interessati dagli interventi di efficientamento energetico;
- infrastrutture specifiche comprese le opere civili, i supporti, le linee di adduzione dell’acqua, dell’energia elettrica – comprensivo dell’allacciamento alla rete – del gas e/o del combustibile biomassa necessari per il funzionamento dell’impianto, nonché i sistemi di misura dei vari parametri di funzionamento dell’impianto.

Dotazione finanziaria
310 milioni di euro

Valutazione
E' una misura a sportello, pertanto le domande sono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e non ci sono graduatorie.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/fnee)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.1 kB

Il Gruppo FS
Ferrovie dello Stato Italiane SpA è la più importante società operante nel trasporto ferroviario in Italia, nonché una delle maggiori realtà industriali del nostro Paese.
FS Italiane è la capogruppo di una holding composta davarie società, ciascuna specializzata in un determinato settore di business: Trenitalia, uno dei primi operatori ferroviari in Europa, Rete Ferroviaria Italiana, che gestisce l’infrastruttura nazionale, Italferr,attiva nel campo dell’ingegneria dei trasporti ferroviari, Grandi Stazioni Rail e Grandi Stazioni Immobiliare, che si occupano di valorizzare, riqualificare e commercializzare le stazioni ferroviarie italiane, Busitalia – Sita Nord, operatore specializzato in servizi su gomma e integrati ferro/gomma per i trasporti pubblici locali in Veneto, Toscana, Umbria e Campania.

Piano di crescita
FS sta portando avanti un piano strategico decennale, che prevede una riorganizzazione aziendale e un notevole incremento del personale. Il Gruppo, infatti, prevede di effettuare ben 31mila assunzioni in 10 anni, in particolare nell’ambito di un programma di interventi per potenziare infrastrutture, mobilità, logistica e digitalizzazione, a favore anche di uno sviluppo internazionale.
Nei mesi scorsi, Ferrovie dello Stato ha lanciato una maxi campagna di recruiting per il 2019, per assumere oltre 4mila nuove risorse, e dallo scorso anno sta portando avanti un piano di inserimenti in RFI per Addetti alla Manutenzione e alla Circolazione. L’azienda di trasporti ha presentato, inoltre, il nuovo Piano Industriale 2019 – 2023, un programma di misure che porterà 15mila inserimenti diretti in FS e creerà ben 600mila opportunità di impiego in 5 anni grazie all’indotto.

Offerte di lavoro
Periodicamente Trenitalia seleziona varie figure da inserire per collaborazioni temporanee oppure per assunzioni con contratti di lavoro a tempo indeterminato, stage e apprendistato. Le selezioni vengono attivate, durante l’anno, su tutto il territorio nazionale, e possono riguardare diplomati, laureati o candidati con licenza media, sia esperti che senza esperienza. Tra le figure maggiormente ricercate ci sono Operatori Specializzati nella Manutenzione, Capitreno, Macchinisti e altri profili.

Opportunità per i giovani e i professionisti
Trenitalia offre interessanti opportunità di inserimento sia per i giovani, anche senza esperienza, che per professionisti esperti in vari ambiti. Per quanto riguarda i candidati più inesperti, le assunzioni Ferrovie dello Stato sono rivolte particolarmente a studenti e neolaureati, in particolare in Ingegneria Civile e dell’Architettura, Industriale e dell’Informazione, Architettura e discipline economiche, giuridiche ed umanistiche, che hanno conseguito il titolo di studio con ottimi voti, per i quali sono previsti appositi programmi di formazione on the job e sviluppo nelle aree Ingegneria, Produzione e Circolazione, Sicurezza, Qualità, Manutenzione, Marketing e Commerciale, Investimenti, Acquisti e Logistica, Immobiliare e Servizi, Risorse Umane, Legale, Strategia e Pianificazione, Internal Auditing, ICT, Amministrazione Finanza e Controllo, e relazioni Esterne.
Non mancano i posti di lavoro per diplomati, che vengono per lo più impiegati nelle mansioni di Macchinista, Operatore Specializzato della Circolazione, Capo Tecnico, Capo Treno / Capo Servizi Treno, Capo Stazione, Operatore Specializzato della Manutenzione e Specialista Tecnico Commerciale. Per la maggior parte di queste figure sono richieste specifiche competenze tecniche, pertanto l’azienda ha messo a punto un apposito sistema che consente di acquisire le abilitazioni ferroviarie necessarie partecipando a corsi di formazione sia interni al Gruppo che esterni, e prevede per lo più l’inserimento mediante contratti di apprendistato professionalizzante.
L’azienda seleziona anche professionisti qualificati, con un’esperienza di almeno 3 – 5 anni nei settori di riferimento, e profili manageriali, che hanno maturato esperienze in posizioni di middle e top management, a cui offre concrete possibilità di carriera e di esprimere al meglio la propria professionalità.

Recruiting online
Il Gruppo FS utilizza, tra i principali strumenti di raccolta delle candidature, il portale riservato alle carriere e selezioni, Trenitalia Lavora con noi, che viene aggiornato con le posizioni aperte presso il Gruppo. Attraverso il servizio web gratuito i candidati interessati a lavorare in Ferrovie dello Stato possono prendere visione delle opportunità professionali disponibili, inserire il cv nel data base del Gruppo e rispondere online agli annunci di interesse.
Per candidarsi alle opportunità di lavoro nel settore ferroviario occorre prima registrarsi sulla piattaforma FS lavoro, creando il proprio profilo e scegliendo uno username ed una password di accesso. Una volta registrato il curriculum vitae online, sarà sempre possibile modificarlo ed aggiornarlo, ad esempio aggiungendo eventuali nuove esperienze professionali e formative.
In qualsiasi momento è possibile, inoltre, inviare un’autocandidatura, in vista di prossime selezioni di personale. Le candidature spontanee vengono mantenute nella banca dati FS per un periodo di 18 mesi.

Iter di selezione
Le selezioni Ferrovie dello Stato sono articolate in varie fasi, la prima delle quali prevede lo screening dei cv pervenuti online, in base al quale vengono individuati i profili in possesso dei requisiti maggiormente in linea con quelli richiesti per la posizione da ricoprire, che possono accedere alle valutazioni successive.
Queste ultime prevedono l’espletamento di prove differenziate a seconda dei profili richiesti, e di colloqui a carattere informativo – motivazionale, con i referenti delle Risorse Umane, e a carattere tecnico, con i Manager di Linea. In particolare, l’iter selettivo per Macchinisti, Operatori ed altre figure tecniche ed operative, per le quali sono richiesti particolari requisiti fisici e competenze specifiche, può prevedere test attitudinali e di personalità, prove di abilità manuale e prove di lingua.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://siv-recruiting.gruppofs.it/hcmcv/CFlogon/CFCreateAccount.asp?LANGID=1040&FNT=0&PRV=0&WFID=&FRM=G&WFT=N)Autocandidatura[Autocandidatura]0 kB
Accedi a questo URL (https://siv-recruiting.gruppofs.it/hcmcv/RecruitmentWeb2/CznWfResearch.asp?FNT=0&PRV=0&FUNID=5006038&LANGID=1040&ISM=N&FRM=G)Ricerche in corso[Ricerche in corso]0 kB
Accedi a questo URL (https://www.fsitaliane.it/lavoraconnoi.html)Portale selezioni[Portale selezioni]0 kB

Finalità
L’azione sostiene progetti di sviluppo sperimentale finalizzati alla prototipazione e sperimentazione di nuovi prodotti/servizi rispondenti a fabbisogni di rilevanza sociale.

Beneficiari
Possono presentare domanda: a.
- Micro,
- Piccole
- Medie Imprese (MPMI)
- Grandi Imprese (GI)

Progetti ammissibili
I progetti di sviluppo sperimentale devono comprendere le seguenti attività:
i. approfondimento del fabbisogno anche attraverso specifiche fasi di co-progettazione;
ii. prototipazione e personalizzazione delle soluzioni;
iii. test e sperimentazione in applicazioni reali rispondenti ai fabbisogni effettivi;
iv. dimostrazione e presentazione pubblica delle soluzioni prototipali sviluppate, anche al fine di renderle fruibili da parte di ulteriori comunità di utenti interessati;
v. analisi per la valorizzazione economica dei risultati ottenuti dalla sperimentazione.

Spese ammissibili
a) spese di personale
b) costi relativi a strumentazione e attrezzature
c) costi della ricerca contrattuale
d) costi connessi alla tutela della proprietà intellettuale
e) spese generali
f) altri costi di esercizio

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria disponibile è pari a 2.000.000,00 euro.

Forma ed intensità del contributo
L’intensità di aiuto può essere aumentata fino a un’intensità:
a. di 10 punti percentuali per le medie imprese e di 20 punti percentuali per le piccole imprese;
b. di 15 punti percentuali se è soddisfatta una delle seguenti condizioni:
i. il progetto:
  - prevede la collaborazione effettiva tra imprese di cui almeno una è una MPMI, e non prevede che una singola impresa sostenga da sola più del 70% dei costi ammissibili
  - prevede la collaborazione effettiva tra un’impresa e un Organismo di Ricerca e di diffusione della conoscenza, nell’ambito della quale tali organismi sostengono almeno il 10% dei costi ammissibili e hanno il diritto di pubblicare i risultati della propria ricerca;
ii. I risultati del progetto sono ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni, banche dati di libero accesso o software open source o gratuito.
Le spese ammissibili relative agli Organismi di Ricerca, laddove questi non svolgano attività economica prevalente, sono ammesse a finanziamento fino al 100%.
L’ammontare del contributo massimo concedibile è pari a:
a) 200.000,00 (duecentomila) Euro per progetti presentati da singole imprese;
b) 400.000,00 (quattrocentomila) Euro per progetti presentati da raggruppamenti di imprese e/o Organismi di Ricerca.

Termini di presentazione
Le domande di agevolazione potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 30° giorno dalla pubblicazione dell’Avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Calabria

Selezione istanze
Procedura valutativa a sportello con griglia di valutazione

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/372/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Società
Poste italiane S.p.A. è una delle più importanti società italiane di servizi e si occupa della gestione del servizio postale e della corrispondenza nel nostro Paese contando su una rete capillare di uffici postali. La società per azioni, il cui capitale è detenuto al 100% dallo Stato italiano tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze, propone anche servizi finanziari, investimenti, bancoposta, servizi assicurativi e per la telefonia mobile.

Campagna di recruiting
La nuova campagna di recruiting per Portalettere rientra nel piano assunzioni Poste Italiane 2015 – 2020, che prevede la creazione di ben 8Mila posti di lavoro in Poste, di cui 4Mila per i giovani.
Le prossime assunzioni per Portalettere saranno effettuate con contratto di lavoro a tempo determinato, per le esigenze legate alla copertura del personale assente, ai picchi di stagione, alle necessità di risorse umane per specifici uffici e zone.
Le selezioni interessano tutto il territorio nazionale. Sono rivolte a candidati Diplomati o Laureati e non è richiesta esperienza. La raccolta delle candidature avviene online, tramite la sezione web Poste Italiane Lavora con noi.

Requisiti
Per lavorare come Postini per Poste Italiane occorre possedere i seguenti requisiti:
– essere diplomati o laureati, in particolare possedere un diploma di scuola media superiore con voto minimo 70/100 oppure diploma di laurea, anche triennale, con voto minimo 102/110;
– patente di guida in corso di validità;
– idoneità alla guida del motomezzo aziendale (generalmente è il motorino Piaggio liberty 125 cc);
– certificato medico di idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza);
– per la sola provincia di Bolzano, patentino del bilinguismo.
Non sono richieste conoscenze specifiche. Non sono previsti limiti di età, anche se in linea generale l’azienda preferisce dare spazio ai giovani

Stipendio
Lo stipendio non viene precisato negli annunci ma in base ad esperienze precedenti, si parla di circa 1.100 Euro al mese.
Sedi lavorative
Le selezioni sono aperte per la copertura di posti di lavoro Poste in tutta Italia:
– Calabria – Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia.
– Lombardia – Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e Brianza;
– Piemonte – Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano Cusio Ossola;
– Valle d’Aosta – Aosta;
– Liguria – Imperia, Savona, Genova, La Spezia;
– Veneto – Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo;
– Friuli Venezia Giulia – Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone;
– Trentino Alto Adige – Trento, Bolzano;
– Emilia Romagna – Parma, Bologna, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Ferrara;
– Marche – Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;
– Toscana – Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;
– Molise – Campobasso, Isernia;
– Puglia – Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani;
– Basilicata – Potenza, Matera;
– Lazio – Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone;
– Abruzzo – L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;
– Sardegna – Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias;
– Sicilia – Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;
– Umbria – Perugia, Terni;
– Campania – Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno;
Si può scegliere una sola area territoriale di preferenza

Allegati:
Accedi a questo URL (https://erecruiting.poste.it/posizioniAperte.php?q=&r=&t=&page=0)Link candidatura[Link candidatura]0 kB

Obiettivi
L’obiettivo generale del presente bando è contribuire allo sviluppo di conoscenze e di senso critico fra i cittadini sull’interdipendenza globale e sul senso di corresponsabilità della società sui cambiamenti climatici. In linea con questo approccio, il bando sostiene l’impegno attivo di enti del terzo settore impegnati in iniziative di campaigning e advocacy ambientale capaci di promuovere azioni efficaci sul tema dei cambiamenti climatici e degli stili di vita sostenibili. In questo quadro, il coinvolgimento di amministrazioni locali e altri soggetti privati è concepito come un elemento positivo e coerente con l’approccio scelto.

Soggetti proponenti
Possono partecipare al presente bando i soggetti no profit con sede legale e/o operativa in:
- Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia
- Lombardia e province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola

Progetti ammissibili
Tramite il bando, si intende sostenere la realizzazione di progetti che preferibilmente si inseriscano in una delle seguenti categorie:
- interventi che stimolano la cooperazione fra gli attori sul tema dello sviluppo di (micro) modelli di economia circolare;
- interventi di sensibilizzazione dei consumatori verso stili di vita più sostenibili attraverso campagne volte all’aumento della consapevolezza;
- interventi che avviano o consolidano cooperazioni multi-stakeholder capaci di valorizzare i benefici della lotta ai cambiamenti climatici (es. ricadute sociali, istituzionali, economiche e ambientali);
- interventi di sensibilizzazione dei cittadini verso pratiche di resilienza e di riduzione delle emissioni climalteranti;
- interventi di sensibilizzazione e azione partecipata per la riqualificazione e difesa dell’ambiente come forma di responsabilità collettiva verso i temi ambientali globali.

Dotazione finanziaria
380.000,00 €

Contributo richiedibile
Il budget di ciascuna delle proposte presentate deve essere incluso fra i seguenti importi minimo e massimo:
- Importo minimo: 30.000 euro
- Importo massimo: 70.000 euro

Termini
14 giugno 2019

Allegati:
Accedi a questo URL (https://it.noplanetb.net/project/b-circular-fight-climate-change-2-edizione/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Consiglio regionale della Calabria
via Cardinale Portanova
89123 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
Tel:  0965.880796 o 0965.880404
Fax: 0965.880637

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi