Finalità
Promuovere il turismo sul territorio calabrese attraverso la realizzazione di eventi da parte dei Comuni, mediante il contributo dell’Amministrazione regionale, che siano in grado di attrarre significativi flussi turistici in tutto il territorio regionale.

Caratteristiche eventi
Il contributo sarà concesso per manifestazioni (Eventi e/o Spettacoli) di grande rilevanza, aventi le seguenti caratteristiche minime:
a. format caratterizzante e distintivo del territorio;
b. attrarre un elevato numero di partecipanti all’evento;
c. rappresentare un importante richiamo mediatico sui mezzi di comunicazione online e offline;

Beneficiari
Possono presentare domanda a valere sul presente Avviso, i Comuni della Regione Calabria aventi le seguenti caratteristiche:
a) Comuni, in forma singola o associata, con popolazione ricompresa tra 5000 e 6.999 abitanti dotati di una capacità ricettiva di almeno 500 posti letto come risultante dai dati ISTAT 2020;
b) Comuni, in forma singola o associata con popolazione pari o superiore a 7.000 abitanti, dotati di una capacità ricettiva di almeno 200 posti letto come risultante dai dati ISTAT 2020.
c) Comuni Capoluogo di Provincia, indipendentemente da popolazione e capacità ricettiva.
Nel caso di Comuni in forma associata il calcolo della popolazione residente e dei posti letto, ai fini della verifica del requisito di cui al punto precedente sarà pari alla sommatoria dei residenti e dei posti letto di tutti i comuni che partecipano in forma associata.

Durata e termini di realizzazione del progetto
Gli eventi dovranno svolgersi tra l’01.6.2022 ed il 15.12.2022 e non potranno svolgersi nel periodo intercorrente tra il 10.7.2022 ed il 20.8.2022.
Le attività previste per il progetto proposto dovranno concludersi entro il 31.12.2022.

Spese ammissibili
Le spese ammissibili a contributo sono le seguenti:
a) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all'attività culturale, quali la locazione o l'affitto di immobili e centri culturali, le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto o all'attività culturale, le strutture architettoniche utilizzate per mostre e messe in scena, i prestiti per le mostre, la locazione e l’ammortamento di strumenti,, software e attrezzature, i costi per l'accesso a opere protette dal diritto d'autore e ad altri contenuti protetti da diritti di proprietà intellettuale, i costi di promozione e i costi direttamente imputabili al progetto o all'attività;
b) i costi dei servizi di consulenza e di sostegno forniti da consulenti esterni e da fornitori di servizi, direttamente imputabili al progetto, nel limite massimo del 20% rispetto ai costi totali ammissibili.
c) i costi per migliorare l'accesso del pubblico ai siti e alle attività delle istituzioni culturali e del patrimonio, compresi i costi di digitalizzazione e di utilizzo delle nuove tecnologie, nonché i costi di miglioramento dell'accessibilità per le persone con disabilità;
d) le spese relative al personale dipendente impiegato per il progetto, riconosciute in conformità con le disposizioni di cui all’Art. 68 bis del Reg. 1303/2013, in base a un tasso forfettario del 20 % dei costi diretti dell’operazione diversi dai costi per il personale. Ai fini della determinazione dei costi per il personale, la tariffa oraria è calcolata dividendo per 1720 ore i più recenti costi annui lordi per l’impiego documentati, per le persone che lavorano a tempo pieno, o per la quota proporzionale corrispondente di 1720 ore, per le persone che lavorano a tempo parziale;

Forma ed intensità del contributo
Il contributo massimo concedibile è pari al 80% delle spese ammissibili. In ogni caso il contributo non potrà superare la misura massima di euro 50.000,00

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria è pari a Euro 1.000.000,00.

Termini di presentazione della domanda
Le domande vanno presentate a partire dalle ore 10:00 del 30/05/2022 e fino alle ore 18:00 del 06/06/2022 tramite la piattaforma informatica Fincalabra.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://bandifincalabra.it/)Piattaforma Fincalabra[Piattaforma Fincalabra]0 kB
Accedi a questo URL (https://regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?28442)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Obiettivo
Sostenere il settore sportivo e in particolare le associazioni e società sportive dilettantistiche operanti sul territorio regionale che hanno subito gli effetti dell’emergenza COVID19, a seguito della sospensione dell’attività economica, attraverso un sostegno alla liquidità.

Beneficiari
Possono presentare domanda a valere sul presente Avviso associazioni sportive dilettantistiche e società sportive dilettantistiche, costituite e operanti in Calabria, che alla data del 30 aprile 2022 risultino iscritte per l’anno 2022 al Registro Nazionale CONI oppure al Registro Nazionale CIP.

Contributo concedibile
L’aiuto di cui al presente Avviso è concesso nella forma di un contributo a fondo perduto una tantum distinguendo tra associazioni sportive dilettantistiche (ASD) e società sportive dilettantistiche (SSD) amatoriali e agonistiche secondo la seguente tabella:
- ASD e SSD di carattere agonistico Euro 1.500,00
- ASD e SSD di carattere amatoriale Euro 1.000,00

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria disponibile è pari a € 1.541.000,00 

Domanda
Le domande dovranno essere compilate direttamente sulla piattaforma informatica secondo le istruzioni fornite e le procedure descritte nella manualistica d’uso dedicata, che sarà pubblicata sul portale istituzionale Calabria Europa, nelle pagine relative all’operazione.

Termini di presentazione della domanda
Lo sportello per l’inserimento delle domande sarà attivo dalle ore 10:00 di giorno 23/05/2022 fino alle ore 18:00 di giorno 26/05/2022; per l’inoltro definitivo della domanda lo sportello sarà attivo dalle ore 10:00 alle ore 18:00 del 27/05/2022. Le domande dovranno essere compilate secondo le linee guida che saranno rese pubbliche sul sito di Calabria Europa e di Fincalabra.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://calabriaeuropa.regione.calabria.it/bando/avviso-pubblico-sport-in-calabria-due)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Finalità
La Regione Calabria ai sensi dell’art.65 della legge regionale 28 marzo 1985, n. 13 sostiene, con contributi una tantum, la programmazione degli eventi, manifestazioni e iniziative di promozione turistica sul territorio della Calabria.

Soggetti beneficiari
La partecipazione alla procedura in oggetto è riservata ai Comuni che abbiano una popolazione residente entro i 7.000 abitanti.
I comuni potranno partecipare, presentando esclusivamente un’unica proposta di finanziamento per il presente avviso, per l’annualità 2022, in forma singola o associata tra loro e/o con associazioni e/o con imprese,

Tipologia evento
L’Evento dovrà svilupparsi attorno ad uno degli ambiti di seguito indicati:
a) Intrattenimento/spettacoli/eventi (musicali, teatrali, culturali, cinematografici, danza, letterari, fotografici, pittorici ecc);
b) Naturalistico/esplorativo (visite guidate, escursioni, attività ludico-ricreative-didattiche, eventi sportivi);
c) Eno-gastronomico culturale, ivi incluse le pratiche legate alla tradizione (manifestazioni culinarie a tema, degustazioni di prodotti tipici, esperienze eno-gatronomiche e laboratori, dibattiti, tavole rotonde sulla storia delle tipicità locali, fiere, esposizioni e qualunque altra iniziativa tendente ad aumentare la conoscenza dei prodotti alimentari tipici) e alle tecniche e ai processi che identificano una particolare produzione artistica e/o artigianale legate alla storia e alle tradizioni identitarie di una comunità;

Periodo realizzazione eventi
Gli eventi dovranno essere realizzati dal 1° giugno 2022 al 10 gennaio 2023.

Termini e modalità di presentazione delle domande
La richiesta di partecipazione dovrà essere presentata, pena esclusione, tramite piattaforma informatica resa disponibile dal Soggetto Gestore dalle ore 10:00 del 23.05.2022 alle ore 18:00 del 31.05.2022.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?28360)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Finalità
Per sostenere il contrasto all’abusivismo il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) mette a disposizione risorse a favore dei Comuni per la demolizione delle opere prive dei necessari permessi.

Destinatari
Possono presentare la domanda di concessione del contributo i Comuni nel cui territorio ricadono l'opera o l'immobile realizzati in assenza o in totale difformità dal permesso di costruire di cui all’art. 31 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”.

Spese oggetto di contributo
Il contributo ha ad oggetto le spese connesse agli interventi di rimozione o di demolizione delle opere o degli immobili realizzati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire di cui all’art. 31 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, per i quali è stato adottato un provvedimento definitivo di rimozione o di demolizione non eseguito nei termini stabiliti. Sono incluse le spese tecniche e amministrative, nonché quelle connesse alla rimozione, trasferimento e smaltimento delle macerie ai sensi della normativa vigente.

Contributo
I contributi saranno concessi a copertura del 50% del costo degli interventi di rimozione o di demolizione delle opere o degli immobili realizzati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire, per i quali sia stato adottato un provvedimento definitivo di rimozione o di demolizione non eseguito nei termini stabiliti.
Sono incluse le spese tecniche e amministrative, nonché quelle connesse alla rimozione, trasferimento e smaltimento dei rifiuti derivanti dalle demolizioni.

Modalità presentazioni domande
La domanda va presentata tramite la piattaforma https://fondodemolizioni.mit.gov.it/login.

Termine presentazione richieste
I Comuni interessati possono presentare domanda di accesso al Fondo Demolizioni fino alle ore 12.00 del 02 giugno 2022.

Finalità
L’obiettivo è di sostenere la migrazione verso soluzioni cloud qualificate per garantire servizi affidabili e sicuri, in coerenza con quanto definito all’interno della Strategia Cloud Italia.
I Comuni potranno chiedere contributi a sostegno della migrazione dei servizi al cloud. I contributi, pari a 500 milioni di euro complessivi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), sono destinati per il 40% delle risorse ai Comuni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia).
Gli enti potranno candidarsi sulla piattaforma “PA digitale 2026” e ricevere un contributo economico per adottare infrastrutture e soluzioni qualificate

Destinatari
Possono partecipare i Comuni che devono ancora avviare il percorso di migrazione o che lo hanno avviato a partire dal 1 febbraio 2020.

Caratteristiche
L’avviso consente ai Comuni di candidarsi per ricevere un contributo economico e attuare la migrazione di un numero minimo di servizi verso infrastrutture e soluzioni cloud qualificati.
Sarà possibile comporre online il proprio piano di migrazione, scegliendo da una lista di 95 servizi. Per ogni servizio sarà necessario scegliere tra due modalità di migrazione: il trasferimento dell’infrastruttura informatica (cosiddetto lift&shift) o l’aggiornamento di applicazioni in cloud.
Propedeutica alla candidatura è la classificazione dei dati e dei servizi, secondo i criteri definiti dall’Agenzia per la cybersicurezza nazionale in coerenza con la Strategia Cloud Italia. La classificazione è aperta a tutte le pubbliche amministrazioni e dovrà essere completata entro il 18 luglio 2022.
Nella piattaforma è possibile effettuare la classificazione verificando e confermando l’elenco dei servizi e il livello di classificazione creati automaticamente sulla base delle caratteristiche del comune. In alternativa, l’ente può determinare una nuova classificazione del servizio, attraverso la compilazione di un questionario. Una volta ultimata, la classificazione verrà verificata dall'Agenzia per la cybersicurezza.

Finanziamento previsto
Per ricevere il finanziamento non servirà presentare alcun progetto: basterà definire alcuni parametri all’interno della candidatura tra cui la dimensione dell’ente attuatore, il numero dei servizi da migrare e le modalità di migrazione. L’importo economico del voucher è definito dal Dipartimento in base alla dimensione dell’Ente (numero di abitanti) e alla tipologia di migrazione selezionata per ognuno dei servizi. Il voucher include il primo anno di canone di servizi cloud.

Dotazione finanziaria
500 milioni di euro complessivi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)

Modalità e tempi candidatura
Per avanzare le candidature, le amministrazioni non devono far altro che collegarsi al portale PA Digitale 2026 (padigitale2026.gov.it) e autenticarsi. Il termine ultimo è fissato per il 22 luglio 2022. Dalla pubblicazione dell’avviso in poi sono previste delle finestre temporali di 30 giorni al termine delle quali il Dipartimento provvederà a finanziare le istanze pervenute nel periodo di riferimento.

LINK AVVISO

f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

via Cardinale Portanova

89123 Reggio Calabria

tel. 0965.880992

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

Privacy Policy

   

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi