Finalità
Sostenere interventi da attivare nel 2021 capaci di mettere al centro l’attività sportiva come strumento di inclusione, partecipazione e integrazione tra persone che vivono in uno stesso, circoscritto, territorio (quartiere, rione, borgo, paese) del Sud Italia.
Il Bando promuove una idea di sport inclusivo, aperto a tutti, senza limiti di età o di appartenenza, ma capace di incidere positivamente sulla coesione sociale di una comunità territoriale.

Destinatari
Organizzazioni del terzo settore di Calabria, Campania, Basilicata, Puglia, Sardegna e Sicilia.
In particolare i destinatari sono le organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di:
- associazione (riconosciuta o non riconosciuta);
- cooperativa sociale o loro consorzi;
- ente ecclesiastico;
- fondazione;
- impresa sociale (nelle diverse forme previste dal D. Lgs. n. 112/2017).

Altri soggetti della partnership
Le partnership di progetto dovranno essere composte da un minimo di tre organizzazioni: almeno due non profit, a cui potranno aggiungersi realtà del mondo economico, delle istituzioni, dell’università, della ricerca. E’ auspicabile, inoltre, il coinvolgimento di organizzazioni sportive.
Gli altri soggetti della partnership potranno appartenere, oltre che al mondo del terzo settore, anche a quello delle istituzioni, dell’università, della ricerca e al mondo economico. La partecipazione di soggetti profit in qualità di soggetti della partnership, dovrà essere ispirata non alla ricerca del profitto, ma all’apporto di competenze e risorse finalizzate alla crescita e allo sviluppo del territorio e della società locale.

Ambiti di intervento
- sviluppare un’offerta sportiva multidisciplinare, integrata ed inclusiva che aspiri a coinvolgere le persone che vivono il territorio di intervento;
- rafforzare pratiche sociali di prossimità e di innovazione sociale “dal basso”, partendo dalle esigenze e dai bisogni dei cittadini per realizzare interventi collettivi di interesse comune;
- rigenerare luoghi e territori in un’ottica di condivisione e cura del bene comune, per avvicinare gli abitanti allo sport e riportarli a vivere attivamente gli spazi pubblici del proprio territorio, offrendo anche opportunità di crescita e occupazione;
- diffondere, attraverso lo sport, valori educativi e culturali (lealtà, rispetto reciproco e delle regole, non violenza, amicizia, impegno, valorizzazione delle differenze, confronto e relazione, tolleranza, ecc.);
- promuovere la salute e il benessere psicofisico attraverso stili di vita sani e attivi;
- favorire relazioni basate sulla gratuità e sul dono, in un’ottica di condivisione di competenze, professionalità e tempo libero.

Contributo
Il contributo massimo a fondo perduto è di € 300.000. Le proposte devono prevedere una quota di co-finanziamento, costituita interamente da risorse finanziarie, pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto.

Disponibilità finanziarie
2,3 milioni di euro

Modalità di svolgimento del Bando
Il Bando si articola in due distinte fasi:
1) una prima fase finalizzata alla selezione delle proposte con maggiore impatto sul territorio di intervento; 2) una successiva seconda fase di progettazione esecutiva, volta a ridefinire eventuali criticità rilevate nella fase di valutazione.

Termini e modalità di presentazione
Le proposte di progetto, corredate di tutta la documentazione richiesta, devono essere compilate e inviate esclusivamente on line, entro la data di scadenza e, non oltre, le ore 13:00 del 17 luglio 2020 attraverso il portale Chàiros messo a disposizione dalla Fondazione

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.fondazioneconilsud.it/bando/bando-sport-limportante-e-partecipare/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.3 kB

Finalità
Impresa SIcura punta a sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese, di qualunque dimensione e operanti su tutto il territorio nazionale.
Il bando di Invitalia consente alle aziende di ottenere il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale (DPI) finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Destinatari
Impresa SIcura si rivolge a tutte le imprese, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico in cui operano

Cosa finanzia
Con Impresa Sicura è possibile richiedere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso.
Impresa Sicura rimborsa l’acquisto di:
- mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
- guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
- dispositivi per protezione oculare;
- indumenti di protezione quali tute e/o camici;
- calzari e/o sovrascarpe;
- cuffie e/o copricapi;
- dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
- detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

Rimborso
Il rimborso è concesso fino al 100% delle spese ammissibili e fino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile.
- Importo massimo rimborsabile: 500 euro per ciascun addetto dell’impresa - a cui sono destinati i DPI - e fino a un massimo di 150mila euro per impresa.
- Importo minimo rimborsabile: non inferiore a 500 euro.

Risorse disponibili
50 milioni di euro.

Procedura e termini
Impresa SIcura si svolge in 3 fasi:
1 – Prenotazione del rimborso
Le imprese interessate possono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, attraverso uno sportello informatico dedicato.

2- Pubblicazione dell’elenco delle prenotazioni
Invitalia pubblicherà l’elenco di tutte le imprese che hanno inoltrato la prenotazione, in odine cronologico.

Nell’elenco saranno comunicate:
- le prenotazioni ammesse a presentare domanda di rimborso
- le prenotazioni risultate non ammissibili.

3 – Presentazione della domanda di rimborso
Le imprese ammesse, potranno compilare la domanda di rimborso dalle ore 10.00 del 26 maggio 2020 alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica che sarà attivata sul sito web dell’Agenzia.

Erogazione rimborsi
Le attività per l’erogazione dei rimborsi saranno avviate subito dopo la conclusione della fase di compilazione. Si procederà con i versamenti entro il mese di giugno 2020.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/emergenza-coronavirus/impresa-sicura)Avviso[Avviso]0.1 kB

Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi di concorso per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria e nella secondaria di I e II grado, per un totale di 61.863 posti.

CONCORSO ORDINARIO DOCENTI SECONDARIA

REQUISITI
Possono partecipare al concorso ordinario scuola secondaria i candidati che hanno conseguito UNO dei seguenti titoli:
- titolo di abilitazione alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia;
- il possesso congiunto di:
i. laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia;
ii. 24 crediti formativi universitari o accademici (CFU/CFA) acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. E’ necessario garantire comunque il possesso di almeno 6 crediti in almeno 3 dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.
Per i posti di sostegno si richiede, inoltre, il possesso del titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado (primo o secondo) o titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

PRESENTAZIONE DOMANDA E TERMINI
Le domande di partecipazione devono essere presentate in via telematica, attraverso il portale web per le Istanze online del MIUR, dalle ore 9.00 del 15 giugno 2020 ed entro le ore 23.59 del 31 Luglio 2020.
Per utilizzare il servizio occorre essere registrati sulla piattaforma POLIS – Presentazione On Line delle Istanze o possedere una identità SPID, ed essere abilitati.

CONCORSO ORDINARIO DOCENTI DI INFANZIA E PRIMARIA

REQUISITI
Possono partecipare al concorso ordinario per Insegnanti di infanzia e primaria i candidati che hanno conseguito UNO dei seguenti titoli:
- laure in Scienze della formazione primaria
- diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, entro l’anno scolastico 2001/2002.
Per questa procedura concorsuale non sono richiesti i 24 CFU e/o requisiti di servizio.

PRESENTAZIONE DOMANDA E TERMINI
La domanda di partecipazione è telematica e va presentata attraverso il servizio web Istanze Online MIUR, raggiungibile da questa pagina, a partire dalle ore 9.00 del 15 giugno ed entro le ore 23.59 del 31 luglio 2020.
I candidati dovranno registrarsi o accedere al sistema con una identità SPID, e abilitarsi per utilizzare i servizi presenti sul portale web POLIS – Presentazione On Line delle IStanze.

CONCORSO STRAORDINARIO PER DOCENTI (PRECARI)

REQUISITI
Per partecipare al concorso straordinario docenti occorre possedere i seguenti requisiti:
- aver svolto, tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2019/2020, su posto comune o di sostegno, almeno 3 anni di servizio, anche non consecutivi;
- aver svolto almeno un anno di servizio, tra gli anni scolastici 2008/2009 e 2019/2020, nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre;
- per il posto comune, titolo di studio previsto dall’articolo 5, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, coerente con la classe di concorso richiesta fermo restando quanto previsto dall’articolo 22, comma 2, del predetto decreto con riferimento alle classi di concorso a posti di insegnante tecnico-pratico;
- per il posto di sostegno, titolo di accesso alla procedura e specializzazione per il relativo grado. Coloro che sono iscritti ai percorsi di specializzazione all’insegnamento di sostegno avviati entro il 29 dicembre 2019 sono ammessi al concorso con riserva, che si scioglierà positivamente se il titolo sarà conseguito entro il 15 luglio 2020.

PRESENTAZIONE DOMANDA E TERMINI
La domanda di partecipazione è telematica e va presentata attraverso il servizio web Istanze Online MIUR a partire dalle ore 9.00 del 28 maggio 2020 ed entro le ore 23.59 del 3 luglio 2020.
I candidati dovranno registrarsi o accedere al sistema con una identità SPID, e abilitarsi per utilizzare i servizi presenti sul portale web POLIS – Presentazione On Line delle Istanze.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2020/04/28/34/s4/html)Link alla Gazzetta Ufficiale[Link alla Gazzetta Ufficiale]0 kB

Finalità
Dotare le scuole del primo ciclo di istruzione di devices da assegnare, in questa fase emergenziale, in comodato d’uso gratuito alle studentesse e agli studenti che ne siano sprovvisti, al fine di garantire forme di apprendimento a distanza e il diritto allo studio. Superata la fase emergenziale, i dispositivi digitali acquistati dalle scuole potranno essere di supporto alle ordinarie attività didattiche.

Destinatari
Istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione

Caratteristiche e contenuti delle proposte progettuali
Gli interventi devono essere destinati all’acquisizione di dispositivi digitali, da concedere in comodato d’uso alle studentesse e agli studenti che ne siano privi, ai fini della fruizione di attività formative a distanza.
A titolo esemplificativo e non esaustivo, alla luce dell’emergenza epidemiologica in atto, la proposta progettuale si sostanzierà in un elenco di forniture quali:
- notebook e tablet dotati di microfono, speaker e web-cam, integrati o off-board (cioè acquistati separatamente e compatibili con il notebook/tablet);
- software e licenze per la realizzazione e/o l’uso di piattaforme di e-learning, mobilelearning, content-sharing, streaming, video-call di gruppo e web-conference;
- internet key e modem-router 4G/LTE e altri accessori utili all’erogazione/fruizione delle attività formative a distanza;
- armadi e carrelli per la custodia dei succitati dispositivi all’interno dell’Istituzione scolastica.

Massimali di spesa per gli interventi
Euro 13.000,00 per istituzione scolastica

Stanziamento complessivo
80 milioni di euro che si aggiungono agli 85 milioni già stanziati nel decreto cosiddetto Cura Italia.

Procedura di presentazione del progetto
La presentazione della proposta progettuale avviene accedendo nell’apposita area all’interno del sito dedicato al PON “Per la Scuola”, denominata “Gestione degli Interventi” (GPU), collegandosi al seguente indirizzo: http://www.istruzione.it/pon/ e caricando la documentazione richiesta.

Tempistica
Per aderire ci sarà tempo dalle ore 10.00 del giorno 20 aprile 2020 alle ore 15.00 del giorno 27 aprile 2020.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.istruzione.it/pon/avviso_smart-class.html)Avviso[Avviso]0.2 kB

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale n.94 dell’8 aprile) il Decreto Liquidità Imprese (DL 23/2020), con le misure urgenti in materia di accesso al credito

FINALITÀ
Il Decreto contiene numerose misure di accesso al credito per le imprese e le agevolazioni atte a garantire quella liquidità necessaria alla ripartenza delle loro attività.

DESTINATARI
Imprese con sede in Italia

GARANZIE PUBBLICHE SUI PRESTITI: PERCENTUALI E IMPORTI
Lo schema delle garanzie è il seguente:
- fino a 25mila euro: garanzia al 100%, senza valutazione del merito di credito. Questi sono praticamente prestiti automatici, le banche possono concederli senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia. Il prestito è a sei anni, con rimborso capitale non prima di 18 mesi.
- fino a 800mila euro: garanzia al 90%, a cui si può aggiungere quella dei Confidi, portando quindi anche in questo caso la copertura al 100%). La garanzia dei Confidi può essere cumulata con quella dello stato solo se l’impresa fattura fino a 3,2 milioni di euro.
- fino a 5 milioni di euro: garanzia al 90%.
La garanzia è rilasciata per finanziamenti della durata di 6 anni

PRESTITI SACE
La copertura varia dal 70 al 90%. C’è una modulazione delle garanzie che varia in base alle dimensioni d’impresa. In ogni caso, il prestito non può superare il 25% del fatturato 2019 o il doppio del costo del personale sostenuto dall’azienda. Ecco le regole:
• imprese con meno di 5mila dipendenti in Italia e un fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro: garanzia al 90% e procedura semplificata per ottenerla.
• Imprese con oltre 5mila dipendenti e un fatturato fra 1,5 e 5 miliardi di euro: garanzia all’80%.
• Imprese che fatturano più di 5 miliardi: garanzia al 70%.
Ci sono una serie di paletti. le imprese che ricevono questi finanziamenti non possono distribuire dividendi per un anno, il prestito deve obbligatoriamente sostenere attività produttive localizzate in Italia.

PROCEDURA DI ACCESSO
E' previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://download.mise.gov.it/Allegato-4-bis.docx)Modulo richiesta agevolazione[Modulo richiesta agevolazione]0 kB
Accedi a questo URL (https://www.gazzettaufficiale.it/gazzetta/serie_generale/caricaDettaglio/home;jsessionid=ezyOx4RPgVyDzSjjpHZlKg__.ntc-as5-guri2a?dataPubblicazioneGazzetta=2020-04-08&numeroGazzetta=94)GU n. 94 del 8-4-2020[GU n. 94 del 8-4-2020]0 kB
Accedi a questo URL (https://tbm-pmi.s3.amazonaws.com/app/uploads/2020/04/infografica-evidenza-liquidita.jpg)Infografica[Infografica]684 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Vicepresidente Consiglio regionale della Calabria

via Cardinale Portanova
89100 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
tel. 0965.880992

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi