Finalità
Contributi per rilanciare l’attrattività e le modalità di fruizione turistica delle destinazioni calabresi, sia a livello nazionale che internazionale, attraverso azioni mirate di promozione, improntate alla sicurezza e alla qualità dei servizi.
In particolare, si intende sostenere interventi di rilancio e riposizionamento degli agenti dell’intermediazione turistica operanti in Calabria, con la finalità di:
- valorizzare l’immagine complessiva dell’offerta turistica regionale, delle destinazioni, dei prodotti e dei servizi turistici;
- promuovere lo sviluppo di progetti di promozione e marketing coerenti con il posizionamento turistico della Calabria;
- riorientare l’offerta turistica regionale puntando sulla qualità e sulla sicurezza dei servizi.

Beneficiari
Sono beneficiari dell’Avviso:
le Micro, Piccole o Medie Imprese (MPMI), per come classificate nell'Allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014, indipendentemente dalla loro forma giuridica, costituite, attive e iscritte al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda.
I soggetti di cui sopra, in possesso degli ulteriori requisiti previsti dall’Avviso, devono esercitare un’attività con Codice Ateco 79.11.00 (Attività delle agenzie di viaggio) o 79.12.00 (Attività dei tour operator) risultante da InfoCamere.
Non è ammessa la presentazione, da parte della stessa impresa, di più domande.

Contributo concedibile
Le agevolazioni sono concesse nella forma di un contributo in conto capitale a copertura della spesa ammessa nella misura massima del 70% dei costi ammissibili e fino ad un massimo di € 50.000,00 (cinquantamila). Ai fini del calcolo del contributo ammissibile si farà riferimento al fatturato dei soggetti beneficiari.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria disponibile è pari a € 2.000.000,00.

Domanda
Le domande devono essere inviate utilizzando tassativamente la piattaforma informatica che sarà resa disponibile ai fini del presente avviso e secondo le modalità tecniche che saranno a tal fine previste e pubblicate.
Le date di apertura e chiusura dello sportello per la presentazione delle domande, saranno indicate con apposito atto successivo e rese note sul portale Calabria Europa e sul sito istituzionale di Fincalabra SpA.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/441/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Finalità
Sostenere progetti di contrasto e prevenzione di sfruttamento e caporalato in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.
In particolare, il bando interessa i lavoratori stranieri nei settori agricolo, industriale (es. edilizia, comparto tessile) e terziario (es. consegne domiciliari, lavoro domestico, settore della ricettività, trasporti, logistica), promuovendo il lavoro regolare come strumento di integrazione sociale, anche con il coinvolgimento diretto delle aziende.

Destinatari
Il soggetto legittimato a presentare una proposta di progetto (soggetto responsabile) deve essere, da almeno due anni, un’organizzazione senza scopo di lucro nella forma di:
- associazione (riconosciuta o non riconosciuta);
- cooperativa sociale o loro consorzi;
- ente ecclesiastico;
- fondazione;
- impresa sociale (nelle diverse forme previste dal D. Lgs. n. 112/2017)
Ogni partenariato, oltre al soggetto responsabile, dovrà includere come minimo due ulteriori soggetti, di cui almeno uno appartenente al Terzo settore.

Tipologia interventi
Le proposte progettuali devono sviluppare azioni di prevenzione e di contrasto del fenomeno dello sfruttamento lavorativo, fornendo protezione e assistenza ai lavoratori stranieri con percorsi e prese in carico dei singoli individui, finalizzati a favorirne l’autonomia e l’integrazione sociale e lavorativa.

Contributo
E’ possibile richiedere un contributo massimo di € 500.000
L’iniziativa deve prevedere una quota di co-finanziamento, costituita interamente da risorse finanziarie, pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto.

Risorse disponibili
2 milioni di euro

Termini presentazione
Le proposte di progetto, corredate di tutta la documentazione richiesta, devono essere compilate e inviate esclusivamente on line, entro e non oltre le ore 13:00 del 17 settembre 2021 attraverso il portale Chàiros messo a disposizione dalla Fondazione.

Fasi di selezione
Il bando si svilupperà in due fasi: la prima sarà finalizzata alla selezione delle proposte con maggiore potenziale impatto sul territorio, mentre la successiva, di rimodulazione, avrà l’obiettivo di ridefinire eventuali criticità rilevate nella fase di valutazione.
Al termine della seconda fase, la Fondazione procederà ad una ulteriore valutazione delle proposte di progetto, individuando quelle da sostenere e definendo l’importo dell’eventuale contributo da assegnare.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.fondazioneconilsud.it/bando/bando-per-il-contrasto-dello-sfruttamento-dei-lavoratori-stranieri/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.3 kB

FINALITA’
L'intervento 4.4.1 sostiene la realizzazione di investimenti non produttivi, finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento della biodiversità, al ripristino di specifiche caratteristiche tipiche del paesaggio agrario e rurale regionale che rappresentano elementi di tipicità in grado di essere valorizzati, a fornire servizi ecosistemici, anche al fine di aumentare l’attrattività turistica dello stesso paesaggio agrario.

BENEFICIARI
Sono beneficiari del sostegno:
- Agricoltori, in forma singola o associata;
- Gestori privati di terreni agricoli singoli o associati.

SPESE AMMISSIBILI
a) costruzione o miglioramento di beni immobili finalizzati al ripristino e/o ampliamento di muretti a secco, terrazzamenti, gradonamenti, ciglionamenti, lunettamenti; altri investimenti su elementi tipici del paesaggio (abbeveratoi, fontane, sentieri per la transumanza);
b) ripristino e/o creazione e/o ampliamento di corridoi ecologici (siepi, filari, fasce tampone, boschetti);
c) interventi per la creazione e il recupero di zone umide;
d) interventi per la realizzazione o ripristino di opere per la regimazione delle acque superficiali in eccesso e di laghetti per la raccolta dei deflussi superficiali;
e) spese generali collegate agli investimenti.

DOTAZIONE FINANZIARIA
La dotazione assegnata al bando è di euro 1.000.000

SOSTEGNO
Il sostegno è erogato come contributo pubblico in conto capitale, calcolato in percentuale sui costi ammissibili totali e fino all’importo massimo di Euro 50.000,00.
Il sostegno concesso è del 100% della spesa ammissibile sostenuta.

TERMINE PRESENTAZIONE
30/07/2021

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.calabriapsr.it/bandi/bandi-aperti/1623-psr-calabria-2014-2020-misura-4-intervento-4-4-1-investimenti-non-produttivi-in-ambiente-agricolo-annualita-2021)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Finalità
La Camera di commercio di Reggio Calabria destina una prima tranche di oltre 200 mila euro di risorse economiche per sostenere lo sviluppo ed accrescere la competitività delle micro, piccole e medie imprese reggine.
L’obiettivo è di mettere in campo opportunità favorevoli alla ripartenza delle imprese, ed in generale allo sviluppo economico del territorio, attraverso azioni di immediato supporto sotto forma di contributi diretti e a fondo perduto per la realizzazione di investimenti negli ambiti strategici della digitalizzazione, dell’internazionalizzazione e della valorizzazione del binomio turismo-agroalimentare.

Bando Voucher digitali I4.0 - anno 2021
Nell'ambito del progetto Punto Impresa Digitale - PID, la Camera di commercio di Reggio Calabria mette a disposizione per l'annualità 2021 € 90.000,00 di risorse economiche sotto forma di voucher, per sostenere economicamente le iniziative di digitalizzazione in ottica Transizione 4.0, anche finalizzate ad approcci green oriented, implementate dalle imprese del territorio metropolitano.

Destinatari
Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (MPMI), così come definite dall'Allegato 1 al Regolamento UE n. 651/2014 (v. il Regolamento), di qualunque settore, aventi sede legale e/o unità locali produttive nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Reggio Calabria; in regola, e nell’esatta misura, con il pagamento del diritto annuale ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando.
Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta di contributo.

Interventi finanziabili e spese ammissibili
Sono ammissibili le spese per:
a) servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dall'art. 2, comma 2 del Bando;
b) acquisto di beni e servizi strumentali, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 2, comma 2 del Bando.
Saranno ritenute ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro il termine massimo indicato in sede di comunicazione di assegnazione del contributo da parte della Camera.

Contributi
I contributi verranno erogati sotto forma di voucher a copertura di una percentuale dei costi ammissibili pari al 70%.
L'importo massimo del voucher ottenibile non potrà superare l'importo di € 7.000,00.
In ogni caso, le spese complessivamente sostenute dall'impresa dovranno essere pari ad almeno € 1.000,00.
Per le imprese in possesso del rating di legalità è prevista in aggiunta al voucher una premialità pari a € 200,00.
Gli aiuti previsti dal Bando sono concessi in regime “de minimis”.

Come richiedere il voucher
Le domande, corredate dalla documentazione indicata all'art. 10 del bando, dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell'impresa, attraverso lo sportello on line "Contributi alle imprese", all'interno del sistema Webtelemaco di Infocamere - Servizi e-gov, dalle ore 10:00 del giorno 27 maggio 2021 alle ore 19:00 del giorno 17 giugno 2021. Le domande saranno valutate con procedura a sportello secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, attestato dalla data e dall’orario di ricezione sul sistema Webtelemaco, fino ad esaurimento delle risorse.

Bando Voucher per le imprese turistiche "a KM 0" della Città Metropolitana di Reggio Calabria
La Camera di commercio di Reggio Calabria riapre i termini per partecipare al Bando per le imprese turistiche a km zero erogando contributi alle imprese ricettive e ristorative che, promuovendo il binomio turismo ed enogastronomia, arricchiscono la loro offerta con prodotti agroalimentari locali, valorizzando le stesse produzioni, le tradizioni enogastronomiche del territorio metropolitano di Reggio Calabria, nonchè la qualificazione dell'offerta turistica territoriale.

Destinatari
Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (MPMI), così come definite dall'Allegato 1 al Regolamento UE n. 651/2014 (v. il Regolamento), turistiche, di alloggio e servizi di ristorazione (codici ateco 55, 56), aventi sede operativa e/o unità locali produttive nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Reggio Calabria, in regola, e nell’esatta misura, con il pagamento del diritto annuale (si invitano le imprese a verificare la propria posizione debitoria rispetto al diritto annuale prima di inviare domanda di partecipazione) ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando.
Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta di contributo.

Interventi finanziabili, spese ammissibili e contributo
Il contributo consiste in voucher erogato in un’unica soluzione a copertura delle spese ammissibili, al netto dell’iva, per interventi funzionali alla valorizzazione delle produzioni locali mediante l’acquisto di prodotti agroalimentari del territorio “a km 0”, con l’obiettivo di rafforzare e valorizzare il connubio turismo-enogastronomia locale.
Per prodotti agroalimentari del territorio reggino a km zero si fa riferimento ai prodotti della filiera agroalimentare reggina che valorizzano la materia prima locale e/o le tradizioni e le tipicità enogastronomiche reggine (a titolo esemplificativo:prodotti dell’agricoltura locale, prodotti reggini certificati a do e ig, prodotti agroalimentari tradizionali ex decreto ministeriale 350/1999 e L 238/2016 art 12 c 1 https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16681, prodotti coperti da altri riconoscimenti nazionali che ne sottolineano il legame con il territorio), che siano altresì acquisiti direttamente presso il luogo di produzione e/o trasformazione, all’interno del territorio metropolitano reggino.
L’importo del contributo è determinato nella misura del 30% dell’ammontare degli acquisti compresi tra 2.000 a 5.000 euro.
Per le imprese in possesso del rating di legalità è prevista in aggiunta al contributo una premialità pari a € 200,00.

I contributi saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% ai sensi dell’art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.
Tutte le spese possono essere sostenute dalla data di presentazione della domanda fino al termine che sarà assegnato nella comunicazione di concessione del contributo da parte della Camera di commercio, comunque non infewriore a sei mesi dalla concessione.
Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse.
Gli aiuti previsti dal Bando sono concessi in regime “de minimis”.

Come richiedere il voucher
Le domande, corredate dalla documentazione indicata all'art. 8 del bando, dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell'impresa, attraverso lo sportello on line "Contributi alle imprese", all'interno del sistema Webtelemaco di Infocamere - Servizi e-gov, dalle ore 10:00 del 27 maggio 2021 alle ore 19:00 del 30 giugno 2021 (V. Istruzioni operative per l'invio della pratica telematica).
Le domande saranno valutate con procedura a sportello secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, attestato dalla data e dall’orario di ricezione sul sistema Webtelemaco, fino ad esaurimento delle risorse.

Bando Internazionalizzazione - anno 2021
La Camera di commercio di Reggio Calabria mette a disposizione per l'annualità 2021 € 50.000,00 di risorse economiche sotto forma di contributi, per sostenere economicamente le imprese del territorio metropolitano nell’acquisizione di servizi per favorire l’avvio o lo sviluppo del commercio internazionale, anche attraverso un più diffuso utilizzo di strumenti innovativi, utilizzando la leva delle tecnologie digitali. L’obiettivo è di realizzare azioni di immediato supporto alle imprese, attivando contributi a copertura parziale delle spese sostenute per l’acquisizione di servizi.

Destinatari
Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (MPMI), così come definite dall'Allegato 1 al Regolamento UE n. 651/2014 (v. il Regolamento), di qualunque settore, aventi sede legale e/o unità locali produttive nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Reggio Calabria; in regola, e nell’esatta misura, con il pagamento del diritto annuale ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando.
Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta di contributo.

Interventi finanziabili e spese ammissibili
Gli ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale dovranno riguardare:
a) percorsi di rafforzamento della presenza all’estero, quali ad esempio:
- servizi di analisi, orientamento e assistenza specialistici; strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera (ad es. cataloghi/ brochure/presentazioni aziendali); certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri; protezione del marchio dell’impresa all’estero; formazione specialistica sull’internazionalizzazione; temporary export manager (TEM) e digital export manager in affiancamento al personale aziendale;
b) lo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali), quali ad esempio:
- incontri d’affari e B2B virtuali con buyer internazionali; gestione di business on line, attraverso piattaforme/ marketplace/ sistemi di smart payment internazionali; predisposizione e traduzione in almeno una lingua straniera dei contenuti del sito internet dell’impresa; campagne di marketing digitale o vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce; partecipazione a fiere o eventi con finalità commerciale all’estero o a fiere internazionali in Italia; attività ex-ante ed ex-post rispetto a quelle di promozione commerciale (analisi e ricerche di mercato, studi di fattibilità su specifici mercati, ricerca clienti/partner, servizi di follow-up)
Sono ammissibili le spese per:
a) servizi di consulenza e/o formazione relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale tra quelli previsti all’art. 2, comma 2 del Bando;
b) acquisto o noleggio di beni e servizi strumentali strettamente funzionali allo sviluppo delle iniziative di cui all'art. 2, comma 2 del Bando;
c) realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonché l’interpretariato e il servizio di hostess) e incontri d’affari, comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).
Saranno ritenute ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro il termine massimo indicato in sede di comunicazione di assegnazione del contributo da parte della Camera.

Contributi
I contributi saranno erogati a copertura di una percentuale dei costi ammissibili pari al 70%.
L'importo massimo del contributo ottenibile non potrà superare l'importo di € 3.500,00.
Per le imprese in possesso del rating di legalità è prevista in aggiunta al contributo una premialità pari a € 200,00.
Gli aiuti previsti dal Bando sono concessi in regime “de minimis”.

Come richiedere il voucher
Le domande, corredate dalla documentazione indicata all'art. 10 del bando, dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell'impresa, attraverso lo sportello on line "Contributi alle imprese", all'interno del sistema Webtelemaco di Infocamere - Servizi e-gov, dalle ore 10:00 del 27 maggio 2021 alle ore 19:00 del 17 giugno 2021 (V. Istruzioni operative per l'invio della pratica telematica).
Le domande saranno valutate con procedura a sportello secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, attestato dalla data e dall’orario di ricezione sul sistema Webtelemaco, fino ad esaurimento delle risorse.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.rc.camcom.gov.it/P42A2403C431S163/Bando-Internazionalizzazione---anno-2021.htm)Bando Internazionalizzazione[Bando Internazionalizzazione]0.1 kB
Accedi a questo URL (https://www.rc.camcom.gov.it/P42A2399C431S163/Bando-Voucher-digitali-I4-0---anno-2021.htm)Bando Voucher digitali I4.0[Bando Voucher digitali I4.0]0.1 kB
Accedi a questo URL (https://www.rc.camcom.gov.it/P42A2404C431S163/Bando-Voucher-per-le-imprese-turistiche--a-KM-0--della-Citta-Metropolitana-di-Reggio-Calabria.htm)Bando Voucher per le imprese turistiche[Bando Voucher per le imprese turistiche]0.1 kB

Finalità
Il bonus baby sitter è un contributo economico per aiutare le famiglie con figli in cui padre e madre lavorano, durante l’emergenza epidemiologica da covid-19. L’agevolazione ha lo scopo di garantire l’assistenza e la sorveglianza dei figli rimasti a casa in DAD per la sospensione delle attività didattiche nelle scuole o perchè contagiati dal virus SARS Covid-19 o perchè in quarantena.
La legge 6 maggio 2021, n. 61 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30, ha introdotto delle novità nella normativa sul bonus baby sitter

Destinatari
Hanno diritto al bonus Inps per i servizi di baby sitting e i centri estivi, in base all’ultima normativa prevista dal nuovo decreto covid, le seguenti categorie di lavoratori:
• lavoratori iscritti alla gestione separata e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie;
• lavoratori autonomi;
• personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, e della polizia locale, impiegato per le esigenze connesse all’emergenza da covid-19;
• lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alle
seguenti categorie:
– medici*;
– infermieri (inclusi ostetrici);
– tecnici di laboratorio biomedico;
– tecnici di radiologia medica;
– operatori sociosanitari, compresi soccorritori e autisti/urgenza 118;
– assistenti sociali;
• lavoratori autonomi non iscritti all’INPS. In questo caso le casse previdenziali di riferimento devono comunicare preventivamente il numero di beneficiari.

Contributo
In pratica viene introdotto uno speciale bonus baby sitter fino a 100 euro a settimana solo per alcune categorie di lavoratori: autonomi, operatori sanitari e forze dell’ordine.

Durata e scadenza bonus
E’ possibile richiedere il nuovo bonus baby sitter 2021 per i servizi di baby-sitting svolti dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2021, salvo successive proroghe. Le prestazioni devono essere comunicate dal genitore beneficiario sulla piattaforma delle prestazioni occasionali entro la data del 30 settembre 2021.

Come funziona
Il bonus può essere utilizzato per acquistare servizi di baby sitting, ed è erogato mediante il Libretto Famiglia. Si tratta dello strumento Inps utilizzato per retribuire le prestazioni di lavoro occasionale. Oppure si può utilizzare per iscrivere i figli a centri estivi o a servizi integrativi per l’infanzia, servizi socio-educativi territoriali, centri con funzione educativa e ricreativa, e servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia. In questo caso il beneficio consiste in una somma di denaro che viene erogata direttamente al richiedente.

Modalità per richiederlo
Per richiedere il beneficio occorre presentare la domanda bonus baby sitter 2021 all’Inps, attraverso l’apposita procedura attivata dall’INPS.
L’agevolazione va richiesta in una delle seguenti modalità:
- online, attraverso l’apposita applicazione disponibile sul portale web dell’Inps (Prestazioni e servizi > Tutti i servizi > Domande per Prestazioni a sostegno del reddito > Bonus servizi di baby sitting D.L.30/2021), accessibile direttamente dalla home page del sito Inps;
- rivolgendosi ai servizi gratuiti offerti dai patronati.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.inps.it/news/bonus-baby-sitting-istruzioni-per-la-domanda)Avviso[Avviso]0 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

tel. 0965.880992

Privacy Policy

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi