Obiettivo
Concessione di un buono (voucher servizi) ai nuclei familiari residenti in Calabria, da utilizzare per sostenere le spese relative all’acquisto di un pacchetto soggiorno di almeno 3 notti.
Il buono è spendibile presso le strutture ricettive ubicate sul territorio calabrese e aderenti all’iniziativa

Beneficiari
Le strutture ricettive ubicate sul territorio calabrese che svolgono attività rientranti in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 (come da elenco allegato all’Avviso) e che avranno aderito all’iniziativa promossa dalla Regione Calabria mediante la registrazione alla piattaforma dedicata.

Destinatari
I nuclei familiari colpiti da forte disagio economico aggravato e/o determinato dell’emergenza COVID 19. Ai fini della presentazione della domanda di concessione del voucher, gli interessati dovranno possedere, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:
• essere residenti in un Comune della Regione Calabria;
• avere un reddito ISEE, riferito al nucleo di appartenenza, non superiore a € 20.000,00.
I voucher saranno assegnati, previa verifica di ammissibilità delle istanze e possesso dei requisiti previsti, mediante una procedura a sportello, sulla base dell’ordine di arrivo delle domande pervenute.

Contributo concedibile
Il valore del voucher è da quantificarsi secondo le seguenti modalità:
nucleo familiare composto da n. 1 persona € 80,00
nucleo familiare composto da n. 2 persone € 160,00
nucleo familiare composto da n. 3 persone € 240.00
nucleo familiare composto da n. 4 persone e oltre € 320,00
Il contributo complessivo concedibile a ciascun nucleo familiare non può comunque eccedere il limite massimo di € 320,00 euro. Il voucher potrà essere utilizzato unicamente a copertura dei costi di un soggiorno, di almeno 3 notti, presso strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e del turismo all’aria aperta, operanti sul territorio della Regione Calabria.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 14.500.000,00.

Domanda
Le strutture abilitate al riscatto dei voucher “StaInCalabria”, che vorranno aderire all’iniziativa, dovranno partecipare alla manifestazione di interesse attraverso la piattaforma web dedicata, a partire dal 14 luglio 2020.
La richiesta di concessione del voucher “StaInCalabria” da parte delle famiglie dovrà essere tassativamente predisposta e trasmessa, previa registrazione e autenticazione, mediante l’apposita modulistica presente sulla piattaforma web dedicata all’operazione, a partire dal 20 luglio e fino al 30 settembre.

Valutazione
La Regione Calabria effettuerà una procedura di valutazione a sportello, di verifica dell’ammissibilità delle istanze pervenute, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle stesse e fino alla concorrenza delle risorse disponibili.

Erogazione e utilizzo del buono
Le procedure di erogazione e di gestione dei voucher, nonché l’utilizzo degli stessi da parte dei destinatari, avvengono interamente attraverso l’apposita web app, secondo le modalità che saranno descritte nella sezione dedicata di Calabria Europa e sul sito web di Fincalabra.
Il voucher è corrisposto esclusivamente in modalità digitale, secondo le procedure descritte nella manualistica dedicata.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/404/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Oggetto
È indetta una procedura di avviamento a selezione, con le modalità di cui all’art. 16 della Legge n. 56/87, di n°52 unità lavorative totali per il profilo professionale di Operatore Giudiziario, area II^, posizione retributiva F1
n° 17 unità presso il Distretto Corte d’Appello di Catanzaro
n° 35 unità presso il Distretto Corte d’Appello di Reggio Calabria

Termini e modalità di presentazione della domanda di partecipazione
Gli interessati dovranno produrre la domanda di adesione all’avviamento a selezione, utilizzando, a pena di esclusione, il modello allegato al presente Avviso, al Centro per l’Impiego presso cui risultano iscritti, inviando la propria candidatura esclusivamente tramite PEC personale alle sotto indicate PEC istituzionali dei Centri per l’impiego afferenti, DAL 08 LUGLIO 2020 AL 16 LUGLIO 2020, indicando nell’oggetto della PEC la seguente dicitura: “Avviamento a selezione Operatori Giudiziari Ministero della Giustizia”

Formulazione delle graduatorie e pubblicazione
I Centri per l’Impiego, raccoglieranno le domande di partecipazione e, previa istruttoria, predisporranno la graduatoria di competenza ordinata secondo il criterio di precedenza per chi ha punteggio maggiore.
Ad ogni candidato avente diritto all’avviamento a selezione è attribuito il seguente punteggio:
− Anzianità di disoccupazione: Punti 0,50 per ogni mese maturato fino ad un massimo di 30 punti;
− Reddito: Deve intendersi l’Indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare (dato ISEE) meno un punto per ogni mille euro fino ad un massimo di 30 punti (tale punteggio è calcolato in detrazione). Il Reddito ISEE, oltre le migliaia si arrotonda per difetto fino a € 500,00, oltre € 500,00 si arrotonda per eccesso;
Al lavoratore che non presenta il modello ISEE completo di allegati (DSU), sono sottratti 30 punti;
A parità di punteggio avrà la precedenza il soggetto con un maggiore numero di figli conviventi e privi di occupazione, come da autocertificazione del partecipante;
In caso di ulteriore parità è preferito, ai sensi dell’art. 3 comma 7 della Legge n. 127/97 e s.m.i., il candidato più giovane di età.
Le graduatorie così formulate saranno trasmesse, a cura dei Responsabili dei Centri per l’Impiego, al Dirigente del Settore Centri per l’Impiego e Funzioni Territoriali che provvederà alla redazione di n.2 graduatorie integrate una per il Distretto Corte d’Appello di Catanzaro e l’altra per il Distretto Corte d’Appello di Reggio Calabria

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?18068)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Finalità
Interventi di adattamento e di adeguamento degli spazi e degli ambienti scolastici e delle aule didattiche degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica.

Soggetti ammessi alla partecipazione
Enti locali con competenza sugli edifici scolastici censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica.

Tipologia interventi
Sono ammessi, a titolo esemplificativo, interventi di adattamento e adeguamento funzionale di spazi e ambienti scolastici, di aule didattiche, ma anche fornitura di arredi scolastici idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative a:
- lavori di adeguamento e di adattamento funzionale di spazi, ambienti e aule didattiche;
- forniture di arredi e attrezzature scolastiche idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti;
- incentivi e spese tecniche;
- pubblicità;
- altre spese di cui al punto E del prospetto riportato all’art. 7, quale contributo alle eventuali voci necessarie per la formulazione del quadro economico previste dagli articoli 16 e 42 del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207;
- I.V.A., ammissibile solo quando non possa essere, in qualsiasi modo, recuperata dal beneficiario finale.

Contributo
A ciascun ente locale ammesso a finanziamento a seguito di presentazione di regolare candidatura sarà assegnata una quota di risorse prestabilita e parametrata, per fasce, alla popolazione scolastica del proprio territorio, determinata secondo i dati consolidati delle iscrizioni all’anno scolastico 2019-2020.

Accreditamento e registrazione
Gli enti locali non ancora accreditati avranno tempo fino alle ore 18.00 del giorno 9 luglio 2020 per avanzare richiesta di accreditamento al servizio “PON ISTRUZIONE – Edilizia Enti locali” tramite il portale del Sistema informativo del Ministero dell’istruzione: https://www.miur.gov.it/web/guest/accesso

Candidatura
Per la presentazione della candidatura, gli enti locali dovranno compilare l’istanza di partecipazione presente in piattaforma “Gestione Interventi” e sottoscrivere digitalmente il formulario.
L’area del sistema informativo predisposta per la registrazione e l’accreditamento degli enti locali sarà aperta dalle 15.00 del giorno 6 luglio 2020 e resterà disponibile fino alle ore 18.00 del giorno 9 luglio 2020. L’area del sistema informativo predisposta per la presentazione delle candidature resterà aperta dalle ore 15.00 del giorno 6 luglio 2020 alle ore 15.00 del giorno 10 luglio 2020.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.istruzione.it/pon/avviso_adeguamento-spazi-e-aule_2ed.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

Finalità
Si tratta di una serie di azioni volte a sostenere la nascita e la crescita di imprese nel Sud Italia, mediante l’erogazione di contributi economici, in parte a fondo perduto.
L’iniziativa ha lo scopo anche di favorire l’imprenditoria giovanile, pertanto è rivolta a giovani di età compresa tra i 18 e i 45 anni. Inoltre, mira, in particolare, a promuovere la costituzione di nuove aziende in Calabria, Abruzzo, Basilicata,  Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Destinatari
I contributi economici previsti sono rivolti a giovani che:
– hanno un’età compresa tra i 18 e i 45 anni. Nel caso delle società, le stesse possono comprendere anche soci che non rispettano il limite anagrafico, a patto che non siano in numero superiore ad un terzo dei membri della compagine societaria, e non abbiano rapporti di parentela fino al quarto grado con gli altri soci;
– sono residenti in Calabria, Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, o sono disposti a trasferirsi a seguito dell'accoglimento della richiesta di finanziamento;
– non risultano beneficiari, negli ultimi 3 anni, di altre misure nazionali a favore dell’autoimprenditorialità;
– non risultano titolari di attività di impresa;
– hanno costituito o intendono costituire imprese individuali o società, comprese le cooperative, con sede legale o operativa nei territori destinatari della misura Resto al Sud.

Con la legge di Bilancio 2019 si amplia la platea di destinatari delle agevolazioni di Resto al Sud, estendendo l'agevolazione anche ai liberi professionisti.

Settori ammissibili
Per richiedere le agevolazioni, le imprese costituite o da costituire devono far riferimento ad uno dei seguenti settori:
– produzione di beni nei settori dell’artigianato, dell’industria, della pesca e dell’acquacoltura;
– fornitura di servizi, ivi compresi i servizi turistici

Contributi economici
I giovani imprenditori meridionali potranno beneficiare di un finanziamento di importo massimo di 60.000 Euro. Nel caso delle società tale importo massimo sarà concesso a ciascun socio, fino al limite di 200.000 Euro. I contributi economici saranno erogati per il 50% a fondo perduto e per la restante parte sotto forma di prestito a tasso zero, da rimborsare entro 8 anni, di cui i primi 2 in pre ammortamento.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative all'acquisto di beni e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
a) opere edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria
b) macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
c) programmi informatici e servizi per le tecnologie dell'informazione e della telecomunicazione (TIC);
d) spese relative al capitale circolante inerente allo svolgimento dell'attivita' d'impresa nella misura massima del venti per cento del programma di spesa; sono ammissibili le spese per materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, utenze e canoni di locazione per immobili, eventuali canoni di leasing, acquisizione di garanzie assicurative funzionali all'attivita' finanziata.

Come partecipare
I finanziamenti Resto al Sud potranno essere richiesti fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Coloro che desiderano richiedere le agevolazioni per le imprese del Sud possono inviare apposita domanda online, tramite il portale web di Invitalia, che valuterà il progetto imprenditoriale entro 60 giorni.
Le domande possono essere inviate, esclusivamente online, attraverso la piattaforma web di Invitalia.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.invitalia.it/site/new/home/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/resto-al-sud.html)Link INVITALIA[Link INVITALIA]0.2 kB

Obiettivo
La Regione Calabria intende sostenere i giovani residenti in Calabria attraverso la concessione di un buono (voucher servizi), da utilizzare per le spese relative all’acquisto di beni e servizi turistici, ricreativi e/o culturali offerti da strutture ubicate sul territorio regionale e aderenti all’iniziativa, da individuare attraverso una procedura di manifestazione di interesse espletata, a mezzo del medesimo Avviso, attraverso registrazione e adesione mediante la piattaforma dedicata. L’elenco degli operatori, sarà pubblicato sul sito istituzionale e sul portale CalabriaEuropa.

Beneficiari
Gli esercenti, ovvero le imprese con sede/unità locale in Calabria che svolgono attività rientranti in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 (come da elenco allegato all’Avviso) e che avranno aderito all’iniziativa promossa dalla Regione Calabria mediante la registrazione alla piattaforma dedicata.

Destinatari
I giovani colpiti da forte disagio economico aggravato e/o determinato dell’emergenza COVID 19. Ai fini della presentazione della domanda di concessione del voucher, gli interessati devono possedere, alla data di presentazione della domanda stessa, i seguenti requisiti:
• essere residenti nella Regione Calabria;
• avere un’età compresa tra 18 e 24 anni;
• avere un reddito, riferito al nucleo di appartenenza, con ISEE non superiore a € 9.000,00.

Contributo concedibile
Il buono ha un valore di € 200,00.
I voucher saranno assegnati, previa verifica di ammissibilità delle istanze e possesso dei requisiti previsti, mediante una procedura a sportello, sulla base dell’ordine di arrivo delle domande pervenute. Il buono potrà essere concesso una sola volta per ciascun soggetto richiedente e dovrà essere utilizzato entro il 30 ottobre 2020.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 12.500.000,00.

Domanda
La richiesta di concessione del voucher “InCalabria” dovrà essere tassativamente predisposta e trasmessa, previa registrazione e autenticazione, mediante l’apposita modulistica presente sulla piattaforma web dedicata all’operazione che sarà comunicata a partire dalla data di pubblicazione della procedura.
Attualmente l’avviso è in preinformazione

Valutazione
La Regione Calabria effettuerà una procedura di valutazione a sportello, di verifica dell’ammissibilità delle istanze pervenute, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle stesse e fino alla concorrenza delle risorse disponibili.

Erogazione e utilizzo del buono
La procedura di erogazione, utilizzo e gestione del voucher del valore di € 200,00 sarà effettuata tramite un’applicazione web, a partire dalla data di pubblicazione della procedura. Inoltre, il voucher verrà richiesto ed erogato esclusivamente in modalità digitale, previa acquisizione di una sessione formativa in digitale di 30 minuti, volta all’apprendimento delle principali tematiche di informazione e orientamento al lavoro, secondo le procedure che saranno descritte e rese note attraverso la manualistica d’uso dedicata.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/405/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Vicepresidente Consiglio regionale della Calabria

via Cardinale Portanova
89100 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
tel. 0965.880992

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi