Finalità
La procedura concorsuale è finalizzata al reclutamento di ispettori del lavoro, funzionari e amministrativi.

Ripartizione posti
La procedura concorsuale è finalizzata alla copertura dei seguenti posti di lavoro:
691 posti per il profilo di Ispettore del lavoro, Area III – F1, da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, di cui n. 64 riservati al personale di ruolo dell’Ispettorato nazionale del lavoro;
823 posti per il profilo di Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, di cui:
– n. 131 per il profilo di Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, Area III – F1, da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro. Si precisa che 13 posti sono riservati al personale di ruolo dell’Ispettorato nazionale del lavoro;
– n. 635 posti per il Profilo professionale amministrativo, Area C, livello economico C1, da inquadrare nei ruoli dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. Si precisa che 127 riservati al personale di ruolo dell’INAIL;
– n. 84 posti per il profilo di Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, Area funzionale III – F1, da inquadrare nei ruoli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali. 6 posti sono riservati al personale di ruolo nella medesima professione.

Requisiti
Il concorso del Ministero del Lavoro, INAIL, INL è rivolto a candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
– cittadinanza italiana;
– età non inferiore a diciotto anni;
– idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce. Tale requisito sarà accertato prima dell’assunzione all’impiego;
– godimento dei diritti civili e politici;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
– non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
– per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.
Ai candidati si richiede inoltre il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
ISPETTORE DEL LAVORO
– lauree Magistrali (LM) in LMG/01 Giurisprudenza; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni;
– lauree specialistiche (LS) in 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
– diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza;
– laurea (L) in L-14 Scienze dei servizi giuridici, L-16 Scienze dell’Amministrazione e dell’organizzazione, L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali.
FUNZIONARIO AREA AMMINISTRATIVA
per il Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso:
– lauree Magistrali (LM) in LMG/01 Giurisprudenza; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-62 Scienze della politica;
– lauree specialistiche (LS) in 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; 71/S Scienze delle Pubbliche amministrazioni; 70/S Scienza della Politica;
– diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza;
– classi di Laurea (L) in L14 Scienze dei servizi giuridici, L16 Scienze dell’Amministrazione e dell’organizzazione, L36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali.
per il Profilo professionale AMMINISTRATIVO:
– laurea (L), diploma di laurea (DL), laurea specialistica (LS), laurea magistrale (LM).
Resta fermo che i requisiti per la partecipazione al concorso e i titoli di cui il candidato richiede la valutazione devono essere posseduti alla data dell’11 ottobre 2019, vecchia scadenza del bando riaperto.

Domanda e termini
Le domande di ammissione al concorso riaperto devono essere presentate entro il giorno 30 agosto 2021 esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on line tramite il sistema “Step-One 2019”.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.ripam.cloud/)Portale Step One per la presentazione delle domande[Portale Step One per la presentazione delle domande]0.1 kB
Accedi a questo URL (http://riqualificazione.formez.it/content/concorso-unico-ripam-lavoro-avviso-modifica-e-riapertura-termini-lassunzione-tempo)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

FINALITÀ DELL’AVVISO
Selezionare Enti del Terzo Settore con cui attivare una co-progettazione volta alla realizzazione di progetti nelle scuole.

ENTI AMMISSIBILI
Sono ammessi a partecipare alla Procedura gli Enti del Terzo Settore di cui all’art. 4 del D.Lgs. n. 117/2017, in forma singola o in Associazione Temporanea di Scopo, costituita o costituenda, in possesso dei requisiti di seguito indicati:
- idoneità morale e professionale a stipulare Convenzioni con la Pubblica Amministrazione, ai sensi dell’art. 80 del D.Lgs. 50/2016;
- iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Nelle more dell’operatività del RUNTS, il requisito deve intendersi soddisfatto da parte degli Enti attraverso la loro iscrizione a uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore; sono ammessi altresì gli Enti che risultano in corso di iscrizione presso uno dei suddetti registri al momento della presentazione della propria candidatura;
- sussistenza di apposita previsione, nel proprio Atto costitutivo e/o Statuto, relativa al perseguimento di finalità e/o svolgimento di attività coerenti con l’oggetto dell’Avviso;
- aver realizzato nel quinquennio precedente almeno un numero pari a 3 iniziative con soggetti pubblici e/o privati, concernenti l’ambito per il quale si presenta la proposta progettuale, svolti a titolo gratuito o finanziati con fondi nazionali o comunitari;
- aver realizzato nel quinquennio precedente alla pubblicazione del presente Avviso almeno un’iniziativa con soggetti pubblici e/o privati, concernente l’ambito per il quale si presenta la proposta progettuale, finanziata con fondi nazionali o comunitari per un importo di finanziamento pari almeno a € 50.000,00.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI
Le idee progettuali dovranno avere ad oggetto i seguenti ambiti tematici:
a) contrasto alle mafie e legalità;
b) inclusione percorsi educativi finalizzati alla partecipazione e al coinvolgimento di tutti gli studenti, per valorizzare al meglio il potenziale di apprendimento di ciascun alunno ed elaborare strategie a supporto degli allievi che si trovino in situazioni di svantaggio socio-culturale, anche con background migratorio, degli allievi che presentino difficoltà di apprendimento tali da comportare il rischio di insuccesso formativo e di abbandono, degli alunni con bisogni educativi speciali e degli alunni con disabilità;
c) sostenibilità e transizione ecologica, per sensibilizzare la comunità scolastica all’acquisizione di stili di vita sostenibili;
d) promozione dell’internazionalizzazione dei percorsi formativi;
e) promozione del libro e della lettura.
Le iniziative dovranno prevedere lo svolgimento, nella fase successiva di realizzazione, di attività progettuali in almeno 2 Regioni, nonché il coinvolgimento di almeno 10 scuole.

RISORSE FINANZIARIE
Il Ministero stanza 5 milioni di euro, ripartiti tra gli ambiti come segue:
a) contrasto alle mafie e legalità: € 1.800.000
b) inclusione: € 1.800.000
c) sostenibilità e transizione ecologica: € 800.000
d) promozione dell’internazionalizzazione dei percorsi formativi: € 300.000
e) promozione del libro e della lettura: € 300.000,00.
L’importo massimo finanziabile per ciascun progetto va da 60.000 a 300.000 euro a seconda dell’ambito. Ciascun Ente potrà partecipare su uno o più dei suddetti ambiti, ma potrà essere finanziato solo per un ambito.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le candidature dovranno essere inviate al Ministero entro le ore 12.00 del 31 agosto 2021 esclusivamente attraverso l’area riservata del Portale istituzionale, accessibile tramite credenziali SPID, al link https://iam.pubblica.istruzione.it/iamssum/profilo/home .

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.miur.gov.it/web/guest/-/decreto-dipartimentale-n-66-del-27-luglio-2021)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Obiettivi
Il presente avviso intende sostenere percorsi di inserimento e reinserimento lavorativo dei soggetti disoccupati adulti, in particolare dei disoccupati di lunga durata, attraverso azioni mirate di politica attiva del lavoro attraverso la realizzazione di esperienze formative on the job ed investendo sui settori che offrono nuove prospettive di sviluppo, quali ad esempio, green e blue economy e servizi alla persona.

Beneficiari
Possono partecipare al presente avviso in qualità di Soggetti Proponenti:
- I Servizi per il Lavoro in possesso di accreditamento e in possesso dei requisiti previsti dall’Avviso

Destinatari
Sono destinatari dei servizi di assistenza alla collocazione/ricollocazione al lavoro i soggetti in condizioni di disoccupazione con difficoltà nell’accesso e/o nel re-ingresso al mercato del lavoro, anche a seguito dell’emergenza COVID-19.
I destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
- cittadini italiani o cittadini comunitari o cittadini non comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno;
- essere inoccupati o disoccupati, ai sensi della Legge n. 26/2019 art. 4 comma 15-quater e del D.Lgs. n. 150/2015, non beneficiari di prestazioni di sostegno al reddito. Tale condizione deve sussistere al momento della presa in carico e permanere per tutta la durata dell’intervento;
- essere residenti o domiciliati in Calabria;
- aver compiuto il trentacinquesimo anno di età;
- aver sottoscritto il Patto di Servizio Personalizzato (DLgs 150/2015) presso il Centro per l’impiego (CPI) della Regione Calabria territorialmente competente.

Azioni finanziabili
- Accesso al servizio – Presa in carico
- Servizi di orientamento e di accompagnamento alla crescita delle competenze
- Tirocinio extracurriculare

Stanziamento
Le risorse a disposizione ammontano a € 5.560.784,38.

Domanda di partecipazione
Le domande da parte dei destinatari devono essere presentate esclusivamente per il tramite dei soggetti accreditati per i Servizi per il Lavoro.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/447/index.html)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Finalità
Realizzazione di reti locali, sia cablate che wireless, all’interno delle istituzioni scolastiche. L’obiettivo è quello di dotare gli edifici scolastici di un’infrastruttura di rete capace di coprire gli spazi didattici e amministrativi delle scuole, nonché di consentire la connessione alla rete da parte del personale scolastico, delle studentesse e degli studenti, assicurando, altresì, il cablaggio degli spazi, la sicurezza informatica dei dati, la gestione e autenticazione degli accessi. La misura prevede la realizzazione di reti che possono riguardare singoli edifici scolastici o aggregati di edifici con il ricorso a tecnologie sia wired (cablaggio) sia wireless (WiFi), LAN e WLAN.

Beneficiari
Istituzioni scolastiche statali e i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti

Tipologie di intervento
Gli interventi ammissibili prevedono la realizzazione o il potenziamento delle reti locali cablate e wireless degli edifici scolastici, utilizzate dalle scuole a fini didattici e amministrativi, comprensivi di fornitura di materiali e strumenti per la realizzazione di cablaggi strutturati, fornitura e installazione di apparati attivi, switch, prodotti per l’accesso wireless, dispositivi per la sicurezza delle reti e servizi, compresi i dispositivi di autenticazione degli utenti (personale scolastico e studenti), fornitura e installazione di gruppi di continuità, posa in opera della fornitura ed eventuali piccoli interventi edilizi strettamente indispensabili e accessori.
Sono ammissibili i servizi di progettazione delle reti, di collaudo e di assistenza al collaudo, di eventuale dismissione dell’esistente, di configurazione degli apparati acquistati e degli accessi, di manutenzione, assistenza e gestione fino al massimo di un anno dalla data di realizzazione, addestramento e formazione del personale interno della scuola all’utilizzo delle reti realizzate.

Massimali di spesa
L’importo totale del finanziamento per ciascuna istituzione scolastica è determinato tenendo conto del numero complessivo degli studenti iscritti e del numero degli edifici scolastici attivi di competenza dell’istituzione scolastica.

Termini e modalità di presentazione della candidatura
L’area del sistema informativo predisposta alla presentazione delle proposte (GPU) e quella del sistema Informativo Fondi (SIF) predisposta per la trasmissione delle candidature firmate digitalmente resteranno entrambe aperte dalle ore 12.00 del giorno 27 luglio 2021 alle ore 12.00 del giorno 14 settembre 2021.
La selezione delle candidature avverrà secondo la modalità “a sportello”.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.istruzione.it/pon/avviso_reti%20locali_cablate_e_wireless_nelle_scuole.html#man)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0.2 kB

L’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) in qualità di banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura ha lanciato una nuova gamma di soluzioni finanziarie concepite per i soggetti pubblici e privati che operano nel mondo della cultura.

Mutuo Ordinario Cultura Privati
Finalità
Finanziamento a medio e lungo termine, dedicati alle iniziative per l’acquisto di attrezzatura dei beni culturali, alla realizzazione, ristrutturazione, conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale.
Beneficiari
Società ed Associazioni culturali (incluse le imprese culturali e creative che perseguono finalità di tutela, protezione, conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale), Enti Pubblici diversi dagli Enti Locali previsti dallo Statuto vigente, Enti Ecclesiastici, Università, Istituti culturali e Fondazioni
Attività finanziata
Progetti ed iniziative ad alta responsabilità sociale in ambito culturale o tese all’acquisto attrezzatura dei beni culturali (a titolo esemplificativo: arredi, scaffalature, apparecchiature e strumenti tecnologici per una migliore fruizione dei beni culturali o per la loro protezione e sicurezza) e alla realizzazione, ristrutturazione, conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale (a titolo esemplificativo: musei, biblioteche, archivi, dimore storiche, monumenti, siti archeologici)

Mutuo Cultura 4.0 Privati
Finalità
Finanziamento a medio e lungo termine, per progetti e iniziative finalizzati all’efficientamento energetico, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla messa a norma, alla protezione e alla digitalizzazione dei beni e del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale.
Beneficiari
Società ed Associazioni culturali (incluse le imprese culturali e creative che perseguono finalità di tutela, protezione, conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale), Enti Pubblici diversi dagli Enti Locali previsti dallo Statuto vigente, Enti Ecclesiastici, Università, Istituti culturali e Fondazioni
Attività finanziata
Progetti ed iniziative ad alta responsabilità sociale in ambito culturale o tese a fronteggiare i rischi ambientali, all’efficientamento energetico, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla messa a norma, alla protezione e alla digitalizzazione (a titolo esemplificativo: visita virtuale del museo, catalogo accessibile per visitatori, sito web dedicato, allestimenti interattivi e ricostruzioni virtuali) dei beni e del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale

Mutuo Light Cultura 2.0
Finalità
Finanziamento a medio termine, dedicato a finanziare piccoli lavori di manutenzione degli edifici e giardini storici vincolati ai sensi del “Codice dei beni culturali e del paesaggio” o di strutture destinate ad attività culturali o a esse strumentali su tutto il territorio nazionale, all’acquisto o restauro di beni culturali relativi all’attività culturale esercitata o acquisto di attrezzature e beni strumentali per una migliore fruizione dei beni o per la loro protezione e sicurezza.
Beneficiari
Società ed Associazioni culturali (incluse le imprese culturali e creative che perseguono finalità di tutela, protezione, conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale), Enti Ecclesiastici, Università, Istituti culturali e Fondazioni
Attività finanziata
Progetti ed iniziative ad alta responsabilità sociale in ambito culturale o tese alla realizzazione di lavori di manutenzione degli edifici e giardini storici vincolati ai sensi del “Codice dei beni culturali e del paesaggio” o di strutture destinate ad attività culturali o ad esse strumentali su tutto il territorio nazionale. Acquisto o restauro di beni culturali relativi all’attività culturale esercitata (es. documenti, libri, manoscritti, fotografie, opere di pittura, scultura, grafica) o acquisto di attrezzature e beni strumentali o comunque connessi (es. arredi, scaffalature, apparecchiature e strumenti tecnologici) per una migliore fruizione dei beni culturali o per la loro protezione e sicurezza

Mutuo Anticipazione Cultura Privati
Finalità
Finanziamento chirografario a breve termine, per finanziare lo svolgimento delle attività culturali quali ad esempio l’organizzazione di mostre, le rappresentazioni teatrali o altra attività caratteristiche. Le anticipazioni sono relative a contributi concessi da Stato, Regioni, Comuni o altri enti di Diritto Pubblico e a contratti di sponsorizzazione stipulati dai beneficiari con soggetti a elevato standing.
Beneficiari
Società ed Associazioni culturali (incluse le imprese culturali e creative che perseguono finalità di tutela, protezione, conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale), Enti Pubblici diversi dagli Enti Locali previsti dallo Statuto vigente, Enti Ecclesiastici, Università, Istituti culturali e Fondazioni
Attività finanziata
Svolgimento dell’attività caratteristica (es. interventi su strutture, festival, rassegne, mostre ecc.) e anticipazioni relative a: − contributi concessi ai beneficiari da Stato, Regioni, Comuni o altri enti di Diritto Pubblico − contratti di sponsorizzazione stipulati dai beneficiari con soggetti ad elevato standing

Mutuo Ordinario Cultura Pubblici
Finalità
Finanziamento a medio e lungo termine, dedicati alle iniziative per l’acquisto di attrezzatura dei beni culturali, alla realizzazione, ristrutturazione, conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale.
Beneficiari
Enti Locali e Regioni
Attività finanziata
Progetti ed iniziative ad alta responsabilità sociale in ambito culturale o tese all’acquisto attrezzatura dei beni culturali (a titolo esemplificativo: arredi, scaffalature, apparecchiature e strumenti tecnologici per una migliore fruizione dei beni culturali o per la loro protezione e sicurezza) e alla realizzazione, ristrutturazione, conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale (a titolo esemplificativo: musei, biblioteche, archivi, dimore storiche, monumenti, siti archeologici)

Mutuo Cultura 4.0 Pubblici
Finalità
Finanziamento a medio e lungo termine, per progetti e iniziative finalizzati all’efficientamento energetico, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla messa a norma, alla protezione e alla digitalizzazione dei beni e del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale.
Beneficiari
Enti Locali e Regioni
Attività finanziata
Progetti ed iniziative ad alta responsabilità sociale in ambito culturale o tese a fronteggiare i rischi ambientali, all’efficientamento energetico, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla messa a norma, alla protezione e alla digitalizzazione (a titolo esemplificativo: visita virtuale del museo, catalogo accessibile per visitatori, sito web dedicato, allestimenti interattivi e ricostruzioni virtuali) dei beni e del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.creditosportivo.it/prodotti-cultura-2021/)Link Istituto Credito Sportivo[Link Istituto Credito Sportivo]0.2 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

tel. 0965.880992

Privacy Policy

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi