Finalità
Divulgare le conoscenze del territorio calabrese, mediante l'erogazione di contributi alle scuole pubbliche e private attive sul territorio dell’Unione Europea, interessate a organizzare viaggi d'istruzione nel corso dell'anno scolastico 2017/2018, presso località montane della Regione Calabria.

Obiettivi
Gli obiettivi di questa azione di promozione sono:
a) sensibilizzare gli studenti calabresi alla conoscenza diretta del proprio territorio al fine di raggiungere una consapevole identità regionale;
b) rendere gli studenti delle altre aree ambasciatori dei valori culturali, storici,ambientali e sportivi presenti in Calabria;
c) facilitare lo scambio culturale tra giovani di realtà locali diverse.

Soggetti beneficiari
Possono accedere ai contributi gli istituti scolastici statali e paritari.

Elenco dei Comuni montani della Calabria, presso i quali possono essere organizzate le gite scolastiche

Provincia di Reggio Calabria
- Stillaro/ Allaro/Limina − Comuni: Bivongi, Canolo, Caulonia, Grotteria, Mammola, Martone, Pazzano, San Giovanni di Gerace, Stilo.
- Aspromonte orientale − Comuni: Africo, Antonimina, Careri, Ciminà, Platì, Samo, San Luca, Sant’Agata del Bianco.
- Area grecanica − Comuni: Bagaladi, Bova, Condofuri, Palizzi, Roccaforte del Greco, Roghudi, San Lorenzo, Staiti.
- Versante dello Stretto − Comuni: Calanna, Cardeto, Laganadi, Montebello Jonico, Motta San Giovanni, San Roberto, Sant’Alessio d’Aspromonte, Santo Stefano d’Aspromonte, Scilla.
- Tirrenico Meridionale − Comuni: Cosoleto, Delianuova, Molochio, Oppido Mamertina, Santa Cristina d’Aspromonte, Santa Eufemia d’Aspromonte, Scido, Sinopoli.
- Versante Tirrenico Settentrionale − Comuni: Cinquefrondi, Cittanova, Galatro, Giffone, San Giorgio Morgeto, San Pietro di Caridà.

Provincia di Catanzaro
- Presila catanzarese − Comuni: Albi, Cerva, Fossato Serralta, Magisano, Pentone, Petronà, Sellia Sersale, Sorbo San Basile, Soveria, Taverna, Zagarise.
- Tiriolo − Comuni: Carlopoli, Cicala, Conflenti, Decollatura, Falerna, Gimigliano, Martirano, Martirano Lombardo, Miglierina, Motta Santa Lucia, Platania, San Pietro Apostolo, Serrastretta, Soveria Mannelli, Tiriolo.
- Fossa del Lupo − Comuni: Amaroni, Cardinale, Cenadi, Centrache, Chiaravalle Centrale, Cortale, Davoli, Girifalco, Jacurso, Olivadi, Palermiti, San Sostene, San Vito sullo Jonio, Torre di Ruggiero, Vallefiorita.

Provincia di Cosenza
- Alto Jonio − Comuni: Albidona, Alessandria del Carretto, Canna, Castroregio, Cerchiara di Calabria, Nocara, Oriolo, Plataci, San Lorenzo Bellizzi.
- Pollino − Comuni: Acquaformosa, Castrovillari, Civita, Frascineto, Laino Borgo, Laino Castello, Lungro, Morano Calabro, Mormanno, Saracena, San Basile.
- Alto Tirreno/Appennino/Paolano − Comuni: Aieta, Bonifati, Buonvicino, Fuscaldo, Grisolia, Guardia Piemontese, Maierà, Orsomarso, Santa Domenica Talao, Tortora, Verbicaro.
- Savuto − Comuni: Aiello Calabro, Aprigliano, Belsito, Bianchi, Carpanzano, Cellara, Colosimi, Grimaldi, Lago, Malito, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Pedivigliano, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Scigliano.
- Silana − Comuni: Casole Bruzio, Castiglione Cosentino, Celico, Lappano, Pedace, Pietrafitta, Rovito, San Giovanni in Fiore, San Pietro in Guarano, Serra Pedace, Spezzano della Sila, Spezzano Piccolo.
- Greca/Destra Crati − Comuni: Acri, Bocchigliero, Campana, Longobucco, Luzzi, Paludi, Pietrapaola, Rose, Rossano, San Demetrio Corone, Santa Sofia d’Epiro, San Cosmo albanese, San Giorgio albanese, Vaccarizzo albanese.
- Media Valle Crati/Serre Cosentine − Comuni: Carolei, Cerisano, Dipignano, Domanico, Falconara albanese, Longobardi, Marano Marchesato, Marano Principato, Mendicino, Paterno Calabro, San Benedetto Ullano, San Fili, San Vincenzo la Costa.
- Delle Valli/ Media Valle Crati − Comuni: Cervicati, Cerzeto, Fagnano Castello, Malvito, Mongrassano, Mottafollone, San Donato di Ninea, Rota Greca, San Martino di Finita, San Sosti, Sant’Agata d’Esaro, Santa Caterina Albanese.

Provincia di Crotone
- Alto Crotonese − Comuni: Caccuri, Castelsilano, Carfizzi, Cerenzia, Cotronei, Mesoraca, Pallagorio, Petilia Policastro, San Nicola dell’Alto, Savelli, Verzino.

Provincia di Vibo Valentia
- Serre calabre − Comuni: Brognaturo, Capistrano, Fabrizia, Filadelfia, Mongiana, Monterosso Calabro, Nardodipace, Polia, San Nicola da Crissa, Serra San Bruno, Simbario, Spadola, Vallelonga.
- Alto Mesima/Monte Poro − Comuni: Acquaro, Arena, Filandari, Ionadi, Rombiolo, San Gregorio d’Ippona, Sorianello, Spilinga, Zaccanopoli, Zungri.

Tipologie di interventi contributivi
I contributi della Regione Calabria sono previsti per:
- spese di soggiorno
- spese di trasporto
- spese relative alle visite presso i musei o parchi letterari e/o didattici
- spese relative a lezioni di sci

Contenuto della richiesta
L’istanza dovrà essere corredata da una breve relazione illustrativa del programma di viaggio, indicando:
1) Periodo di svolgimento ed allegando copia dell’itinerario di escursione
2) Durata della gita espressa in giorni;
3) Indicazione del numero dei pernottamenti;
4) Indicazione del numero dei partecipanti;
5) Località di soggiorno;
6) Azienda alberghiera e/o di ristorazione prescelta;
7) Costo del trasporto con indicazione del relativo mezzo prescelto (bus, treno, aereo, ecc….);
8) Indicazione del soggetto legalmente abilitato cui è stata affidata l’organizzazione della gita;
9) Indicazione dei dati bancari: numero conto corrente – codice IBAN;
10)Codice fiscale dell’istituto scolastico.

Erogazione dei contributi
Potrà essere richiesta una anticipazione pari al 50% del contributo concesso, mediante l’accettazione da parte del Legale Rappresentante, dell’atto di adesione ed obbligo, atto che sarà allegato alla lettera di ammissione, il saldo sarà erogato a conclusione della gita.

Termine presentazione istanze
06 marzo 2018

Allegati:
Accedi a questo URL (http://portale.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view_bando.cfm?1885)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Oggetto e finalità
Il “Codice dell’Amministrazione Digitale” ha istituito presso il Ministero dell'Interno l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (di seguito anche “ANPR”), quale base di dati di interesse nazionale, con il compito di subentrare all'Indice nazionale delle anagrafi (INA), all'Anagrafe della popolazione italiana residente all'estero (AIRE) e alle anagrafi della popolazione residente e dei cittadini italiani residenti all'estero tenute dai Comuni.
Superando l’attuale frammentazione dei sistemi demografici e delle banche dati in uso a livello locale, sarà così possibile disporre di una banca dati e di un sistema centralizzato in grado di garantire lo scambio informativo tra i Comuni, nell’ottica della semplificazione dei processi amministrativi, una maggiore efficienza nei servizi della Pubblica Amministrazione, assicurando certezza, qualità, univocità e fruibilità del dato da parte dei soggetti pubblici, nonché l’allineamento delle basi dati locali e l’integrazione con basi dati di interesse nazionale, garantendo il censimento continuo e la disponibilità di servizi anagrafici centralizzati per pubblici servizi.

Soggetti ammissibili
I soggetti ammessi al contributo sono tutti i Comuni italiani che completino la migrazione ad ANPR entro il 31.12.2018

Dotazione finanziaria
14.415.000,00

Contributo
Ai Comuni verrà erogato un contributo “a forfait”, in un’unica soluzione e solo a seguito dell’avvenuta migrazione ad ANPR, con modalità di accesso al finanziamento “semplificate” e, il più possibile, automatizzate, in modo da favorire il massimo coinvolgimento degli enti e il conseguimento del risultato atteso relativo alla piena e completa entrata a regime dell’Anagrafe nazionale.
Il valore del contributo è modulato in funzione della dimensione demografica del Comune:

CLASSI DEMOGRAFICHE CONTRIBUTO PER COMUNE
Comuni con numero di residenti ≤ 1.000 Euro 1.000,00
Comuni con numero di residenti compreso tra 1.001 e 5.000 Euro 1.500,00
Comuni con numero di residenti compreso tra 5.001 e 10.000 Euro 2.000,00
Comuni con numero di residenti compreso tra 10.001 e 50.000 Euro 3.400,00
Comuni con numero di residenti ≥ 50.001 Euro 7.000,00

Presentazione domande e termini
Ai fini dell’erogazione del contributo è necessario presentare formale richiesta online.
I termini di presentazione delle richieste di contributo sono aperti dal 01.02.2018 al 31.12.2018.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.pongovernance1420.gov.it/it/opportunita/dipartimento-della-funzione-pubblica-avviso-pubblico-anpr-supporto-ai-comuni-per-il-subentro/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

OBIETTIVO
L’obiettivo è quello di valorizzare le competenze legate all’attività motoria e sportiva nella scuola primaria per le loro valenze trasversali e per la promozione di stili di vita salutari, al fine di favorire lo star bene con se stessi e con gli altri nell’ottica dell’inclusione sociale, di scoprire e orientare le attitudini personali, per il pieno sviluppo del potenziale di ciascun individuo in armonia con quanto previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’Istruzione.

BENEFICIARI E DESTINATARI DELL’AVVISO
Sono ammesse a partecipare al presente Avviso per il potenziamento delle azioni del progetto “Sport di Classe” le studentesse e gli studenti delle istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie) appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.
I progetti finanziati dall’Avviso si rivolgono a gruppi di 15/20 studentesse e studenti frequentanti le classi 1ª, 2ª e 3ª delle scuole del primo ciclo di istruzione

INTERVENTI ATTIVABILI
Potenziamento dell’educazione fisica e sportiva (Progetto “Sport di Classe”)

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO
Il progetto consiste in un modulo/attività della durata di 60 ore.
Il modulo rappresenta l’unità minima di progettazione ed è contraddistinto da una specifica configurazione in termini di ambito disciplinare/tematico, durata e figure professionali coinvolte.

MASSIMALI DEL PROGETTO E ARTICOLAZIONE DEI COSTI
Ciascuna scuola primaria può proporre un solo modulo dell’importo massimo di euro 7.764,00.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI
1Le Istituzioni scolastiche che intendono partecipare al presente Avviso sono tenute a predisporre il progetto secondo le fasi procedurali previste all’interno del sistema informativo – piattaforma “Gestione degli Interventi” (GPU), partendo da una descrizione dello stesso.
L’area del sistema informativo predisposta per la presentazione delle proposte progettuali resterà aperta dalle ore 10.00 del giorno 20 febbraio 2018 alle ore 15.00 del giorno 27 marzo 2018.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.istruzione.it/pon/avviso_sport.html#sec_pro)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

FINALITA’
Valorizzazione e sostegno delle associazioni di Volontariato operanti sul territorio regionale, al fine di consentire alle stesse di perseguire i propri fini statutari di solidarietà sociale.

SOGGETTI PROPONENTI
Possono presentare domanda di contributo le Associazioni di volontariato aventi sede operativa nel territorio della Regione Calabria che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risultino regolarmente iscritte nella sezione territoriale di competenza del Registro del Volontariato di cui alla L.R. n.33/2012, in forma singola o associata, che negli ultimi tre anni abbia svolto, in aderenza a quanto previsto dalla legge n. 266/91, attività continuativa nell’ambito di almeno una delle seguenti aree tematiche:
a) area pari opportunità e non discriminazione;
b) area socio-assistenziale;
c) area disagio sociale;
d) area politiche abitative di housing e co-housing sociale.

DESTINATARI DEGLI INTERVENTI
Destinatari delle azioni e delle proposte progettuali saranno: donne e uomini in difficoltà economiche e sociali, padri e madri separati in situazione di disagio economico, nuclei familiari a rischio di sfratto per morosità incolpevole, famiglie in situazione di grave disagio economico, nuclei poveri o a rischio di povertà.

DURATA DEI PROGETTI
Le iniziative progettuali proposte dovranno avere durata non inferiore a dodici mesi.

RISORSE FINANZIARIE
L'ammontare delle risorse destinate ai progetti di cui al presente Avviso, è di complessivi € 100.000,00.
Il finanziamento regionale per ciascun progetto è stabilito nella misura massima di € 12.500,00. Detto massimale è riferito alla quota finanziabile dalla Regione Calabria.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
I soggetti proponenti dovranno presentare i progetti e la documentazione richiesta dal presente Avviso, esclusivamente a mezzo di Posta Elettronica Certificata da inviare al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro e non oltre le ore 24:00 del 30° (trentesimo) giorno a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso pubblico sul BURC.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://portale.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view_bando.cfm?1837)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB

Obiettivi e Finalità
A decorrere dalla campagna vitivinicola 2017/2018, è concesso un sostegno per investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa, soprattutto in termini di adeguamento alla domanda del mercato, e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione e/o la commercializzazione dei prodotti.

Ambito territoriale di intervento
La misura si applica su tutto il territorio della Regione Calabria

Requisiti e condizioni di ammissibilità
L’aiuto finanziario è concesso ai soggetti che, alla data di presentazione della domanda, siano titolari di partita IVA e che siano iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, ed abbiano costituito nel Sian un “fascicolo aziendale” attivo.
Possono accedere all’aiuto, le microimprese, le piccole e medie imprese
Beneficiano dell’aiuto le imprese la cui attività sia almeno una delle seguenti:
a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, e/o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione. Sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno;
d) la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori qualora la domanda sia rivolta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.
Beneficiano dell’aiuto anche le organizzazioni interprofessionali come definite all’art. 157 del regolamento (UE) n. 1308/2013, compresi i Consorzi di tutela riconosciuti autorizzati ai sensi dell’art. 41 della Legge 12 dicembre 2016 n.238 (G.U. e n.302 del 28.12.2017), per la registrazione dei marchi collettivi delle denominazioni.

Interventi e spese ammissibili
Investimenti materiali
1. Costruzione, ristrutturazione e/o allestimento di punti vendita extra aziendali in ambito regionale per la commercializzazione dei vini;
2. Acquisto di botti di legno per l’invecchiamento dei vini da 5 hl fino a 50 hl;
3. Linea d’imbottigliamento (Le linee di imbottigliamento sono ammesse solo se a completamento di una linea di trasformazione)
Investimenti immateriali
1. Attività di e-commerce ; Le spese per investimenti immateriali devono essere connesse agli investimenti materiali e non possono superare, comprensive anche delle spese generali, il 30% degli investimenti materiali. Le spese generali relative agli onorari di consulenti (agronomi, architetti, ingegneri, ecc.) sono ammesse entro i seguenti limiti:
- fino ad un massimo del 10 % per lavori e opere edili;
- fino ad un massimo del 5 % per tutti gli altri investimenti ammissibili diversi da lavori ed opere edili. Nell’ambito delle percentuali relative alle spese generali di cui sopra, la spesa massima ammissibile corrisponde alla spesa massima richiesta in domanda.

Dotazione finanziaria
€ 735.000,00

Agevolazioni previste
Sono previsti finanziamenti in conto capitale, da calcolarsi in percentuale sul costo totale ammissibile dell’intervento.
Per gli interventi finanziati nell’ambito della azione sono fissati i seguenti limiti di spesa:
- € 200.000 quale limite massimo del costo totale dell’investimento ammissibile;
- € 20.000 quale spesa minima ammissibile a finanziamento;
Intensità di spesa pubblica Il contributo massimo concedibile è pari al 50% dell’investimento finanziabile

Modalità e termini per la presentazione delle domande
Per la presentazione della domanda, è obbligatoria la costituzione del fascicolo aziendale.
Il produttore deve presentare la domanda in forma telematica, utilizzando le funzionalità on-line messe a disposizione dall’OP AGEA sul portale www.sian.it
Le domande di aiuto devono essere presentate entro il 15 febbraio 2018

Allegati:
Accedi a questo URL (http://portale.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view_bando.cfm?1838)Avviso e allegati[Avviso e allegati]0 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Consiglio regionale della Calabria
via Cardinale Portanova
89123 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
Tel:  0965.880796 o 0965.880404
Fax: 0965.880637

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi