Continuano le agorà democratiche in Calabria, stasera due appuntamenti:

- dalle 17, in diretta sulla pagina del Partito Democratico Federazione Crotone per parlare di “obiettivo spiagge”.

- dalle 19, in diretta sulla pagina del Partito Democratico Calabria per un confronto sul servizio dello psicologo.

Il gruppo consiliare regionale del Partito Democratico ha ratificato le dimissioni del capogruppo Nicola Irto e designato all’unanimità Domenico Bevacqua come suo successore.

Una scelta che Irto aveva già annunciato al momento della sua elezione a segretario regionale per dedicarsi a tempo pieno alla riorganizzazione del partito in Calabria.

«C’è la necessità - ha detto il segretario - di un impegno totale sia in segreteria regionale che alla presidenza del gruppo consiliare, per questo mi sono dimesso da quest’ultimo ruolo, affidandolo insieme ai colleghi consiglieri a Domenico Bevacqua che già nella scorsa legislatura aveva guidato il gruppo regionale. La rigenerazione del Partito Democratico della Calabria è l’obiettivo che mi sono dato candidandomi alla segreteria, mi dedicherò con molta attenzione al suo raggiungimento».

Il capogruppo del Pd Nicola Irto, in apertura dei lavori, è intervenuto per richiamare il governo regionale e la presidenza di palazzo Campanella a rispettare il ruolo e le prerogative del Consiglio regionale.
«E’ molto grave quanto avvenuto con la riunione del Coordinamento dei presidenti delle commissioni sulle Politiche europee che, in maniera del tutto inspiegabile, si è svolta a Catanzaro e non a Reggio Calabria nella sede istituzionale naturale, quella del Consiglio regionale».
«La riunione – ha detto ancora Irto – era un momento importante per la programmazione della spesa dei fondi europei e dei fondi inseriti nel Pnrr e poteva essere un utile momento di confronto con tutti i consiglieri regionali. In ogni caso si conferma, anche in questo caso, l’atteggiamento assunto nei confronti del Consiglio fin dall’avvio della legislatura. Palazzo Campanella è non può essere un luogo di semplice passacarte di decisioni assunte alla Cittadella e i consiglieri sono stati privati del loro ruolo di controllo e di proposta. Chiedo al presidente del Consiglio di valutare con attenzione quanto avvenuto e di fare in modo che non debbano più ripetersi situazioni che sviliscono la funzione della massima Assemblea elettiva calabrese e sono irrispettosi anche nei confronti degli stessi elettori che qui ci hanno mandato come loro rappresentanti. Serve rispetto per il Consiglio regionale e per l’intera Comunità calabrese».

“Guerra in Periodo di Pace – Le donne e il Conflitto” è il tema che è stato affrontato durante il webinar organizzato dal Pd della Calabria e trasmesso in diretta facebook sulla pagina del partito.
Il dibattito, organizzato dalle Donne Democratiche, è stato moderato dalla Coordinatrice Teresa Esposito e si è avvalso dei contributo della Presidente dell’Assemblea Regionale del Pd Giuseppina Iemma, del segretario regionale del Pd Nicola Irto e della Vice Ministra agli Esteri Marina Sereni.

Teresa Esposito ha introdotto così i lavori: «è necessario capire meglio quello che si può fare perché si torni alla pace. Perché abbiamo scelto di parlare delle donne nel conflitto? Noi ci occupiamo sempre di quello che riguarda le donne. Lo abbiamo fatto durante la pandemia e ci rendiamo conto che in questo momento il prezzo più grande lo stanno pagando le donne, costrette ad abbandonare le loro cose e diventando profughe. Stanno subendo violenze e stanno avvenendo crimini inaccettabili. Quindi accanto all’appello per la pace serve analizzare quanto sta accadendo anche da questo punto di vista».

Giuseppina Iemma ha sottolineato come il webinar rappresenti: «una grande opportunità di confronto su un tema così complesso che non è solo la guerra, ma la negazione dello stesso diritto alla vita. Va fermato subito il massacro dei civili e data massima accoglienza a donne e bambini che non hanno più prospettive».

Il segretario regionale Nicola Irto si è soffermato sull’importanza degli appuntamenti di riflessione politica accanto alla concreta solidarietà verso il popolo ucraino. «Ringrazio le donne democratiche della Calabria per avere organizzato questo ulteriore dibattito che il Pd calabrese dedica a quanto sta avvenendo in Ucraina. Il nostro partito ha avviato una vera e propria gara di solidarietà, con la raccolta di materiale umanitario e l’accoglienza. Accanto a questo siamo a riusciti ad organizzare anche molti momenti di riflessione. E’ vero che in una guerra di aggressione i soggetti più deboli, come donne e bambini, pagano il prezzo più ampio. Va estesa la nostra solidarietà anche alle donne russe che subiscono il regime di Putin. Anche da questo punto di vista bisogna stare attenti: la Russia non è Putin e va da piena solidarietà al popolo russo che vorrebbe essere libero. Oggi ci serve un’Europa più forte e credo che il Pd e il suo segretario nazionale stiano posizionando il governo Draghi nel modo migliore. Le crisi innescate da guerra e pandemia devono servire per realizzare quell’Europa che fin qui è mancata».

Conclusioni affidate alla Vice Ministra agli Esteri Maria Sereni: «Molto utile che il Pd si sforzi per dialogare con l’opinione pubblica per riflettere su quello che sta accadendo e che riguarda tutti noi. Mai ci saremmo immaginati qualche mese fa di trovarsi a discutere di una guerra nel cuore dell’Europa. Le donne ucraine negli ultimi anni sono state spesso le donne che sono venute in Italia a lavorare e assistere i nostri anziani. Oggi le vediamo scappare. In Italia sono arrivati fin qui circa 91mila rifugiati, oltre 47mila di loro sono donne e 33mila sono minori. Ma il nostro pensiero va anche alle donne vittime di violenza in Ucraina, confermando, purtroppo, come lo stupro diventi spesso una vera e propria arma di guerra. Non possiamo girarci dall’altra parte e abbiamo il dovere di difendere un Paese sovrano che viene aggredito e abbiamo il dovere di aiutarlo a difendersi. Così come stiamo facendo con l’obiettivo di riuscire a fermare la guerra il prima possibile e facendo sedere l’Ucraina al tavolo dei negoziati su un piano di dignità».

L'11 aprile 2022 alle ore 18:00 sarò a Cirò Marina, alla Terrazza Kahlua, a presentare un "Sud diverso e migliore “.

   

f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

via Cardinale Portanova

89123 Reggio Calabria

tel. 0965.880992

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

Privacy Policy

   

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi