Tra i punti più importanti: istruzione, fondi Next Generation, sostenibilità ambientale, turismo, imprenditoria giovanile, disabilità, agevolazioni fiscali

I giovani calabresi in “movimento” hanno presentato al candidato alla Presidenza della Regione Calabria Nicola Irto, il documento programmatico a sostegno della sua candidatura in quota Pd. Dopo la prima assemblea regionale, tenutasi lo scorso 8 aprile, nella quale erano stati sviscerati i temi che il gruppo dei 500 ha sottoposto all’attenzione dell’ex Presidente del Consiglio Regionale, adesso sono passati ai fatti, sottoscrivendo un testo nel quale sono stati messi nero su bianco i contenuti imprescindibili per il rilancio del territorio. Istruzione, fondi Next Generation, sostenibilità ambientale, turismo, imprenditoria giovanile, disabilità, agevolazioni fiscali sono i punti salienti del testo, affinché si possa costruire un programma “partecipato” con le istanze di quella fetta dell’elettorato calabrese che si riconosce in Nicola Irto e non solo per mere ragioni anagrafiche.

«Crediamo fortemente nella cittadinanza attiva e nell’impegno civico e siamo convinti che il ritorno alle urne possa rappresentare un’occasione unica di rinnovamento, tanto generazionale quanto di visione politica, nonché di slancio programmatico per la Calabria» – scrivono i protagonisti, il gruppo giovani calabresi in “movimento”. Riteniamo – aggiungono – che in questa complessa ed articolata campagna elettorale, decisiva per la costruzione di un futuro migliore per le nuove generazioni di calabresi, nessun giovane possa rimanere inerte. Vogliamo agire in prima persona, mettendoci la faccia con le nostre idee, affinché si avvii un reale percorso di cambiamento di questa regione. Vogliamo una Calabria entro i cui confini i suoi giovani possano affermarsi, una regione che punti sulla cultura e sul sapere e che, sfruttando la sinergia tra istituzione politica e atenei, costruisca una fitta rete di connessione tra università e territorio – affermano». Formazione e lavoro alcune delle parole chiave, sia per i percorsi scolastici sia per quelli universitari. Ma attenzione, con uno sguardo alle figure professionalizzanti che possano spendere le proprie competenze nel terzo settore, soprattutto il turismo.
E poi ancora avvertita l’esigenza di una Calabria che guardi con fiducia a un futuro ecosostenibile con lo sfruttamento dell’innovazione delle filiere agricole e forestali.

Occhi puntati anche alla pubblica amministrazione nella quale sembrano aprirsi scenari occupazionali per esperti nel settore economico, giuridico e digitale. I giovani calabresi in “movimento” non dimenticano neanche le infrastrutture, per le quali l’invito a un potenziamento è improcrastinabile: intervento necessario sia per ridurre i tempi di percorrenza dentro la regione, sia per migliorare, anche a costi sostenibili, gli arrivi e le partenze negli scali aeroportuali. «Ci siamo messi in gioco – concludono- mossi da un grande senso d’appartenenza, per far sì che non si verifichi un ulteriore esodo e per ricominciare, in una terra che può e deve ancora fare tanto».

Corriere della Calabria del 19 aprile 2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.corrieredellacalabria.it/2021/04/19/giovani-calabresi-in-movimento-le-proposte-programmatiche-inviate-a-irto/)Link articolo Corriere della Calabria[Link articolo Corriere della Calabria]0 kB

Il candidato del centrosinistra torna sui temi dell’incontro promosso dall’Associazione Ventotene. «Nostra terra ha bisogno di politiche sociali»

«Nei giorni scorsi, per me è stato importante intervenire nel dibattito sul fondamentale settore delle politiche sociali in Calabria, proposto dall’Associazione Culturale Ventotene». A scriverlo è il candidato del centrosinistra alle prossime regionali calabresi, Nicola Irto.

L’associazione, aggiunge, «sta facendo un lavoro encomiabile per stimolare il confronto su temi chiave con un respiro politico-culturale alto e profondo. Il sistema del welfare in questa regione necessita di un intervento strutturale che sia finalmente risolutivo. La riforma del settore non è stata completata per il freno tirato dalla Regione in questa legislatura e la collaborazione con i Comuni, purtroppo, dà spesso luogo a inefficienze e squilibri che rendono la rete assistenziale meno efficace di quanto dovrebbe.

Avere un sistema di welfare efficiente significa liberare risorse umane ed energie da impegnare nel contesto produttivo e lavorativo, ma soprattutto significa non abbandonare a sé stessi i soggetti più fragili e i più isolati, non lasciare sole le famiglie a gestire le difficoltà, non lasciare indietro nessuno. Welfare è lavoro, sviluppo sociale, esigenza etica e morale. È equità. Perché si realizzi questa impostazione, la Calabria non può consentire che le politiche sociali siano viste, nella migliore delle ipotesi, come un orpello, come una delega “di contorno”. Perché sono, assieme alle politiche per il lavoro, il cuore del processo evolutivo di cui la nostra terra ha bisogno».

Corriere della Calabria del 17 aprile 2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.corrieredellacalabria.it/2021/04/17/irto-welfare-calabrese-necessita-di-un-intervento-strutturale/)Link articolo Corriere della Calabria[Link articolo Corriere della Calabria]0 kB

“The future is now” il titolo dell’incontro con il candidato del Pd che ha coinvolto circa trecento ragazzi

«La straordinaria partecipazione giovanile che ha caratterizzato la nostra prima assemblea regionale, rappresenta la testimonianza più autentica di quanto i ragazzi di questa regione abbiano voglia di partecipare, di essere protagonisti dei processi decisionali e della costruzione del loro futuro».

A dichiararlo in una nota sono “I Giovani calabresi in movimento”. «Una partecipazione autentica, libera, democratica – continuano – che si sta alimentando giorno dopo giorno dei contributi e delle proposte di tanti di noi. L’assemblea regionale che abbiamo svolto online, insieme a quasi trecento giovani, segna un primo passo di un percorso ambizioso e di lungo respiro che intendiamo compiere a sostegno del progetto politico che vede Nicola Irto candidato alla presidenza della Regione Calabria». «Un percorso che vuole essere la voce – prosegue la nota – dei giovani di questa terra all’interno di una piattaforma programmatica che ha come obiettivo quello di porre al centro i temi strategici per il presente e il futuro di questa regione.

Da oggi inizia anche il cammino di radicamento di questa nuova realtà associativa sul territorio, scommettendo con decisione sulla partecipazione dal basso». «A Irto, durante l’incontro “The future is now” – affermano “i giovani ” – abbiamo posto domande su temi importanti che hanno riguardato il diritto allo studio, l’imprenditoria giovanile, il rinnovamento, la next generation, la partecipazione attiva, il turismo, il green e la sanità in un confronto schietto e serrato».
«Come “Giovani calabresi in movimento” – affermano – nell’incontro abbiamo ribadito gli obiettivi ovvero riempire di contenuti la piattaforma programmatica che è nata nella giornata dell’8 aprile e vogliamo avviare un percorso di radicamento sul territorio da parte del movimento. Il tutto continuando a sostenere Nicola Irto quale candidato governatore della Calabria. Proprio fra lui e le ragazze e i ragazzi del movimento sono state evidenti le sinergie durante la discussione. Si sono trovati punti comuni sulla necessità di mettere i giovani in condizioni di costruire in Calabria il loro avvenire e di avviare un momento di confronto e proposta partecipato che metta al centro i temi della cittadinanza attiva e dell’impegno civico, con l’obiettivo di fornire un contributo al dibattito politico in vista delle prossime elezioni regionali.

Una Calabria dove l’emigrazione diventi una libera scelta e non una necessità. Tanti gli spunti diretti a Nicola Irto, tante le domande alle quali il candidato governatore ha voluto rispondere. Si è discusso, ad esempio, della necessità di portare a termine la mancata rivoluzione digitale che avrebbe permesso di avere meno problemi con il sistema di prenotazione delle vaccinazioni e della stessa gestione dell’emergenza Covid».
«Abbiamo, inoltre, – conclude la nota – convenuto che in una Regione come la nostra, ricca di cultura, tradizione e risorse umane, formate e con grandi potenzialità, la ricerca scientifica, tecnologica ed industriale può e dev’essere da perno per la crescita e la competitività delle nostre imprese.

Di tutte queste istanze proposte dal movimento si farà portavoce Nicola Irto che sosterremo con grande forza nella competizione elettorale».

Corriere della Calabria del 09 aprile 2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.corrieredellacalabria.it/2021/04/09/i-giovani-calabresi-in-movimento-sosteniamo-a-gran-forza-nicola-irto/)Link articolo Corriere della Calabria[Link articolo Corriere della Calabria]0 kB

Il candidato alla presidenza della Regione condivide l’appello del segretario Sposato: «Noi non possiamo essere però complici di disastri»

«Le parole lasciano il tempo che trovano. Sono i fatti a determinare concretamente il valore della politica. Ecco perché penso che l’appello del segretario generale della Cgil calabrese, Angelo Sposato, debba essere non solo condiviso sui media ma assunto a metodo di lavoro per la fase finale di questa tristissima legislatura». Nicola Irto, consigliere regionale Pd e candidato alla presidenza della Regione Calabria, fa proprio l’appello del leader sindacale e spiega: «Nei giorni scorsi, quando ho avuto modo di incontrare imprenditori e commercianti piegati dalla crisi, ho anticipato il metodo proposto da Sposato, facendomi carico di rivolgere un appello alla giunta regionale per sostenere le attività produttive e chiedendo di portare in Consiglio regionale un piano di emergenza». «L’attuale governo della Regione – aggiunge Irto – nonostante le gravissime lacune gestionali, anzi, proprio a causa di queste lacune, deve essere ‘accompagnato’ verso la tutela degli interessi generali dei calabresi.

Ma per far ciò deve essere la maggioranza a rendersi conto, con spirito di responsabilità, della sua inadeguata azione politica su tutti i versanti». «Noi abbiamo già detto che, su provvedimenti di carattere generale necessari per tutelare il diritto alla salute e la sopravvivenza della nostra economia, non ci tireremo indietro e faremo fino in fondo la nostra parte. Di fronte alle necessità dei cittadini, lavoratori della sanità, operatori economici, in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, non ci possono essere distinzioni di sorta. Ma non ci si venga a chiedere di essere complici o di assistere passivamente a scelte che rischiano di portare alla deriva la Calabria, più di quanto non lo sia questa regione, smarrita e oggi priva di bussola».

«Nelle scorse settimane abbiamo assicurato una larghissima apertura sul tema della sanità, dicendo chiaramente, come le cronache politiche hanno puntualmente riportato, che siamo disposti a sederci al tavolo con il commissario alla sanità e il presidente ff per una condivisione di impegni e responsabilità. Sarebbe stato molto più facile e forse redditizio elettoralmente criticare e basta». «Ma per noi – conclude il candidato alla presidenza della Regione – la salute dei cittadini calabresi viene prima di tutto e non può essere oggetto di tornaconto politico».

Corriere della Calabria 08 aprile 2021

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.nicoirto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1288:irto-bene-l-idea-della-cgil-da-noi-massimo-impegno&catid=8&Itemid=130)Link articolo Corriere della Calabria[Link articolo Corriere della Calabria]0.2 kB

La zona rossa e la chiusura hanno portato tanti imprenditori a manifestare a palazzo Campanella. L'intervento di Nicola Irto

Questa mattina ho incontrato una delegazione di imprenditori e commercianti reggini, esasperati dalla drammatica situazione che stanno vivendo a causa delle chiusure delle loro attività. Sono al loro fianco e chiedo alla Giunta regionale di intervenire con la massima urgenza perché il tessuto produttivo di Reggio e dell’intera regione si sta letteralmente sfarinando”.

Lo afferma Nicola Irto, consigliere regionale Pd e candidato alla presidenza della Regione, che ha ascoltato i rappresentanti di tante realtà economiche, messe letteralmente in ginocchio dalla pandemia, che questa mattina hanno manifestato davanti a Palazzo Campanella.

Irto fa appello alla Giunta: "Serve un piano di emergenza per le imprese"
“Non si può rimanere insensibili ma soprattutto fermi di fronte alla gravità della situazione. Questi imprenditori avrebbero voluto parlare con chi ricopre incarichi di governo nella nostra regione ma, da rappresentante dell’opposizione in Consiglio, ho ritenuto doveroso recepire le loro istanze, facendomi carico di rivolgere al presidente ff Spirlì l’appello accorato ad assumere provvedimenti immediati a sostegno delle attività economiche chiuse. Occorre uno sforzo di responsabilità istituzionale da parte di chi è alla guida della cittadella regionale. I numeri dei contagi sono altissimi e, nonostante gli annunci del presidente ff, in tutti questi mesi non sono state attivate le misure che avrebbero potuto garantire la tenuta del sistema sanitario regionale, anche in termini di disponibilità di posti letto e di postazioni di terapia intensiva.

Gli interventi necessari sono stati annunciati ma non realizzati e per questo ci ritroviamo in zona rossa. Ma ora - prosegue Nicola Irto - siamo in una fase talmente critica, dal punto di vista sanitario ed economico, che non avrebbe neppure senso continuare a mettere in luce ritardi e incapacità del governo regionale. La giunta predisponga un piano di emergenza per sostenere le attività produttive e lo faccia immediatamente, portandolo in Consiglio regionale dove troverà un’opposizione, come sempre, responsabile e pronta a fare la propria parte per il bene dei cittadini e delle imprese. Si esca al più presto dalla zona rossa, ma soprattutto, se ciò non fosse possibile nell’immediato, si assicurino ristori veri, congrui e immediati a imprenditori, artigiani e commercianti ormai alla canna del gas”.

City Now del 06/04/2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.citynow.it/negozi-chiusi-zona-rossa-protesta-reggio-calabria-irto/)Link articolo City Now[Link articolo City Now]0 kB

    

f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

tel. 0965.880992

Privacy Policy

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi