Il consigliere regionale individuato dal Pd come candidato governatore nella segreteria dem. Pronto un messaggio “dialogante” per de Magistris.

Si consumano gli ultimi passaggi prima del “sì” ufficiale di Nicola Irto alla proposta di candidatura arrivata al consigliere regionale (ed ex presidente del consiglio regionale) da parte dei vertici dem. Assieme al commissario Stefano Graziano, Irto è in costante contatto con i vertici nazionali del partito per stabilire il contatto che fissa i primi punti e prefigura le strategie con le quali sarà affrontata la campagna elettorale.

Nelle prossime ore, il candidato in pectore firmerà una nota per ufficializzare la propria discesa in campo e, secondo quanto si apprende, non chiuderà ad eventuali alleanze. Il primo approccio con l’autocandidatura del sindaco di Napoli Luigi de Magistris sarà improntato al dialogo. Con la probabile richiesta all’ex pm di fare un passo di lato e rimettere in gioco la candidatura avanzata qualche settimana fa. Ma sarà l’uscita ufficiale a chiarire toni e contenuti. Per adesso la certezza è che il consigliere regionale dem ha sciolto le riserve e sarà della partita.

Corriere della Calabria del 18/02/2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.corrieredellacalabria.it/2021/02/18/irto-a-roma-per-dire-si-alla-candidatura/)Link articolo Corriere della Calabria[Link articolo Corriere della Calabria]0 kB

Nicola Irto rompe gli indugi e dice sì alla candidatura a presidente della Regione che gli è stata proposta dal Pd. Sollecitato dal sostegno che gli è arrivato dai sindaci e dagli amministratori locali, il consigliere del Pd si è deciso a sciogliere la riserva che durava ormai da 10 giorni. Nelle prossime ore Irto ufficializzerà la discesa in campo e lo farà contestualmente a un appello all’unità all’altro candidato in campo, Luigi de Magistris, per riannodare i fili del dialogo nel centrosinistra e costruire un fronte ampio in grado di competere contro il centrodestra.

Il profilo di Irto
Nato a Reggio Calabria il 5 gennaio 1982, inizia il suo impegno già da rappresentante degli studenti del Liceo Scientifico Volta di Reggio Calabria in seno alla “Consulta provinciale degli studenti”.
Appena conseguita la maturità si iscrive alla Facoltà di Architettura dell’Università Mediterranea dove viene primo eletto al consiglio di Facoltà nel settembre 2002; conseguita la Laurea di primo livello, da studente della Laurea Specialistica nel marzo 2004 viene eletto con circa 2300 preferenze unico rappresentante degli studenti in Senato Accademico.
Conseguito il titolo di studio nel 2006 si dedica all’attività di ricerca scientifica e nel 2008 diventa dottorando di ricerca in Pianificazione Territoriale. Nel triennio del dottorato, ha svolto attività di ricerca anche all’estero, a Boston, Barcellona e Bilbao.

Il dottorato e l'iscrizione al PPI
Diventa componente del consiglio di amministrazione dell’ADI (Associazione Dottorandi e Dottori di ricerca italiani) e nel giugno 2009 risulta il primo eletto nel consiglio della scuola di dottorato dell’Università Mediterranea. Nell’aprile 2011 è dottore di ricerca con una tesi dal titolo: “La nuova Governance degli enti locali: temi e problemi di programmazione e valutazione”. Ha continuato l’attività di ricerca in ambito urbanistico attraverso diverse pubblicazioni scientifiche.
Parallelamente alla vita accademica e di politica universitaria, si iscrive al Partito Popolare Italiano fin da giovanissimo, quindi alla Margherita, partito nel quale è stato il più giovane delegato della Calabria al Congresso Regionale del 2003.

Pilastro del Pd reggino. Eletto consigliere comunale a Reggio nel 2011
Quando la Margherita si scioglierà per fondare il Partito Democratico, si iscrive al PD sin dalla sua nascita e nel dicembre 2010 viene nominato membro del Coordinamento provinciale di Reggio Calabria del Partito Democratico. Ha fatto parte della commissione nazionale di garanzia dei Giovani Democratici e della commissione regionale di garanzia del Partito Democratico calabrese. Nel maggio 2011 è eletto consigliere comunale di Reggio Calabria con 1246 preferenze. Il 27 aprile 2014 è stato nominato vicesegretario del PD Calabria

L'elezione a consigliere regionale nel 2014. Dal 2015 presidente dell'assemblea legislativa
Il 23 novembre 2014 è stato eletto Consigliere Regionale della Calabria nella lista del Partito Democratico con Mario Oliverio Presidente con 12014 preferenze. Il 9 febbraio 2015 è stato eletto Presidente della Commissione Permanente Assetto e utilizzazione del territorio e protezione dell’ambiente (Quarta Commissione) del Consiglio regionale della Calabria. Dal 28 luglio 2015 al 25 marzo 2020 è stato Presidente del Consiglio regionale della Calabria. Dal 7 maggio 2017 è membro della direzione nazionale del Partito Democratico.

Il bis alle regionali del 2020. Il più votato in assoluto
Il 26 gennaio 2020 è stato eletto nella circoscrizione Calabria Sud nella lista ‘Partito Democratico’ con 12.568 preferenze, risultando il consigliere in assoluto più votato alle elezioni regionali. Ha ricoperto gli incarichi di coordinatore del progetto nazionale “Capire” in seno alla Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative regionali e delle Province autonome e di coordinatore del Gruppo di lavoro “Better regulation & policy evaluation” della Calre. È membro titolare del Comitato europeo delle Regioni con sede a Bruxelles per il quinquennio 2020-2025. Fa parte delle commissioni Econ e Coter. Dal 26 marzo 2020 è Vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria.

Gazzetta del Sud online del 18/02/2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://calabria.gazzettadelsud.it/foto/politica/2021/02/18/regionali-in-calabria-nicola-irto-dice-si-alla-candidatura-ecco-chi-e-lenfant-prodige-del-pd-e7e9b75b-d193-4cc5-9fcb-93fd9d77ca16/)Link articolo Gazzetta del Sud online[Link articolo Gazzetta del Sud online]0.1 kB

L’ex presidente del consiglio regionale è a Roma per partecipare alla direzione nazionale del Partito.

Il momento, per il Paese, non è certo dei migliori e la crisi di governo acuita in queste ore non lascia spazio ad altri temi, per quanto il “caso Calabria” sia un’emergenza nell’emergenza che di sicuro il Partito democratico ha in agenda. In queste ore Nicola Irto è a Roma. Come si evince dai suoi canali social, sta partecipando alla riunione della direzione nazionale chiamata ad affrontare lo snodo delle dimissioni di Giuseppe Conte. Il suo commento alla foto postata in direzione nazionale, però, non lascia campo a fraintendimenti: oggi si parla soltanto della crisi di governo. «Adesso a Roma, in direzione nazionale del con il segretario Nicola Zingaretti, per affrontare insieme questo momento delicatissimo per il futuro del Paese. Una crisi che va superata nell’interesse degli italiani, stremati dalla pandemia e dalla crisi economica causata dal Covid-19».

Corriere della Calabria del 27 gennaio 2020

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.corrieredellacalabria.it/regione/item/290583-irto-a-roma-in-direzione-pd-superare-la-crisi-per-gli-italiani/)Link articolo Corriere della Calabria[Link articolo Corriere della Calabria]0 kB

Per il consigliere regionale democrat, i parametri del bando regionale "lasciano fuori un’importante fetta del settore produttivo calabrese

"Si rivedano i requisiti di partecipazione al bando per il Fondo Calabria Competitiva i cui parametri, al momento, lasciano fuori un’importante fetta del settore produttivo calabrese". E' quanto sostiene il consigliere regionale del Partito democratico Nicola Irto, sul bando pubblicato dall’assessorato allo Sviluppo economico della Regione Calabria.
"Se l’obiettivo della selezione è, infatti, quello di far recuperare liquidità alle aziende in crisi, è anche vero che i criteri di accesso al fondo penalizzano le micro e piccole imprese, tra le più gravate dagli effetti dell’emergenza sanitaria Covid".
Il consigliere democrat auspica, "che siano rivisti i requisiti, sia con un abbassamento del limite del fatturato richiesto, sia con una revisione significativa degli indici finanziari, di difficile calcolo per le imprese a contabilità semplificata e a regime forfettario.
Sono queste, infatti, le caratteristiche della maggior parte delle aziende del territorio che rischierebbero, dunque, di rimanere fuori dal finanziamento, con grave danno per il rilancio del sistema regionale e con il rischio di un pregiudizio economico per le partite Iva artigiane, che rappresentano la parte più consistente del tessuto produttivo locale".

ReggioToday del 11 gennaio 2021

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.reggiotoday.it/cronaca/fomdo-calabria-competitiva-richiesta-irto.html)Link ReggioToday del 11 gennaio 2021[Link ReggioToday del 11 gennaio 2021]0 kB

Buon Natale, di cuore, a tutti noi.

    

f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Vicepresidente Consiglio regionale della Calabria

via Cardinale Portanova
89100 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
tel. 0965.880992

Privacy Policy

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi