Finalità
Il Fondo nazionale integrativo per i comuni montani è destinato al finanziamento di interventi presentati da comuni totalmente montani in forma singola o da un comune montano capofila di un’aggregazione di comuni montani.

Destinatari
Comuni totalmente montani, o aggregazioni di comuni totalmente montani.

Ambiti di utilizzo
Ciascun comune montano, pena l’esclusione, può presentare una sola domanda di finanziamento singolarmente o, nelle diverse forme di aggregazione, con altri comuni montani.
Le richieste di finanziamento dovranno riguardare interventi di carattere straordinario e non riferiti alle attività svolte in via ordinaria dagli enti interessati.
Gli interventi dovranno riferirsi ai seguenti ambiti di utilizzo:
a) ripristino di aree danneggiate dagli eventi del 29 e 30 ottobre 2018 nei territori regionali indicati nella OCDPC n. 558 del 15 novembre 2018 (Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Siciliana, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano)
b) prevenzione del dissesto idrogeologico;
c) promozione del turismo, del settore primario, delle attività artigianali tradizionali e del commercio dei prodotti di prima necessità.

Risorse disponibili
Lo stanziamento complessivo disponibile, oggetto del presente bando, risulta pertanto pari a euro 16.290.319,00

Importo degli interventi
L’importo destinato al finanziamento di ciascun intervento è pari a euro 479.127,00

Modalità di presentazione delle domande
Le domande devono essere costituite, pena l’esclusione, dai seguenti quattro documenti:
1) nota di richiesta di finanziamento, su carta intestata e protocollata sottoscritta dal rappresentante legale del singolo comune o dell’eventuale ente rappresentativo, o capofila, nel caso di aggregazione tra comuni;
2) dichiarazione, compilata secondo il formato della allegata “DICHIARAZIONE” sottoscritta dal rappresentante legale del singolo comune o dell’eventuale ente rappresentativo, o capofila, nel caso di aggregazione tra comuni contenente, tra l’altro, gli estremi del richiedente, l’ambito di appartenenza dell’intervento, gli elementi specifici che hanno rilevanza ai fini della stesura delle graduatorie regionali, il titolo dell’intervento, il costo e l’eventuale presenza di cofmanziamenti, l’impegno nel rispetto dei tempi necessari per l’avvio della fase realizzativa dell’intervento;
3) scheda del progetto compilata secondo l’allegata “SCHEDA DELL’INTERVENTO” sottoscritta dal rappresentante legale del singolo comune o dell’eventuale ente rappresentativo, o capofila, nel caso di aggregazione tra comuni contenente la descrizione dell’intervento, le modalità di realizzazione, il quadro delle voci di spesa, la descrizione dell’eventuale cofmanziamento e il cronoprogramma di utilizzazione del finanziamento;
delibera/e del comune, o di ciascuno dei comuni partecipanti nel caso di aggregazioni, o dell’eventuale ente rappresentativo dell’aggregazione di comuni, avente ad oggetto l’approvazione della richiesta di finanziamento e dell’eventuale aggregazione

Criteri per la formulazione delle graduatorie
Gli interventi per i quali si chiede il finanziamento dovranno avere carattere straordinario e non essere riferiti alle attività svolte in via ordinaria dagli enti interessati ed essere interamente finalizzati agli ambiti definiti nell’articolo 2.
Alla valutazione dei progetti provvede la Regione competente per territorio, cui le richieste saranno inviate

Scadenza
26 settembre 2019

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.affariregionali.gov.it/comunicazione/notizie/2019/giugno/pubblicato-in-data-28-giugno-2019-il-bando-per-le-annualit%C3%A0-2018-2019-e-residui-2014-2017-del-fondo-integrativo-per-i-comuni-montani/)Avviso e allegati[Avviso e allegati]26 kB
f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

Consiglio regionale della Calabria
via Cardinale Portanova
89123 Reggio Calabria
e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com
Tel:  0965.880796 o 0965.880404
Fax: 0965.880637

 

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere direttamente sulla tua e-mail news e bandi