Il senatore e segretario del Pd denuncia i rischi: «Il programma di Meloni contraddittorio sul Mezzogiorno»

ROMA «Suscitano incertezza e preoccupazione le dichiarazioni programmatiche della premier Giorgia Meloni in ordine all’autonomia differenziata. Meloni dice di volere dare impulso al processo autonomista in un quadro di coesione nazionale e in maniera più accentuata nella provincia di Bolzano. Allo stesso tempo, parla di una riforma da avviare “in un quadro di coesione nazionale” e la definisce “l’occasione migliore per tornare a porre al centro dell’agenda Italia la questione meridionale”». Lo dichiara il senatore e segretario d’aula del Pd Nicola Irto che aggiunge: «Non si capisce come tre concetti così contraddittori (autonomia differenziata, coesione nazionale e questione meridionale) possano trovare spazio all’interno di un unico discorso, senza neanche un accenno alle modalità con le quali si intenda procedere – conclude – L’autonomia differenziata, almeno per come fin qui descritta e richiesta dalla Lega, è lo strumento più adatto per dividere il Paese e esasperare il gap tra Sud e Nord. Non a caso le reazioni positive al discorso di Meloni sull’autonomia sono arrivate soltanto dalle regioni settentrionali. Al Sud, invece, si amplifica la preoccupazione di potere perdere ancora terreno e risorse».

   

f t g

Nicola Irto - Sito ufficiale

via Cardinale Portanova

89123 Reggio Calabria

tel. 0965.880992

e-mail: segreteria.nicolairto@gmail.com

Privacy Policy

   

 

 

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e bandi